lunedí, 23 maggio 2022


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    press    dinghy 12    minialtura    iqfoil    1000 vele per garibaldi    convegni    confindustria nautica    altura    finn    the ocean race    class 40    normative   

REGATE

Clean Sport One e Anywave Safilens, matrimonio di fatto alla Venice Hospitality Challenge

clean sport one anywave safilens matrimonio di fatto alla venice hospitality challenge
redazione

C’è una bella storia di vela, amicizia e marineria alla base dell’inedito team italo-sloveno che correrà sabato 16 ottobre alla Venice Hospitality Challenge.

Dopo l’incidente occorso al Frers 63 Anywave Safilens alla Barcolana di domenica, molte attestazioni di solidarietà e amicizia sono giunte dai team, dagli sportivi e non solo.

Tra questi anche Jure Orel e il team di Clean Sport One, con il quale è nata l’idea di fare squadra, unire talenti e passioni per correre insieme l’imperdibile appuntamento veneziano.

Al via dell’ottava edizione della Venice Hospitality Challenge a rappresentare il Belmond Hotel Cipriani nelle acque della Serenissima, ci sarà quindi il Vor 60, scafo oceanico già protagonista della mitica Volvo Ocean Race che correrà per con un equipaggio misto.

Al timone lo skipper Jure Orel, coadiuvato da Mitja Simčič, Liam Orel, Marko Godnič, Davor Glavina, Giulio Alampi, Giacomo Bottazzi, Denis Magajna, Tomaž Brezar, Toni Rebec, Maurizio Bottazzi, Alberto Leghissa, Gino Beccevello e il grande Mauro Pelaschier.

“Siamo entusiasti di poter ospitare su Clean Sport One gli amici velisti di Anywave Safilens.” dichiara Jure Orel alla vigilia della regata “Quando abbiamo saputo quanto accaduto non abbiamo avuto esitazioni nel renderci disponibili a sostenere l’equipaggio e il Gruppo Fintria-Step Impianti, nostro sponsor, ha da subito appoggiato questa iniziativa. Sarà nostro impegno unire le forze per far emergere lo spirito sportivo che contraddistingue gli uomini di mare come noi e che porterà di certo a conseguire il miglior risultato possibile.”.

“Per noi era molto importante non mancare l’appuntamento veneziano e siamo grati a tutto il team Clean Sport One per averci offerto l’occasione di regatare insieme su questo veloce Vor60, dando un messaggio importante anche dal punto di vista sportivo e della marineria.” gli fa eco Alberto Leghissa “Altri team si sono resi disponibili e avremo un po’ di Anywave Safilens anche a bordo di E Vai Pertot con Romano Foggia,  Portopiccolo Prosecco Doc con Andrea Marengo e Pegaso con Marino Farosich e Ugo Guarnieri. La nostra barca è ferita ma in buone mani: abbiamo recuperato l’albero, stiamo procedendo con le perizie del caso e torneremo presto in acqua determinati a riprendere il filo di una stagione coronata da molti successi sportivi. A terra proseguiamo con il nostro impegno ecologico e ora abbiamo un team in più, gli amici sloveni, che hanno scelto di aderire al Reco”.

L’impegno ecologico è una parte fondante della stagione 2021 del team Anywave Safilens, che a Venezia chiuderà idealmente il percorso iniziato ad aprile, che li ha portati lungo le coste della penisola in qualità di testimonial della campagna "Un mare di idee per le nostre acque", promossa da Coop Italia in collaborazione con LifeGate. Questa campagna si concluderà proprio lunedì 18 ottobre a Venezia, con il posizionamento dell’ultimo Seabin, l’ormai celebre “cestino mangiarifiuti del mare”, a Marina Sant’Elena.

Grazie ai Seabin posizionati lungo le coste italiane, sono stati tolti dall'acqua ad oggi circa 13.000 kg di rifiuti, incluse plastiche e microplastiche, pari al peso di oltre 860.000 bottiglie da mezzo litro.

 


14/10/2021 12:11:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cambusa - La ricetta dello Chef Waldemarro Leonetti: il caviale italiano (e non russo) per gli spaghetti e un Tataki di Ricciola

La proposta dello Chef Leonetti, due ricette per un pranzo di lusso a base di eccellente caviale italiano dove gli elementi creano un’armonia sequenziale nei contrasti di sapore

Torbole: concluse le qualifiche degli Europei IQFoil

Con quattro regate course si è conclusa la fase di qualifiche degli Europei iQFoil in svolgimento a Torbole: giovedì gold e silver fleet e possibilmente anche la maratona, oltre a regate slalom o course a seconda dell’intensità del vento

Velista dell'Anno FIV: il gran finale a Villa Miani

I finalisti del premio Il Velista dell'Anno FIV quest’anno sono: Ruggero Tita e Caterina Banti, Alberto Bona, Checco Bruni, Enrico Chieffi, Giancarlo Pedote e Antonio Squizzato (nella foto)

RS21 Cup Yamamay: a Sanremo la rivincita di Pietro Negri e Stenghele

Nel Mar Ligure di Ponente, Pietro Negri, si è preso la rivincita nella seconda tappa del circuito nazionale di vela “RS21 Yamamay Cup”

Protagonist 7.50, Salò: si avvicina il Campionato Italiano 2022

A poco più di due settimane dalla data di inizio dell'evento, si iniziano a scoprire le carte degli equipaggi che ambiscono a conquistare il titolo detenuto dai fratelli Cavallini con Gattone di Massimiliano Docali

Iniziati con 4 slalom gli europei iQFoil a Torbole

Nicolò Renna quinto dopo il primo giorno di gare dell'Europeo iQFoil. Quattro slalom per maschi e femmine: mercoledì in acqua dalla mattina per cercare di chiudere già le qualifiche

Loup Alvar conquista il Trofeo Challenge Rotta dei Florio

Con la conquista del Trofeo challenge da parte di Loup Alvar di Francesco Siculiana del Centro Velico Siciliano, si è conclusa con successo la prima edizione della Regata la Rotta dei Florio

Windsurf Adaptive Challenge: il 4/5 giugno 1a tappa al Tutun Club di San Vincenzo

Il Tutun Club di S Vincenzo ospiterà il debutto del Windsurf Adaptive Challenge: dal 4 al 5 giugno gli atleti regateranno con attrezzature monotipo, uguali per tutti, classificandosi in base alla somma del miglior tempo ottenuto nelle diverse regate

Miniatura: il Campionato Italiano 2022 a Gargnano del Garda

L'Italiano 2022 si correrà a Bogliaco di Gargnano, riva lombarda del Garda. Le date vanno dal 20 al 22 maggio

Europei iQFoil, Torbole: in Medal Race per l'Italia Marta Maggetti e Nicolò Renna

Le quattro prove di oggi delineano la classifica definitiva che purtroppo penalizza per una manciata di punti Luca di Tomassi, autore di un ottimo Campionato Europeo ma fuori dalle Madal Series

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci