mercoledí, 27 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cultura    press    the ocean race europe    vendée globe    giancarlo pedote    cambusa    vendee globe    laser    america's cup    trofeo jules verne    porti    trasporto marittimo    fiv    guardia costiera    ambiente   

AZZURRA

Azzurra al comando della 52 Super Series Key West

azzurra al comando della 52 super series key west
redazione

La trentesima edizione della Key West Sailing Week ha visto oggi la flotta della 52 Super Series concludere ben tre prove, lasciandone così altrettante da svolgere nei prossimi due giorni. Il vento da Sudest è stato più moderato, tra i 10 e i 14 nodi, ma molto oscillante e di interpretazione assai difficile. Di conseguenza si è vista molta alternanza di posizioni, con ottimi recuperi di qualcuno cui necessariamente corrispondono scivoloni di altri nelle zone basse della classifica.
Con i parziali di 2 – 6 – 4 Azzurra ha mantenuto una buona media che le consente di condividere con Platoon la testa della classifica, decisamente corta. Provezza è terza a un solo punto, seguono Ran, Interlodge e Quantum in una manciata di punti. Mentre Azzurra, Provezza e Ran hanno mantenuto una buona media costante nel corso delle tre prove odierne, le vittorie parziali sono andate a Interlodge, autore di una doppietta, e ai francesi di Paprec, alla loro prima vittoria da quando frequentano la 52 Super Series.
Nella prima regata Azzurra si è tenuta a ridosso di Interlodge, un progetto di Botin & Partners  fresco di varo, in questa occasione timonato dal campione olimpico e vincitore della VOR, Ian Walker. Al termine di race 5 Azzurra era al comando della classifica provvisoria davanti a Quantum e Platoon. La sesta prova è stata la meno brillante per Azzurra: dopo aver brevemente condotto nella prima bolina, ha girato la boa al quarto posto mantenuto fino in prossimità dell’arrivo, quando una piccola sbavatura è costata ben due posizioni.
Il Comitato ha optato per lo svolgimento di una terza prova, poiché le previsioni meteo di domani danno vento di calo. Il quarto posto di Azzurra è frutto di una buona partenza e di un accorto lavoro alla tattica di Vascotto, che è riuscito a mantenersi in fase con la brezza sempre più oscillante. Ne sa qualcosa il tattico di Platoon, John Kostecki, che ha faticato non poco a risalire dalle retrovie fin dietro ad Azzurra per condividere il punteggio al vertice della classifica.

Guillermo Parada, skipper: “Direi che la giornata è stata positiva, abbiamo tenuto una buona media, peccato solo che abbiamo perso due o forse tre posizioni alla fine della seconda regata, capita. Non abbiamo strambato bene e questo ha permesso a Ran e Provezza di passare, mentre forse avremmo potuto essere terzi davanti a Bronenosec, invece siamo finiti sesti, ma questo è capitato anche alle altre barche. La notizia buona sono le performance di Azzurra, soprattutto di bolina, che ci consentono di uscire da eventuali situazioni difficili. Le condizioni odierne erano molto irregolari, il vento è calato ed era oscillante, credo quindi che abbiamo fatto un buon lavoro restando sempre nella prima metà della flotta. Nei prossimi due giorni faremo le restanti tre regate, siamo pronti a lottare e vediamo che succede”.

Vasco Vascotto, tattico: “Come si può vedere dai vincitori delle singole prove, la 52 Super Series di quest'anno è cosa ben diversa dalle stagioni precedenti, non solo come in passato sono tutti bravi, ma tutti hanno la chance di vincere, come dimostrano Gladiator e Paprec, per non parlare di Platoon che sta mantenendo un'ottima media. Noi siamo appaiati al comando con loro, ovviamente soddisfatti di questo anche se oggi abbiamo lasciato per strada qualche punto. In futuro bisognerà assolutamente evitare che accada perché questa flotta non perdona. La barca risponde bene, abbiamo una buona velocità di bolina e quindi siamo consci di non avere il problema della scorsa stagione, quando siamo partiti con minori prestazioni da dover recuperare”.

52 SUPER SERIES
2017 Quantum Key West Race Week standings after seven races.
1. Platoon (Harm Müller-Spreer, GER), (1,1,6,6, 10,2,5) 31 p.
2. Azzurra (Alberto and Pablo Roemmers, ITA/ARG), (6,2,3,8,2,6,4) 31 p.
3. Provezza (Ergin Imre, TUR) (8,9,2,2,4,5,2) 32 p.
4. Rán Racing (Niklas Zennström, SWE), (4,6,9,4,3,4,6) 36 p.
5. Interlodge (Austin Fragomen, USA) (5,8,11,5,1,1,8) 39 p
6. Quantum Racing (Doug DeVos, USA), (3,7,4,1,8,7,9) 39 p.
7. Bronenosec (Vladimir Liubomirov, RUS), (7,4,5,3,7,3,11) 40 p.
8. Sled (Takashi Okura, USA), (2,5,8,11,6,11,3) 46 p.
9. Gladiator (Tony Langley, GBR) (10,10,1,9,5,9,7) 51 p.
10. Paprec Recyclage (Jean-Luc Petithuguenin, FRA) (9,11,10,7,11,8,1) 57 p.
11. Alegre (Andrés Soriano GBR/USA) (11,3,7,10,9,10,10) 60 p.


19/01/2017 09:54:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: Ineos vince ma Luna Rossa ci ha provato

E’ stata una regata davvero spettacolare: la leadership è cambiata ben nove volte: un match race a 40 nodi con incroci ravvicinati, ingaggi, proteste. Tutto quello che si chiede a barche ed equipaggi dell’America’s Cup

Vendée Globe: la roulette russa dell'Aliseo

Con l'evoluzione dell'anticiclone, sembra sempre più evidente che non sarà così facile e veloce per i leader collegarsi al treno a bassa pressione proveniente da ovest, con l'obiettivo di raggiungere alle Azzorre il SW favorevole

America's Cup: nuovo programma per le eliminatorie della Prada Cup

Qualora INEOS TEAM UK dovesse vincere la regata di sabato, la prova di domenica sarà ridondante in quanto sarà già il primo classificato dei gironi eliminatori e accederà direttamente alla finale della PRADA Cup

America's Cup: in acqua con il terrore di una nuova scuffia

Nel caso una barca si ribalti durante una regata gli Umpires potranno fermare la prova subito dopo e il punto verrà assegnato all’avversario, senza aspettare che la barca riceva aiuti esterni

L'Europeo Laser Masters 2021 entra nel calendario del Circolo Vela Gargnano

In gara ci saranno gli Over 35 di tutto il Vecchio continente con un bel gruppo di ex velisti olimpici, con ancora tanta voglia di gareggiare con questo singolo, nella versione Radial anche categoria Femminile

Vendée Globe: un vincitore c'è già ed è Jean le Cam

Jean Le Cam e Damien Seguin sono i primi tra i no-foil ed entrambi autori di una corsa eccezionele - Video dei piccoli fan di Jean le Cam

Trofeo Jules Verne: timone rotto per Gitana 17 che fa rotta verso Cape Town

Non possiamo riparare un danno del genere in mare e non possiamo più usare il nostro timone. Lo abbiamo sollevato e ora stiamo navigando a babordo senza timone. Siamo al sicuro, ma non siamo in grado di andare veloce

Volando sull'acqua da Ventimiglia a Montecarlo

Varato Monaco One, il catamarano di Monaco Ports per lo shuttle service con Cala del Forte – Ventimiglia.

Come vincere il Vendée Globe nelle ultime 100 miglia

Secondo i calcoli al computer e le previsioni meteo, i primi skipper dovrebbero tagliare la linea mercoledì 27, in un arco temporale di poche ore. Allungata la linea di arrivo.... non si sa mai arrivassero insieme!

Vendée Globe: una poltrona per tre

Mancano solo cinque giorni, o meno di 2000 miglia, al termine della nona edizione del Vendée Globe e per i primi skipper il finale è ancora aperto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci