venerdí, 14 giugno 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

j24    giraglia    hansa    confindustria nautica    la lunga bolina    argentario sailing week    veleggiata    meteor    ilca    rs21    flying dutchman    optimist    regate    vele d'epoca    wing foil   

THE OCEAN RACE

The Ocean Race: la prima tappa è di Kevin Escoffier

the ocean race la prima tappa 232 di kevin escoffier
Roberto Imbastaro

Nel cuore della notte capoverdiana, all'1:01 ora locale (3:01 ora italiana) Kevin Escoffier, Abby Ehler, Sam Goodchild, Tom Laperche e Julien Champolion (reporter di bordo) hanno tagliato il traguardo. Insieme hanno vinto la prima tappa della The Ocean Race, il giro del mondo in equipaggio con scalo. Questo primo posto premia il lavoro di tutto il team di Holcim-PRB, che da diversi mesi si prepara a questo grande evento con grande impegno!

 

Questa tappa tra Alicante e Mindelo, sull'isola di Sao Vincente (1.900 miglia) sarà stata un antipasto salato per le cinque barche IMOCA che partecipano alla The Ocean Race! Durante la prima parte della regata, che è stata navigata in bolina per uscire dal Mediterraneo, Kevin e il suo team hanno incontrato venti leggeri prima di affrontare un flusso rafficato di 50 nodi quando si sono avvicinati a Gibilterra. Condizioni di navigazione intense che alcuni membri dell’equipaggio hanno scoperto completamente, come Tom Laperche. "Nel Mediterraneo, all'inizio non avevamo molto vento, poi siamo riusciti a navigare di bolina con venti forti e credo di non aver mai avuto così tanto vento in vita mia! Abbiamo avuto 40 o 50 nodi di vento per molto tempo, di bolina .... Sono barche grandi, molto sicure, ma abbiamo dovuto fare attenzione a non rompere nulla", racconta Tom, che partecipava per la prima volta a una regata IMOCA.

La gestione di queste condizioni estreme durante la regata ha permesso a Kevin Escoffier di convalidare sia il buon comportamento della barca sia la coesione che regna all'interno del team che ha scelto per intraprendere questo giro del mondo. "Era la prima volta che navigavamo insieme e non mi pento delle scelte fatte. Sono tutti bravissimi e mentalmente hanno puntato alla vittoria" ha spiegato entusiasta al traguardo. "Per essere la prima volta che navighiamo insieme, tutto è andato molto bene. Tutti hanno fatto un ottimo lavoro", ha dichiarato una sorridente Abby Ehler. Anche per Sam Goodchild, l'atmosfera che si respira nella squadra è stata un vero e proprio stimolo per le prestazioni. "In questa tratta da Alicante a Mindelo ci sono state molte cose nuove per tutti noi, tra cui navigare insieme! È stata una nuova grande esperienza. Siamo riusciti a lavorare bene insieme. L'atmosfera a bordo è estremamente costruttiva grazie a Kevin. Tutti ascoltano, pensano e lavorano insieme.

 

La seconda parte della gara in Atlantico è stata l'occasione per garantire velocità medie eccezionali e tenere a distanza tutti gli avversari. In testa prima di Gibilterra, l'equipaggio di Holcim-PRB non ha mollato fino al traguardo di stasera nelle isole dell'arcipelago. Per Kevin Escoffier, vincitore in carica della Ocean Race, si tratta della prima vittoria importante a bordo del suo monoscafo varato lo scorso maggio. Il velista di Saint Malo era quindi particolarmente felice al traguardo! Se questa magnifica partenza non dice ovviamente nulla di ciò che attende gli uomini e le donne di Holcim-PRB nei prossimi sei mesi di regate, rassicura e convalida una serie di scelte tecniche e umane fatte con l'obiettivo di compiere il giro del mondo, sia ora, con un equipaggio, nella The Ocean Race, sia più tardi, in solitario, nella Vendée Globe. "La barca è fantastica. Sia di bolina che di sottovento siamo sempre stati veloci. Si tratta di una prima vittoria su questa nuova barca, dopo un ottima Route du Rhum in solitario! C'è ancora molto lavoro da fare, ma questo è un premio per tutto il duro lavoro svolto dal team. Sono anche felice per i nostri partner, per Holcim, per PRB! Sono molto felice di iniziare così. Non voglio che gli altri pensino di poterci raggiungere a certe velocità. Quando gli altri hanno messo un po' di acceleratore, noi ne abbiamo messi altri due per dimostrare che abbiamo ancora potenza”.

 

L'equipaggio di Holcim-PRB avrà poco tempo per rilassarsi a Capo Verde. Questo scalo è speciale perché i velisti non hanno diritto all'assistenza del loro team tecnico per preparare la barca per la seconda tappa tra Mindelo e Città del Capo in Sudafrica. La gara di 4.600 miglia prenderà il via mercoledì prossimo. Durante ogni tappa, Kevin Escoffier ha programmato di far ruotare la sua squadra per preservare i marinai. Alla partenza di Capo Verde, la velista britannica Abby Ehler sarà sostituita dalla velista tedesca Susann Beucke. Kevin Escoffier, Tom Laperche e Sam Goodchild saranno tutti a bordo per questo secondo evento. Per quanto riguarda il giornalista di bordo, Julien Champolion lascerà il posto alla neozelandese Georgia Schofield.

 

Kevin Escoffier: "La cosa più difficile in questa prima tappa è stata mantenere il ritmo cercando di preservare la barca. Può sembrare del tutto paradossale ed è così, altrimenti non gareggeremmo. Trovare la strada, il ritmo che ti permette di mantenere velocità medie elevate dicendoti che la barca durerà a lungo... Durante la grande burrasca a Gibilterra, diciamo che fai quello che puoi. L'equipaggio è stato fantastico! Non una sola parola era di troppo. Parlavamo sempre tra di noi. Avevamo già 45 nodi di vento, stavo regolando la vela di prua e Sam sbuca fuori con la testa dicendo.. attenzione, c'è da terzarolare".

 

Abby Ehler: "Questa vittoria è davvero incredibile! È un grande risultato per il team che era a bordo ma anche per le persone dietro le quinte, l'intero team di terra! La barca è un'ottima macchina”.

 

Tom Laperche: "È un'ottima prima tappa. Francamente, sono felice di iniziare la gara in questo modo. Non ho mai partecipato a una gara IMOCA prima d'ora. Vincere in questo modo è molto gratificante. Su tutte le barche ci sono ottime persone e ottimi equipaggi. Ricordo che Holcim-PRB è una grande barca. Abbiamo avuto velocità, l'atmosfera a bordo era molto buona e questo è essenziale! Stava addirittura salendo in termini di sinergia. Sta andando nella direzione giusta! Non vedo l'ora di ripartire. L'obiettivo è vincere di più, vedremo!”

 

Sam Goodchild: "Era importante per noi fare bene in questa prima tappa. Abbiamo molte cose da ottimizzare, sappiamo che c'è molto potenziale con la barca e con il team. È molto eccitante per il futuro. Ci sono ancora molte cose da fare, sei tappe, alcune delle quali contano doppio. Una sola parola per descrivere questa fase: intensa! La parte più difficile è stata il passaggio a Gibilterra con 50 nodi di vento di bolina! A quel punto abbiamo strappato una vela perché il vento non era stabile. Abbiamo dovuto ripararla. È stato un momento difficile, ma ne siamo usciti bene”.

 


21/01/2023 10:49:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Giraglia, primo giorno di regate a Saint Tropez

Primo giorno di regate della Loro Piana Giraglia 2024: il primo atto è iniziato oggi con le regate nel Golfo di Saint-Tropez: 2 prove per i Maxi nel Golfo di Pampelonne e una costiera di 22 miglia per tutti gli altri

Giorgio Armani Superyacht Regatta: un perfetto equilibrio tra sport e lifestyle

La seconda giornata con condizioni di vento leggero ha visto i partecipanti navigare attraverso il canale di La Maddalena. Lo Swan 115 Moat vince oggi nella divisione Superyacht. Divertimento in mare per il Southern Wind Rendez-Vous

America's Cup: nuova partnership tra UNESCO e Luna Rossa

Luna Rossa Prada Pirelli e UNESCO annunciano oggi l’avvio di una nuova partnership finalizzata alla diffusione di messaggi di tutela dell’oceano verso il pubblico internazionale della 37^ America’s Cup

Armani Superyacht Regatta: lo Swan 115 Moat domina la giornata

I superyacht si sono sfidati con spettacolari virate sotto alle rocce di Capo Ferro

Melges 32, Sferracavallo: una giornata tutta per Lasse Petterson

Il campo di regata del Circolo Velico Sferracavallo ha regalato oggi condizioni semplicemente perfette per la disputa della seconda giornata di regate del Melges 32 Grand Prix 2

Maddalena Spanu è Campionessa Mondiale di Marathon WingFoil Racing

Maddalena conquista il titolo affrontando una gara conclusiva di 80 km della durata di 2 ore e 40 minuti in cui ha staccato il resto delle concorrenti di 9.6 km

Saint Tropez: un bel vento per le regate della Giraglia 2024

La seconda giornata di regate della Loro Piana Giraglia 2024 ha offerto un altro grande spettacolo sportivo nelle acque cristalline di Saint-Tropez

Rs21: a Riva del Garda vince "Fremito d'Arja"

Dario Levi, con il suo “Fremito d’Arja” (per i colori del Circolo Velico Torbole), si è aggiudicato a Riva del Garda un combattutissimo Act 3 della RS21 Cup Yamamay di vela Fiv con numeri da record

Melges 32, Sferracavallo: nessuno come Lasse Petterson

E’ sempre la bandiera norvegese a sventolare sul gradino più alto del podio delle regate Melges 32 a Sferracavallo

Giraglia: Jethou a Jolt danno spettacolo tra i Maxi

Terza Giornata di Regate: condizioni spettacolari in mare e grande successo per il nuovo Crew Village. La Loro Piana Giraglia si conferma un appuntamento imperdibile!

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci