martedí, 27 febbraio 2024

THE OCEAN RACE

The Ocean Race: 11th Hour Racing Team primo ad Aarhus

the ocean race 11th hour racing team primo ad aarhus
Roberto Imbastaro

Il sorriso dello skipper Charlie Enright era luminoso come il sole del primo mattino ad Aarhus, in Danimarca, lunedì mattina, mentre guidava il suo 11th Hour Racing Team sulla linea del traguardo al primo posto nella quinta tappa di The Ocean Race. 

La vittoria è stata doppiamente importante: la regata transatlantica è una tappa a punteggio doppio e con questa vittoria 11th Hour Racing Team è salito per la prima volta al comando della classifica generale. 

"È una bella sensazione essere in cima alla classifica", ha ammesso Enright una volta sceso a terra. " Sarà più importante essere in testa a luglio che adesso, ma questo è un passo nella giusta direzione. 

"Abbiamo cercato di apportare miglioramenti graduali in ogni settore della campagna", ha detto quando gli è stato chiesto in che modo il team abbia vinto le ultime due tappe. "Lo abbiamo fatto a bordo, lo abbiamo fatto dal punto di vista tecnico e logistico e ci siamo preparati per essere vincenti in ogni settore del team".

"Abbiamo affrontato questa tappa sapendo che dovevamo essere aggressivi e che dovevamo ottenere un buon risultato in questa frazione per avere una possibilità di vittoria", ha aggiunto il navigatore Simon 'SiFi' Fisher. "Abbiamo quindi cercato di navigare in modo aggressivo e di fare la nostra regata. Sono molto felice di poter dire che ha funzionato bene: tutti hanno fatto un ottimo lavoro".

Quasi 4 ore dopo il successo di 11th Hour Racing Team, Team Holcim-PRB ha conquistato un meritato secondo posto, tenendo a bada Team Malizia che ha concluso la tappa con un ritardo di soli cinque minuti. 

"Penso che abbiamo navigato veloci e bene come gli altri", ha detto Escoffier. Abbiamo avuto qualche problema: all'inizio abbiamo dovuto guadagnare un po' di fiducia nel nostro (nuovo) albero e poi abbiamo battuto il record sulle 24 ore, ma non è stato abbastanza". 

"I nuovi IMOCA sono piuttosto estremi, veloci ma non molto confortevoli. Posso dire che fare 640 miglia in 24 ore non è certo una cosa comoda!".

"Ma, avendo concluso la regata al secondo posto, abbiamo ancora la possibilità di vincere The Ocean Race".

Per Team Malizia, la terza posizione li fa retrocedere più di quanto vorrebbero nella classifica generale, ma il co-skipper Will Harris è stato deciso e fiducioso quando gli è stato chiesto se avrebbero potuto ancora vincere la regata. 

"Certo che possiamo. Certo, sicuramente. In questa regata può succedere di tutto. Bisogna continuare a crederci fino alla fine... c'è ancora molto da lottare", ha detto.

"Siamo arrivati a un passo dal raggiungere Holcim-PRB alla fine. Purtroppo non abbiamo ottenuto il risultato che volevamo. Volevamo davvero ottenere qualche punto in più".

La classifica generale è disponibile a questo link

Biotherm rimane sul campo di regata, vicino alla punta settentrionale della Scozia e con oltre 750 miglia da percorrere per arrivare al traguardo. Il team sta navigando lentamente, salvaguardando l'albero, e non arriverà ad Aarhus prima della fine della settimana.


29/05/2023 12:03:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cambusa: l’hamburger gourmet ha un nuovo Re, Daniele Barra del pub Excalibur di Revello

È giunta alla 6a edizione la sfida di Burger Battle Italia, un contest che da mesi vedeva coinvolti i migliori chef specializzati in hamburger gourmet per contendersi un posto alla finalissima, svoltasi ieri 19 Febbraio al Beer&Food Attraction di Rimini

Cambusa: “Cavolo che zuppa”, i benefici dell’orto e dei legumi nella ricetta della chef Alessandra Ingegnetti

La chef de La Locanda del Mulino a Valcasotto, propone un Piatto ricco di proprietà nutritive e salutari di facile realizzazione ma di grande sapore (grazie anche al formaggio di Valcasotto)

Sanremo: concluso il Campionato Invernale Classe Dragone

Quarto ed ultimo atto delle Dragon Winter Series, il Campionato Invernale Classe Dragone, a Sanremo, nel week end del 23/25 Febbraio

Arkea Ultim Challenge: Edmond de Rothschild è ripartito da Horta

Dopo tre giorni di attesa a Horta, nella marina principale dell'isola di Faial, il Maxi Edmond de Rothschild ha ripreso il largo sabato 24 febbraio alle 10:45 UTC, il che equivale a una sosta di circa settantotto ore

Arkea Ultim Challenge: riflessioni di Thomas Coville prima della sua ultima grande cavalcata verso il traguardo

Sabato notte Coville si è preso del tempo per riflettere su alcune delle cose che hanno avuto grande influenza sulla sua carriera straordinaria, sulla gara, su come si sente

Arkea Ultim Challenge: Eric Peron passa Capo Horn

Per Eric Peron, che ha l'Ultim più vecchio della flotta e senza foil, la traversata del Pacifico è stata la più veloce di tutti i concorrenti, 1 ora e 14 minuti meno di Charles Caudrelier

Arkea Ultim Challenge: Biscaglia impraticabile, stop alle Azzorre per Caudrelier

Il team: "Una grande depressione sta bloccando la strada per Brest. Venti stabili di 40 nodi, con raffiche oltre i 50, e mari di 8 a 9 metri"

Al Salone del Vino di Torino 2024 torna la notte Rosso Barbera

14 piole incontrano 14 musicisti e 14 produttori di Barbera. Una serata tra note, vino e cucina dà il via al lungo weekend del Salone del Vino di Torino 2024

WWF, Castelporziano: al via "Operazione Capodoglio"

In occasione della Giornata Mondiale delle balene tecnici, biologi, veterinari dell’IZS Lazio e Toscana, WWF, Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa al lavoro per riportare alla luce il capodoglio spiaggiato 5 anni fa sul litorale laziale

RORC Caribbean 600: Line Honours per Leopard 3, con un pensiero all'overall

Il Farr 100 Leopard 3 di Joost Schuijff si è aggiudicato la vittoria in tempo reale per i monoscafi nella RORC Caribbean 600 e, visto il vento instabile che accompagnerà i prossimi arrivi, spera anche nella vittoria in compensato

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci