martedí, 23 aprile 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

ufo22    swan    class 40    niji 40    regate    melges 24    america's cup    interviste    guardia costiera    turismo    trofeo princesa sofia    cnsm    la duecento    foiling    il moro di venezia    vela paralimpica    confindustria nautica   

CAMBUSA

Cambusa: “Cavolo che zuppa”, i benefici dell’orto e dei legumi nella ricetta della chef Alessandra Ingegnetti

cambusa 8220 cavolo che zuppa 8221 benefici dell 8217 orto dei legumi nella ricetta della chef alessandra ingegnetti
giuliano de risi

La chef de La Locanda del Mulino a Valcasotto, propone un Piatto ricco di proprietà nutritive e salutari di facile realizzazione ma di grande sapore (grazie anche al formaggio di Valcasotto)

--------------------------

Dal sito delle residenze sabaude si apprende che il maestoso e suggestivo castello di Valcasotto in provincia di Cuneo era in origine un monastero certosino, I  Savoia lo acquistarono per trasformarlo  in castello di caccia di Carlo Alberto. Il progetto riuscì a combinare in modo magistrale la semplicità di un ex convento con lo stile monumentale che si addiceva a una residenza reale. Tuttavia, non fu mai luogo di rappresentanza ma di svaghi privati: qui Vittorio Emanuele II, il re cacciatore, organizzava imponenti spedizioni venatorie e la principessa Maria Clotilde vi trascorreva l’estate. Ancora oggi, frammenti della vita di corte emergono dalle camere da letto con arredi originali e dalle cucine del re.

A due passi dal Castello, nel piccolo borgo di Valcasotto  dove si respira un’atmosfera antica che riporta alla memoria ricordi e profumi c’è la  Locanda del Mulino, un ristorante dove la passione per la tradizione si unisce alla ricerca della qualità e della genuinità dei prodotti a km 0 situato tra il mulino napoleonico ad acqua ancora in funzione e le stagionature dei formaggi del grande Beppino Occelli che  recuperò le usanze dei pastori del passato, che salivano in montagna e ritornavano con delle forme ai tempi chiamate Ormea, realizzate nei pascoli del Pizzo che porta lo stesso nome. Nella Locanda del mulino i ricordi, i profumi e i sapori del territorio rivivono nei piatti di Alessandra Ingegnetti di origini liguri ma che qui si è ambientata con grande entusiasmo, cuoca dell’Alleanza dei cuochi slow Food lady chef della FIC Federazione Italiana Cuochi e referente di zona Conitours, un’autentica maestra nell’arte culinaria affiancata da una brigata di giovani talenti. Il suo territorio in cucina si realizza attraverso la ricerca delle più genuine materie prime le farine che vengono macinate a pietra nel borgo i salumi da allevamenti piemontesi gli insuperabili formaggi di Beppino Occelli che stagionano nelle antiche cantine di Valcasotto le patate di Pamparato e le castagne garessine di Viola castello. La ricetta proposta in occasione della settimana dei legumi è come un tuffo nei profumi e nei sapori del sottobosco di queste zone montagnose ma è anche una grande opportunità per il nostro organismo. I benefici dei legumi sono moltissimi. Aiutano a controllare il colesterolo grazie all’azione chelante della lecitina e delle saponine, costituiscono un potente antiossidante naturale e favoriscono il senso di sazietà, grazie all’elevata quantità di fibra. Non è da meno il cavolo nero che è un concentrato di sostanze benefiche, una fonte preziosa di sali minerali, tra cui calcio, potassio, magnesio, ferro, zinco, fosforo, rame, sodio, zolfo, manganese, fluoro e selenio e vitamina A, B1, B2, B3, B6, B12, C e K.1. Insomma, un piatto che dovremmo riproporre di tanto in tanto sulle nostre tavole per disintossicarci e beneficiare il nostro organismo.

La ricetta: Cavolo, che zuppa

Ingredienti per 4 persone

100 gr zucca delica (Piozzo)

300 gr cavolo nero, rosso e verza (quantità a piacere)

50 gr porri (Cervere o Carmagnola)

50 gr cicerchia di Serra de’ Conti (Ancona – Presidio Slow Food)

2 zucchine medie

2 carote medie

50 gr di fagioli borlotti (Pamparato)

1 spicchio di aglio (Caraglio – Presidio Slow Food)

4 patate di montagna medie (Consorzio delle Valli del Re)

4 fette di pane di montagna croccante

4 fette formaggio Valcasotto

Sale e pepe q.b.

4 ciotole di coccio

PROCEDIMENTO

Mettere a mollo per una notte la cicerchia.

Bollire la cicerchia in acqua salata per circa 1 ora. Scolarla e gettare l’acqua di cottura.

Tagliare le verdure separatamente.

In una pentola rosolare l’aglio e il porro, unire le verdure iniziando dalle più̀ dure che necessitano di maggior cottura, quindi bagnare con il brodo.

Proseguire la cottura per circa 30 min. Regolare di sale e pepe.

Aggiungere la cicerchia e cuocere ancora 10 min.

Porre in ogni ciotola una fetta di pane.

A cottura ultimata versare la zuppa sul pane, aggiungere un filo d’olio, il pepe, la fetta di formaggio e servire.

Questa zuppa può essere servita come piatto unico ricco di gusto e proprietà salutari.

First&Food link articolo https://www.firstonline.info/cavolo-che-zuppa-i-benefici-dellorto-e-dei-legumi-nel-piatto-nella-salutare-ricetta-della-chef-alessandra-ingegnetti/

 


21/02/2024 16:14:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Caorle, La Duecento: già 90 barche a 15 giorni dalla partenza

A due settimane dal via de La Duecento, gli iscritti raggiungono quota 90 imbarcazioni, un record assoluto per la regata del Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle che festeggia quest’anno la 30°edizione

America's Cup: anche Ineos Britannia è bellissima!!!

Rivelata la barca che tutti i fan britannici sperano abbia la migliore possibilità di vincere la 37ª America's Cup di Louis Vuitton in 173 anni di vani tentativi

Medaglia d’Oro al Valore Atletico per gli uomini del Moro di Venezia

Mercoledì 17 aprile alle ore 12.00, presso il Centro di Preparazione Olimpica Acquacetosa a Roma l’equipaggio de Il Moro di Venezia è stato insignito della Medaglia d’Oro al Valore Atletico alla presenza del Ministro dello Sport e i giovani Andrea Abodi

Gli Swan ripartono da Scarlino

ClubSwan Racing conferma le eccezionali sedi del 2024 per Swan One Design in giro per il Mediterraneo. La Rolex Swan Cup a Porto Cervo a settembre rappresenta il clou della stagione con l'atteso Swan One Design Worlds di ottobre

Alinghi Red Bull Racing: l'America's Cup è un lavoro di squadra

Alinghi Red Bull Racing ha presentato ufficialmente BoatOne, l’AC75 con il quale parteciperà alle regate di selezione per la 37ma America’s Cup. Si sono esibiti gli artisti acrobati Castellers che hanno realizzato una spettacolare torre umana

Marina Genova, dal 17 al 19 maggio 2024 il 2° Classic Boat Show

Dal 17 al 19 maggio il porto turistico internazionale Marina Genova ospiterà la seconda edizione del Classic Boat Show, il Salone dedicato alla marineria tradizionale che si svolgerà in contemporanea a Yacht & Garden

2.4mR, Jesolo: con fatica ma la spunta Antonio Squizzato

Il campione italiano in carica Antonio Squizzato non ha avuto vita facile in acqua, incalzato dall’atleta svizzero Urs Infanger, conquistando alla fine la vittoria con quattro primi e due secondi posti

Viareggio: Bonanno e Serravalle vincono il Campionato di Flotte Star 2024

A Viareggio si è concluso dopo quattro tappe la manifestazione proposta dalla Società Velica Viareggina. Le prime due prove del Campionato di Primavera Finn sono invece state vinte da Stefano Giaconi e da Italo Bertacca

Scatta domani da Trieste la stagione europea 2024 della classe Melges 24

26 i team iscritti a questo appuntamento in rappresentanza di 9 Nazioni (Germania, Gran Bretagna, Slovenia, Croazia, Danimarca, Svizzera, Austria, Ungheria, Italia)

La vela è business...parola di Palma di Maiorca!

Secondo l'Associazione Hoteliers Playa de Palma, durante il Trofeo Princesa Sofia c'è stato un tasso di occupazione del 68% nei 85 hotel operativi nella zona, il 75% dell'organizzazione alberghiera che comprende 114 strutture con quasi 34.000 posti letto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci