martedí, 23 aprile 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

ufo22    swan    class 40    niji 40    regate    melges 24    america's cup    interviste    guardia costiera    turismo    trofeo princesa sofia    cnsm    la duecento    foiling    il moro di venezia    vela paralimpica    confindustria nautica   

CLASS 40

Alberto Bona: vittoria e record sulle 24h nella 1a tappa della Les Sables/Horta

alberto bona vittoria record sulle 24h nella 1a tappa della les sables horta
redazione

Vittoria della prima tappa della Les Sables-Horta-Les Sables e record di velocità sulle 24 ore per la Class40. È una splendida giornata per il Class40 IBSA e per Alberto Bona, che da Horta - dove ha tagliato il traguardo ieri sera alle 21:24 - racconta i suoi 5 giorni, 8 ore, 21 minuti e 26 secondi in testa alla regata, sorridente come non mai.

Io e Pablo abbiamo fatto tutto giusto, ci eravamo preparati una strategia e l’abbiamo eseguita perfettamente. In questa regata si trattava di andare subito in testa, con il poco vento, nel Golfo di Biscaglia. Mantenere la prima posizione nella poca aria per trovarsi per primi, girato Capo Finisterre, nel vento forte e da lì allungare il più possibile, per guadagnare miglia sugli avversari fino all’atterraggio alle Azzorre, dove bisognava combattere e avere una posizione intelligente, di copertura rispetto agli avversari, per restare in testa nonostante il poco vento”. Così è andata, scegliendo l’opzione Sud una volta in vista delle isole, tenendo sotto controllo la flotta, e con tre variazioni sul tema non di poco conto, a rendere epica questa prima tappa della quarta regata di stagione.

L’ALTERNATORE KO - “A un certo punto, si è staccato un cavo dell’alternatore: non avevamo più quella fonte di energia e abbiamo dovuto fare affidamento solo sulle batterie a pannelli solari per l’elettricità. Mentre Pablo era incollato al timone, io ho provato a ripararlo per sei ore stando sotto coperta mentre navigavamo a 20 nodi: era troppo pericoloso, così abbiamo lasciato stare, con la conseguenza che poi oltre a pensare a fare sempre economia di energia, abbiamo dovuto timonare praticamente quasi tutto il tempo

FINISTERRE - “Lì siamo andati un po’ lunghi: abbiamo dovuto ammainare lo spinnaker, altrimenti non saremmo passati e saremo finiti dentro la zona interdetta. Per dieci minuti abbiamo dovuto orzare, andare più piano: un attimo di fastidio, ma in qualche modo ci ha dato la carica, abbiamo ricominciato a correre, più ruggenti di prima”.

L’ATTERRAGGIO ALLE AZZORRE – “Eravamo davanti, ma sapevamo di non dover cantar vittoria: come sempre, quando sei davanti e cala l’aria, quelli dietro risultano molto avvantaggiati. Abbiamo scelto di girare tutte le isole a Sud, metterci in condizioni di avere l’andatura migliore per noi nonostante il poco vento, e di proteggere il lato Sud: è stata la scelta giusta. Chi era restato più a Nord ha rallentato più di noi, chi era dietro ci è rimasto. Così abbiamo costruito la vittoria”.

IL RECORD DI VELOCITÀ: “Questa è una medaglia virtuale che mi piace molto: il 29 giugno andavamo al lasco, sotto spi frazionato, c’erano 25 nodi, raffiche a 28. Il Class40 IBSA non è una barca da picchi di velocità, piuttosto è una barca da medie alte. Eravamo nelle condizioni ottimali per correre, e l’abbiamo fatta correre: con 25 nodi di aria andavamo in media a 18 nodi circa, con picchi fino a 22. Così abbiamo costruito il record, e qui c’è tanta soddisfazione, un ringraziamento a Pablo Santurde del Arco e un pensiero a tutte le persone che hanno fatto e fanno parte del mio team, perché per ottenere questo risultato ci abbiamo tutti messo impegno, dedizione e tempo. 430,47 miglia in 24 ore è un gran bel numero”.

Adesso qualche ora di riposo e la riparazione dell'alternatore: Alberto e Pablo ripartiranno per la seconda tappa domenica 8 luglio alle 13:02. ph. V. Olivaud

 


03/07/2023 09:23:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Caorle, La Duecento: già 90 barche a 15 giorni dalla partenza

A due settimane dal via de La Duecento, gli iscritti raggiungono quota 90 imbarcazioni, un record assoluto per la regata del Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle che festeggia quest’anno la 30°edizione

America's Cup: anche Ineos Britannia è bellissima!!!

Rivelata la barca che tutti i fan britannici sperano abbia la migliore possibilità di vincere la 37ª America's Cup di Louis Vuitton in 173 anni di vani tentativi

Medaglia d’Oro al Valore Atletico per gli uomini del Moro di Venezia

Mercoledì 17 aprile alle ore 12.00, presso il Centro di Preparazione Olimpica Acquacetosa a Roma l’equipaggio de Il Moro di Venezia è stato insignito della Medaglia d’Oro al Valore Atletico alla presenza del Ministro dello Sport e i giovani Andrea Abodi

Gli Swan ripartono da Scarlino

ClubSwan Racing conferma le eccezionali sedi del 2024 per Swan One Design in giro per il Mediterraneo. La Rolex Swan Cup a Porto Cervo a settembre rappresenta il clou della stagione con l'atteso Swan One Design Worlds di ottobre

Alinghi Red Bull Racing: l'America's Cup è un lavoro di squadra

Alinghi Red Bull Racing ha presentato ufficialmente BoatOne, l’AC75 con il quale parteciperà alle regate di selezione per la 37ma America’s Cup. Si sono esibiti gli artisti acrobati Castellers che hanno realizzato una spettacolare torre umana

Marina Genova, dal 17 al 19 maggio 2024 il 2° Classic Boat Show

Dal 17 al 19 maggio il porto turistico internazionale Marina Genova ospiterà la seconda edizione del Classic Boat Show, il Salone dedicato alla marineria tradizionale che si svolgerà in contemporanea a Yacht & Garden

2.4mR, Jesolo: con fatica ma la spunta Antonio Squizzato

Il campione italiano in carica Antonio Squizzato non ha avuto vita facile in acqua, incalzato dall’atleta svizzero Urs Infanger, conquistando alla fine la vittoria con quattro primi e due secondi posti

Viareggio: Bonanno e Serravalle vincono il Campionato di Flotte Star 2024

A Viareggio si è concluso dopo quattro tappe la manifestazione proposta dalla Società Velica Viareggina. Le prime due prove del Campionato di Primavera Finn sono invece state vinte da Stefano Giaconi e da Italo Bertacca

Scatta domani da Trieste la stagione europea 2024 della classe Melges 24

26 i team iscritti a questo appuntamento in rappresentanza di 9 Nazioni (Germania, Gran Bretagna, Slovenia, Croazia, Danimarca, Svizzera, Austria, Ungheria, Italia)

La vela è business...parola di Palma di Maiorca!

Secondo l'Associazione Hoteliers Playa de Palma, durante il Trofeo Princesa Sofia c'è stato un tasso di occupazione del 68% nei 85 hotel operativi nella zona, il 75% dell'organizzazione alberghiera che comprende 114 strutture con quasi 34.000 posti letto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci