venerdí, 6 dicembre 2019

VELISTA DELL'ANNO

Ruggero Tita e Caterina Banti ancora una volta Velisti dell'Anno FIV

ruggero tita caterina banti ancora una volta velisti dell anno fiv
Roberto Imbastaro

Roma, 5 marzo 2019: una grande festa alla quale hanno partecipato oltre 300 ospiti, tra i quali i più grandi campioni della vela italiana, giornalisti e appassionati.

Il Velista dell’Anno FIV organizzato da Acciari Consulting con la Federazione Italiana Vela in veste di partner istituzionale, con il patrocinio e supporto di Ucina Confindustria Nautica e di Mercedes-Benz Vans come partner tecnico, ha registrato la presenza tra gli ospiti in platea anche di Kim Andersen, presidente di World Sailing, la Federazione Mondiale della vela.

Gli Oscar della Vela italiana si sono aperti con un omaggio alla 25ma edizione del Velista dell’Anno FIV. Sul palco con Alberto Acciari, ideatore del premio, sono saliti per un brindisi celebrativo con tutta la platea molti dei vincitori del passato: Francesco de Angelis (1995), Tommaso Chieffi (1997), Gabrio Zandonà e Andrea Trani (2003), Giulia Conti - Francesca Clapcich (2015), Mattia Camboni (2016), Ruggero Tita - Caterina Banti (2017). Con loro anche Kim Andersen e Francesco Ettorre, presidente della Federazione Italiana Vela.

 

Le premiazioni

Una vera e propria standing ovation ha salutato la proclamazione dei vincitori del premio Velista dell'Anno FIV, assegnato per il secondo anno consecutivo dalla giuria a Ruggero Tita e Caterina Banti, per il fantastico ‘triplete’ che ha caratterizzato la loro stagione 2018: tre vittorie consecutive nello stesso anno: campionato italiano, europeo e mondiale della Classe olimpica Nacra 17. Francesco Ettorre, presidente della Federazione Italiana Vela, ha consegnato ai vincitori un'opera dello scultore velista Guido Armeni, raffigurante due vele realizzate in acciaio lucido e porcellanato.

 

Per Ruggero Tita e Caterina Banti anche un altro importante premio, quello che Mercedes – Benz Vans Classe X ha riservato al Velista che più rispecchia i valori del brand. Il premio è stato consegnato da Dario Albano, Direttore di Mercedes-Benz Vans Italia: i due atleti avranno a disposizione due vetture Classe X fino alle Olimpiadi di Tokyo del 2020.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ad Alberto Rossi, vincitore del Campionato Europeo J70 2018, è stato assegnato il trofeo Armatore - Timoniere dell'Anno con la seguente motivazione, letta da Alessandro Mei, vicepresidente della Federazione Italiana Vela, che ha consegnato il premio al vincitore: “Quando le barche sono tutte uguali, la differenza la fanno gli equipaggi e, nel saper guidare il gruppo ancora una volta ha dimostrato di non avere rivali. Un curriculum ricco di titoli mondiali, tanta concorrenza…anche in famiglia: Alberto Rossi è l’armatore-timoniere dell’Anno 2018.”

 

Il premio Barca dell'Anno  - Trofeo Ucina Confindustria Nautica al Baltic 130 My Song dell’armatore Pierluigi Loro Piana, è stato consegnato da Marina Stella, direttore generale di UCINA Confindustria Nautica a Giorgio Benussi, general manager del team.

Nella categoria Club dell'Anno, premio istituito in collaborazione con la Lega Italiana Vela, il successo è andato, per la seconda volta consecutiva, al Circolo della Vela Bari. Il premio è stato consegnato da Roberto Emanuele de Felice vicepresidente LIV al presidente del sodalizio velico pugliese Vincenzo Sassanelli.

 

A tutti i vincitori è stata consegnata una magnum di Franciacorta Bellavista offerta dal cantiere Maxi Dolphin.

 

La Federazione Italiana Vela ha premiato i suoi atleti che hanno conseguito podi internazionali nel corso del 2018. Oltre 50 velisti sono saliti sul palco accompagnati da Michele Marchesini, direttore tecnico FIV, celebrati dalla platea con un lungo applauso.

                                                          

                                                          

La cerimonia di premiazione de il Velista dell'Anno FIV è stata preceduta alle ore 17.30 dalla tavola rotonda sul tema: Italia leader nei grandi eventi del mare, cui hanno partecipato oltre 100 tra giornalisti e addetti del settore.  ll dettaglio dei contenuti è riportato in un documento in allegato alla mail di questo comunicato.

                                                          

Visibilmente soddisfatto Alberto Acciari, l’ideatore del premio Velista dell’Anno che, al termine della serata ha dichiarato:

25 anni per qualsiasi evento sono una cosa importante, ma lo sono ancora di piu quando questi 25 anni sono contrassegnati da tanta partecipazione del pubblico. Vuol dire che l’evento ha catturato lo spirito delle persone, degli atleti e di tutti coloro che ne sono coinvolti. Questo per un organizzatore è il premio migliore che si possa avere. Condivido questo mio stato d’animo con il presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre, con tutti i nostri partner che ci seguono da anni e con tutti coloro che hanno contribuito, ancora una volta, al successo del Velista dell’Anno FIV.”

                                                          

La Giuria del Velista dell’Anno che, dopo aver preso atto delle preferenze espresse dal pubblico sul sito velistadellanno.it (oltre 22.500 i voti), ha proclamato i vincitori era composta da: Francesco Ettorre, presidente della Federazione Italiana Vela e presidente della giuria, Carlo Mornati segretario generale del CONI, Fabio Planamente, presidente del settore Vela di Ucina Confindustria Nautica e da Alberto Acciari ideatore e segretario del Premio.    

 

 

 

 

 

 

 

 

I fornitori ufficiali

MaxI Dolphin e Club Amici del Toscano e Ferrero hanno affiancato Il Velista dell'Anno FIV in qualità di Fornitori Ufficiali.

 

I media partner

Telesia (Gruppo Class Editori) trasmetterà le immagini dell’evento per il quinto anno consecutivo attraverso i propri canali televisivi digitali negli aeroporti italiani e nelle metropolitane. Tra i media partner anche le più importanti testate di settore: Bolina, Fare Vela, Nautica, Nautica Report, PressMare, Sailbiz.it, Saily.it, Vela e Motore, Italiavela mare e Zerogradinord.


05/03/2019 10:21:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Traiano: si fa subito sul serio

Con un vento dai 16 ai 18 nodi le regate sono state bellissime. Sorridono Vulcano 2 (Regata), Soul Seeker e Malandrina (Crociera) e Moi e Toi (Coastal Race)

Invernale Traiano: si “ricomincia da tre”

Dopo due giornate saltate per le Allerta meteo della Protezione Civile, domenica 1° dicembre le 51 barche iscritte all’Invernale scenderanno finalmente in acqua

Argentario: Air Bada (IRC) e Galahad (ORC) guidano le classifiche

3° Campionato Invernale dell'Argentario e 1° Campionato Invernale Unificato della Costa d'Argento. Il punto della situazione dopo le prime due giornate

Dal carcere alla vela: il concreto percorso riabilitativo promosso da New Sardinia Sail

Sono 6 i ragazzi dell’istituto di Giustizia Penale in gara nel campionato invernale di vela con New Sardiniasail

Auckland: dal 3/12 lo Hyundai World Championships 2019

Warm-up del Mondiale con l’Oceania Championship: buone sensazioni dalla vela azzurra. In acqua le classi 49er, 49er FX e Nacra 17

Concluso l'Autunnale di Lignano

Allo Yacht Club Lignano concluso il 31° Campionato Autunnale della Laguna e il 7° Trofeo Autunnale del Diporto all’insegna del sole e della bora

Flash - Il Christmas Match Race di Trieste va a Ettore Botticini

Il Christmas Match Race, match race internazionale di grado 2, organizzato dalla Lega Navale Italiana di Trieste ha visto la vittoria del portacolori del Circolo Nautico della Vela Argentario

Ucina: cresce la protesta dei Porti Turistici contro l'aumento dei canoni concessori

Il Presidente di UCINA Confindustria Nautica, Saverio Cecchi, chiede di inserire uno specifico emendamento nella legge di bilancio

Trofeo Jules Verne: partito il tentativo di Spindrift 2

Spindrift 2 ha passato la linea di partenza del Jules Verne Trophy martedì 3 dicembre 2019 alle 20h 55' 54" UTC per iniziare la lunga rotta di ben 21.600 miglia intorno al mondo alla ricerca del record

Brest Atlantiques: Edmond de Rothschild a meno di 1000 miglia da Brest

Se le previsioni si confermeranno, il maxi-trimarano allestito da Ariane e Benjamin de Rothschild potrebbe fare il suo ingresso nel porto di Brest al più tardi il mercoledì mattina

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci