sabato, 23 gennaio 2021

J24

La Flotta J24 della Sardegna è pronta a ripartire con il Circuito Zonale

Dopo una pausa durata sette mesi a causa del protrarsi dell’emergenza sanitaria, sta finalmente per riprendere l'attività agonistica della Flotta Sarda della Classe J24. Sarà, infatti, la sezione di Alghero della Lega Navale Italiana ad ospitare per tre fine settimana la classe monotipo più diffusa nel mondo.
“Si inizierà domenica 4 ottobre con la prima giornata della tappa 2020 del Circuito Zonale. - ha spiegato il Capo Flotta J24 Marco Frulio, timoniere di Ita 443 Aria Fondazione di Sardegna -Si proseguirà il 17 e 18 ottobre con il trofeo Vento de l'Alguer che vedrà scontrarsi gli equipaggi in adrenalinici 'voli' corsi nello specchio acqueo posto in adiacenza al molo di sottoflutto del porto di Alghero. La manifestazione si concluderà il 14 e il 15 novembre con la giornata finale del Circuito e con le due giornate valevoli sia come regata nazionale sia per l'assegnazione del titolo di campione zonale.
Alla regata nazionale parteciperà anche l'equipaggio della Marina Militare La Superba timonata da Ingnazio Bonanno.
Il Presidente Franco Carossino e tutto il Direttivo, coadiuvati da Giuseppe Paddeu e dagli altri sponsor, da tempo lavorano per la perfetta riuscita della manifestazione nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di Covid-19. Il team a mare è già formato e tutto è pronto per la partenza della prima prova che verrà data a mezzogiorno di domenica 4 ottobre.
A mare si daranno battaglia i più forti equipaggi d'altura della Sardegna tra i quali il tem di Vigne Surrau del Club Nautico Arzachena, il gruppo di Boomerang di Angelo Usai e gli amici di Molara di Federico Manconi.
Ma anche gli altri non staranno a guardare e combatteranno dal primo all'ultimo bordo per la vittoria di prova. Buon divertimento a tutti con le regate di J24 e con la nostra Flotta.”


03/10/2020 11:14:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: su e giù dai foil Luna Rossa batte Patriot

E’ stata una giornata complessa ma allo stesso tempo rivelatrice per i tre Challenger impegnati nei Round Robin della PRADA Cup per le difficili condizioni di vento leggero che hanno costretto spesso gli AC75 a scendere dai foil

Luna Rossa: salvi per il rotto della ...scuffia

Ma nonostante le apparenze la barca si è comportata bene. Contro Ineos annullata una prima regata che Luna Rossa stava conducendo e contro American Magic è stata una regata al buio per il mancato funzionamento del Racing Software

America's Cup: Patriot rientrerà solo per le semifinali

Le riparazioni del carbonio saranno effettuare in parte utilizzando boat builders locali per ricostruire i pannelli rovinati, in parte con lo shore team che si occuperà delle finiture

I vincitori del concorso fotografico "Mediterraneo, un mare da scoprire"

la giuria ha decretato i vincitori, premiati con il “celebre” Pandino di cartapesta che il WWF consegna ai suoi partner e testimoni più attenti alle tematiche ambientali e la pubblicazione delle foto sulla rivista Panda digitale

America's Cup: nuovo programma per le eliminatorie della Prada Cup

Qualora INEOS TEAM UK dovesse vincere la regata di sabato, la prova di domenica sarà ridondante in quanto sarà già il primo classificato dei gironi eliminatori e accederà direttamente alla finale della PRADA Cup

America's Cup: in acqua con il terrore di una nuova scuffia

Nel caso una barca si ribalti durante una regata gli Umpires potranno fermare la prova subito dopo e il punto verrà assegnato all’avversario, senza aspettare che la barca riceva aiuti esterni

Vendée Globe: la roulette russa dell'Aliseo

Con l'evoluzione dell'anticiclone, sembra sempre più evidente che non sarà così facile e veloce per i leader collegarsi al treno a bassa pressione proveniente da ovest, con l'obiettivo di raggiungere alle Azzorre il SW favorevole

Young Azzurra si prepara per gli impegni sportivi del 2021

Il team sarà impegnato nella Youth Foiling World Cup e nel circuito di regate della Persico 69F Cup

America's Cup: Ineos vince ma Luna Rossa ci ha provato

E’ stata una regata davvero spettacolare: la leadership è cambiata ben nove volte: un match race a 40 nodi con incroci ravvicinati, ingaggi, proteste. Tutto quello che si chiede a barche ed equipaggi dell’America’s Cup

Trofeo Jules Verne: timone rotto per Gitana 17 che fa rotta verso Cape Town

Non possiamo riparare un danno del genere in mare e non possiamo più usare il nostro timone. Lo abbiamo sollevato e ora stiamo navigando a babordo senza timone. Siamo al sicuro, ma non siamo in grado di andare veloce

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci