venerdí, 4 dicembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    giancarlo pedote    cantieristica    aziende    windsurf    trofeo jules verne    sodeb'o    orc    vela    cambusa    fincantieri   

PERSICO 69F

Il Persico 69F sbarca a Hong Kong

il persico 69f sbarca hong kong
redazione

69F Sailing è lieta di annunciare che un altro team partecipante alla Youth America’s Cup ha scelto il Persico 69F come scafo per allenarsi in vista dell’evento del 2021. 

Dopo il Kingdom Team Netherlands, che rappresenterà l’Olanda alla YAC e che a fine luglio ha vinto il Grand Prix 1.2 della Persico 69F Cup a Gargnano, il RHKYC Team Agiplast, armato dal prestigioso Royal Hong Kong Yacht Club, si allenerà sul Persico 69F

Uno dei monotipi Persico 69F è stato acquistato per gestire il programma sportivo di avvicinamento alla Youth America’s Cup, ed è arrivato via cargo lo scorso 26 luglio a Hong Kong. In questi giorni si sta effettuando l’allestimento, in stretto contatto con lo shore team in Italia. 

Una parte dei velisti del RHKYC Team Agiplast arriverà in Italia il prossimo 8 agosto per partecipare alla Revolution CUP, l’evento che 69 Sailing organizza a Gargnano con una formula a tabellone e che coinvolgerà 40 equipaggi, e resterà in Italia fino al 25 settembre per allenarsi sul Persico 69F, mentre gli altri atleti del team si alleneranno a Hong Kong.

Il programma del RHKYC Team Agiplast realizzato dal Royal Hong Kong Yacht Club prevede un impegno full time per i velisti under 25 coinvolti: si tratta di sei giovani - tre maschi e tre femmine - che comporranno la squadra che parteciperà alla Youth America’s Cup, con allenamenti a tempo pieno e un progetto di grande valore sportivo ed educativo.

Dopo l’esordio di Kingdom Team Netherlands nel Grand Prix 1.2 - ha dichiarato Giorgio Benussi, responsabile per la commercializzazione del progetto 69F Sailing - siamo entrati nel clima della Youth America’s Cup e abbiamo toccato con mano quanto questi giovanissimi atleti siano determinati e preparati, perfettamente in linea con le nostre imbarcazioni e il nostro progetto di sviluppo. L’attivazione del RHKYC Team Agiplast è per noi una grande occasione di visibilità in estremo oriente, dove la vela si sta sviluppando molto velocemente. Il Persico 69F diventa così il fulcro del progetto di allenamento dell’equipaggio, ma è anche al centro di un progetto di salvaguardia dei mari e di riutilizzo delle plastiche portato avanti da Agiplast, che ben si sposa con il nostro impegno ad essere sostenibili e a fare la nostra parte per adottare comportamenti green nella gestione degli eventi, nella logistica e nel nostro modo di fare vela”.

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: falla a bordo per Escoffier, Jean Le Cam tenta di raggiungerlo

Kevin Escoffier, che si trovava al terzo posto nel Vendée Globe posizionato a circa 550 miglia nautiche a sud di Città del Capo, ha attivato il suo segnale di soccorso

FLASH - Jean Le Cam ha avvistato Escoffier e procede al recupero

La Direzione di corsa del Vendée Globe ha dirottato sul punto del Distress di Kevin Escoffier anche Boris Herrmann, Yannick Bestaven e Sébastien Simon

Vendée Globe: Pedote supera Sam Davies ed è 10°

Pedote:"Voglio solo continuare a cercare di fare le cose bene, preservare i materiali, cosa molto importante perché la barca è la mia sicurezza e la mia sorgente di velocità"

Vendée Globe: la calma è la virtù dei Pedote

Il nostro Giancarlo Pedote sta procedendo bene e senza scosse e guadagna posizioni. Ora è decimo a 646 miglia dal leader e viaggia spedito a più di 20 nodi

Trofeo Jules Verne: Coville vola, Cammas si ritira

Thomas Coville su Sodebo Ultim 3 continua la sua discesa dell'Atlantico del Nord in questo sabato mattina, scivolando a oltre 30 nodi mentre Franck Cammas sta rientrando a Lorient dopo aver urtato un UFO

Vendée Globe: problemi (risolti) per Giancarlo Pedote

La cima “furling line” che tiene il Code 0 ancorato alla barca si è rotta, la vela ha iniziato a sbattere ed era impossibile chiuderla

Vendée Globe: per Pedote nel mirino c'è Buona Speranza

Dopo tre settimane di regate e quasi il 25% delle 21.638 miglia previste dal Vendée Globe sulla scia, Giancarlo Pedote vede la longitudine di Buona Speranza incombere all'orizzonte

Vendée Globe: Yes HE Cam! Solo Jean poteva salvare Kevin

Non poteva cadere in mani migliori. Lo ha detto lo stesso Jean: « Il est tombé dans la bonne maison ! ». Yes we Cam…. ma solo lui poteva! Disegno della bravissima Manu Guiavarch per Jean Le Cam

Ecco la prima Italia Yachts 14.98 Bellissima

E' una vera easy sailing con molti accorgimenti utili per la navigazione da soli o in equipaggio ridotto: tra queste le 8 manovre rinviate in pozzetto permettono di regolare al meglio le vele e navigare sempre in tranquillità

Vendée Globe, Charlie Dalin:"Cerco il pedale del freno"

Ancora non confermato il passaggio di Kevin Escoffier su una fregata della marina francese, la Nivose, che potrebbe incontrare Yes We Cam vicino alla Crozet o alla Kerguelens

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci