venerdí, 15 novembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

barcolana    press    campionati invernali    convegni    mini transat    attualità    hobie cat16    circoli velici    cambusa    transat jacques vabre    giancarlo pedote    arc    alinghi    gc32   

DRAGONI

Dragoni: al Paul & Shark Trophy la lotta per il podio si fa dura

dragoni al paul amp shark trophy la lotta per il podio si fa dura
redazione

Gli organizzatori e i concorrenti dea tredicesima edizione del Paul & Shark Trophy, International Dragon Cup, evento organizzato Yacht Club Sanremo e riservato ai monotipi a bulbo della classe Dragone, hanno dovuto anche oggi pazientare un po’ per poter disputare le prove in programma per la terza giornata. 

Come successo anche ieri, ritardare l’uscita delle barche in mare e le operazioni di partenza per attendere che il vento si stabilizzasse si è però dimostrata una mossa vincente, visto che si sono potute disputare due prove. La prima regata si è corsa con un vento da levante intorno ai 13/15 nodi, poi andati a calare a una decina con onda formata e sole splendente, la seconda con un vento dalla stessa direzione e della stessa intensità in partenza, poi divenuto sempre più flebile e instabile. Tanto che il Comitato di Regata presieduto da Mario Lupinelli ha deciso di accorciare, dando l’arrivo alla boa della seconda bolina. Entrambe le regate sono state vinte da Bunker Prince, la barca con equipaggio internazionale che rappresenta lo Yacht Club Sanremo, guidata dall’olimpionico Yevgenii Braslavets e che con i risultati odierni ha ulteriormente consolidato la sua posizione di leader dopo cinque prove, alla vigilia della giornata conclusiva. Alle sue spalle è stata ancora una volta battaglia fra Blue Haze di Ivan Bradbury e Annapurna del russo Anatoly Loginov, che hanno entrambi ottenuto un secondo e una penalizzazione per partenza anticipata e ora si trovano a pari punti (15) in seconda piazza e che dunque si giocheranno il tutto per tutto domani.. 

“Abbiamo fatto bene e male oggi. La prima partenza era anticipata ma nella seconda siamo stati bravi. Poi abbiamo avuto fortuna perchè i nostri avversari più forti hanno fatto anche loro una partenza anticipata, quindi alla fine siamo ancora pari.” Ha dichiarato il campione danese Lars Hendriksen, centrobarca di Blue Haze, e che a proposito della classifica molto corta per il podio ha detto: “Bunker Prince ci è scappato via, non possiamo più recuperare, ma noi e gli altri fino alla quinta piazza se la possono ancora giocare per un posto sul podio. Oggi le condizioni erano difficili e forse si sarebbe dovuto aspettare ancora qualche minuto , ma poi le regate sono state belle, come succede sempre qui a Sanremo.

Hanno mantenuto il quarto posto nella classifica generale i giovani del team svizzero Sophie Racing di Hugo Stenberg, mentre quinto è l’equipaggio tedesco di Khaleesi, con la timoniera donna Nicola Friesen ed entrambi i team potrebbero ancora dire la loro per un posto sul podio nel finale di domani.

Primo degli equipaggi italiani nella classifica dopo cinque prove è Little Diva dello Yacht Club Imperia di Michele Benvenuti, che occupa la tredicesima piazza, mentre Giuseppe Duca della Compagnia della Vela di Venezia su Yanez è risalito in di qualche posizione e ora è quindicesimo. Proprio queste due barche sono anche in lotta per aggiudicarsi il titolo di campione italiano Dragone e quindi domani è verosimile si svolgerà una lotta all’ultimo bordo.

Le regate tornano domenica per la giornata conclusiva e determinante per l’assegnazione del Paul & Shark Trophy.

Le classifiche complete sono reperibili al sito dello Yacht Club Sanremo. Ph. Elena Razina


16/03/2019 19:06:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Jacques Vabre: per Pedote un altro tassello verso il Vendée Globe

Il foil di dritta rotto e il timone sullo stesso lato danneggiato da un urto con un oggetto sommerso hanno rallentato la corsa di Prysmian

Vennvind al Mets di Amsterdam e a Boot Düsseldorf

Vennvind, abbigliamento tecnico e fashion per velisti si presenta al mercato internazionale. La collezione uomo-donna sarà presente al Mets di Amsterdam e a Boot Düsseldorf

Transat Jacques Vabre: nei Multi 50 vince Groupe GCA - Mille et un Sourires

Venerdì 8 novembre, alle 5h 49mn 41s (ora italiana), Gilles Lamiré e Antoine Carpentier hanno tagliato il traguardo della 14a edizione della Transat Jacques Vabre Normandie Le Havre al primo posto nella categoria Multi50

Transat Jacques Vabre: in IMOCA la vince Apivia

Charlie Dalin e Yann Eliès sul loro Imoca 60 piedi, Apivia (Groupe Macif), hanno vinto nella loro classe la 14a edizione della Transat Jacques Vabre Normandie Le Havre

Fabrizio Lisco: dal CV Bari alla Coppa America con Rossa

Un sogno, quello di far parte del team italiano, che Fabrizio ha coltivato con entusiasmo sin da quando era piccolo e che ora sta vivendo ad occhi aperti con la consapevolezza che nulla dopo questo sarà più come prima

Chioggia: al via nel weekend il 43° Campionato Invernale

Prende il via domani a Chioggia la quarantatreesima edizione del Campionato Invernale di vela d'altura organizzato da Il Portodimare con la collaborazione di Darsena Le Saline

XII Invernale Porto Santo Stefano: bene Iemanja di Piero De Pirro

Si è disputata ieri, 10 novembre, la seconda giornata di regate del XII Campionato Invernale di Porto Santo Stefano evento al quale partecipano 22 imbarcazioni

Per Francis Joyon è record sulla Mauritius Route

Da Port Louis, in Bretagna, a Port Louis, a Mautitius, in 19 giorni, 18 ore, 14 minuti e 45 s3condi

Patrick Phelipon all'ARC 2019

In attesa di poter rimettere in mare la sua imbarcazione “Elbereth” con cui intende intraprendere il giro del mondo in solitario sulla rotta di Moitessier, Patrick Phelipon – il più italiano dei navigatori francesi – prenderà parte alla regata ARC 2019

Chioggia: Furia Buia leader provvisorio del 43° Campionato Invernale

A Capo Horn, Arkanoè, Demon X, Furia Buia e My Way le vittorie di classe

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci