venerdí, 23 febbraio 2018

OPEN BIC

Dominio neozelandese al mondiale O'Pen Bic: Coutts e Herbert sul tetto del mondo

dominio neozelandese al mondiale pen bic coutts herbert sul tetto del mondo
redazione

Al Circolo Vela Arco si chiude il mondiale O’Pen Bic con la vittoria indiscussa per la categoria U17 di Sean Herbert,neozelandese, rimasto in testa fin dalla prima giornata di prove. Al secondo posto la giapponese Lisa Nukui  (prima femminile) mentre la terza piazza va, con un colpo di reni al danese Lennart Frohmann che spodesta l'italiano e arcense Giorgio Bona scivolato in quest'ultima turnata in quinta posizione. 4° Kristen Wadley (Aus), 6° Theo Michez (Fra), 7° Giovanni Matteotti (Ita), 8° Kanoa Pick (Usa), 9° Gavin Ball (Usa), 10° Will Drew (Aus), 19° Charlotte Rizo (Fra) seconda femminile, 21° Rebecca Brolli 3° femminile.

Per gli U13 la resa dei conti ha posto in prima posizione nell’acceso duello tra Mathias Coutts e Pol Font Reyero, l'erede di Russel Coutts lasciando lo spagnolo alle spalle in seconda  posizione, mentre la terza piazza va all'australiana Jenna Everett (prima femminile). Quarta piazza per l'italiano  Zeno Valerio Marchesini della Fraglia Vela Malcesine; 5° John Lattanzi (Usa), 6° Hamish Cowell (Aus), 7° Giovanni Santi (Ita),8° Giorgia Bonalana (Ita seconda femminile), 9° Breanne Wadley (Aus terzxa femminile), 10° Jeanne De Kat (Fra)

Lo scontro si è acceso anche in quest'ultima tornata di prove, emozionanti e adrenaliniche. L'agonismo non si è rilassato e la voglia di competere e veleggiare si è dimostrata solida fino all'ultima prova. Un bel mondiale, un bel confronto internazionale per questa nuova classe velica che sempre più si sta ritagliando spazio nei circoli e nei calendari velici di tutto il mondo. L'O'Pen Bic, un'imbarcazione veloce e leggera adatta all'apprendimento e che è stata lodata dallo stesso Russell Coutts, presente con il figlio al circolo arcense.

Da un primo confronto Italia Nuova Zelanda gli ultimi giorni hanno portato in testa alla classifica anche gli atleti francesi, australiani, spagnoli e danesi che hanno incominciato a capire le caratteristiche peculiari del lago di Garda.

Cala il sipario sul Mondiale O’Pen Bic 2017 che ha avuto luogo nelle acque antistanti il Circolo Vela Arco, organizzatore della manifestazione internazionale grazie anche al supporto di World Sailing e della Federazione Italiana Vela (Fiv, insieme a numerosi sponsor tra cui il Coni, Garda Trentino, Comune di Arco, Trentino, Rigoni di Asiago, Cassa Rurale Alto Garda, Negrinautica e Stuffer. Una manifestazione che dal 31 luglio ha ospitato sulla costa trentina del Garda ben 187 giovani atleti che si sono sfidati per la conquista del titolo di campione del mondo classe O’Pen Bic nelle categorie Under 13 e Under 17. Tredici le nazioni partecipanti (Australia, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Giappone, Nuova Zelanda, Polonia, Repubblica di San Marino, Spagna, Svizzera, Stati Uniti e, ovviamente, Italia) che tra allenatori, staff tecnico e famigliari hanno portato nel territorio del basso Trentino oltre 500 persone da tutto il mondo. Una bella immagine quella che è stata impressa nelle menti degli ospiti e dei regatanti grazie anche all’organizzazione del Circolo Vela Arco che con uno staff preparato e abituato alla gestione di impegni di rilevanza nazionale, hanno contribuito a soddisfare tutte le esigenze della settimana mondiale di permanenza.

Un impegno agonistico non indifferente. Il livello si è dimostrato molto alto nonostante la giovane età dei regatanti. L’arena gardesana non ha deluso e tutti i giorni di redate programmati si sono svolti sotto i favori del principale vento gardesano, l’Ora. 

Il campo di regata posizionato nel mezzo del Garda trentino ha dato moto allo staff del circolo arcense di far partire le batterie in regolare sequenza senza intralci di sorta consentendo una competizione pulita e rispettosa di ogni agonista.

Un mondiale che oltre alla parte sportiva ha dato prova di sapersi trasformare in una festa per tutti, per i giovani atleti, per i loro genitori e per gli addetti ai lavori. Nella serata di venerdì una grande cena tutti in compagnia per festeggiare la fine delle competizioni e salutarsi con un bel momento di convivialità.

FOTO CREDIT JACOPO SALVI


06/08/2017 11:10:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La X-Yachts Med Cup 2018

L'evento che coniugherà un week end di regate a momenti di socializzazione tra armatori, si svolgerà nel golfo del Tigullio, a Chiavari nei giorni 18-20 Maggio

Wine: Prosecco e Chianti star sul web

Kristina Isso a Londra con la sua Prosecco House e Sting in Toscana hanno catalizzato l'attenzione sul web in questa settimana. Cordoglio per la morte di Bruno Giacosa, storico produttore di Barolo e Barbaresco. Due vini foggiani premiati in Giappone

Nasce Seatec Academy, un centro di formazione per ingegneri e architetti nautici

In programma dal 5 al 7 aprile, IMM CarraraFiere lancia Seatec Academy un’offerta formativa rivolta ai professionisti della nautica da diporto che necessitino di CFP, Crediti Formativi Professionali

De Magistris: “Nauticsud, bilancio positivo per l’economia del mare”

63mila presenze e trend positivo di vendite, il resoconto del 45° salone nautico di Napoli. Nauticsud Award 2018 per le aziende: Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70: arrivati nella Manica

L’arrivo a Londra è previsto domani verso le 11 UTC

Gommoni a gas e con tecnologia Foil il progetto di Coastal Boat e Newtak

Le due importanti innovazioni emerse, che potrebbero rivoluzionare il settore della nautica, sono HEB (Hybrid Ecological Boat) e FRB (Foil Rubber Boat).

Invernale West Liguria: vittoria per MC SEAWONDER

Seguito al 2° posto da ANGE TRASPARENT II di Valter Pizzoli (Yacht Club Monaco) e Terzo Classificato CRISTIANA TI. di Emilio Milanino (Yacht Club Aregai)

VOR: Turn the Tide on Plastic prende il comando

Il giovane equipaggio di Turn the Tide on Plastic, con la triestina Francesca Clapcich, ha preso il comando della Leg 6 della Volvo Ocean Race, quando mancano meno di 1.500 miglia ad Auckland

Rinviata causa allerta meteo la ripresa del Memorial Pirini

È al comando il vincitore delle ultime due edizioni, Kismet, armato da Francesca Focardi e timonato da Dario Luciani, battente bandiera del circolo ospitante

Record per il Nauticsud: in crescita del 13% i visitatori

Trend positivo di vendite per la 45.ma edizione. Award 2018 a Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design ed ai giornalisti Antonino Pane (Il Mattin) e Sandro Donato Grosso (Sky)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci