giovedí, 3 dicembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    cantieristica    aziende    giancarlo pedote    windsurf    trofeo jules verne    sodeb'o    orc    vela    cambusa    fincantieri   

ALTURA

Dai Circoli - Blue Sky di Claudio Terrieri regala al Circolo Velico Ravennate il titolo italiano di vela d'altura

dai circoli blue sky di claudio terrieri regala al circolo velico ravennate il titolo italiano di vela altura
redazione

Motivi di grande soddisfazione per il Circolo Velico Ravennate giungono da Crotone, dove Blue Sky di Claudio Terrieri ha trionfato nel Campionato Italiano Assoluto di Vela d'Altura, mettendo in fila alcuni tra i team più competitivi nell'agguerrito mondo delle regate in tempo compensato.

Il Grand Soleil 43 di Terrieri, guidato dai fratelli Lorenzo e Marco Bodini, già olimpionici azzurri, ha tenuto testa agli estoni di Sugar 3, considerati tra i favoriti della vigilia in quanto freschi vincitori del titolo iridato messo in palio a Sebenico all'inizio di giugno, riuscendo nell'impresa di difendere il punto di margine sul quale poteva contare alla vigilia della giornata conclusiva.

Primo assoluto con tre lunghezze sull'Italia 11.98 di Kikkas Ott, Blue Sky, che al timone contava sulla presenza dello stesso Terrieri, ha messo poi in fila il Mylius 14e55 Milù III di Andrea Pietrolucci, finito terzo, e lo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia, già campione italiano nel 2018 che ha chiuso la sua fatica ai piedi del podio.

"E' stato un campionato bellissimo e molto combattuto: merito della flotta, che seppur non imponente per numero vantava un livello molto elevato, e delle condizioni, sempre eccellenti e regolari - ha spiegato un soddisfatto Claudio Terrieri a margine della premiazione - Eravamo consapevoli di poter contare su una barca performante, ma non ci consideravamo certo tra i favoriti della vigilia e consolidare la nostra posizione in classifica giorno dopo giorno è stato fantastico. Il duello con Sugar 3, che al timone e alla tattica impegnava i fratelli Montefusco, non ha conosciuto tregua e si è segnalato come uno dei motivi trainanti di questa fantastica manifestazione. I complimenti e un grazie di cuore vanno a tutto il team che, nonostante la pressione crescente, ha tenuto alta la concentrazione regalandosi, e regalandomi, questo importante successo".

Un equipaggio, quello di Blue Sky, che a parte i fratelli Bodini, incaricati di tattica e regolazione delle vele di prua, e Andrea Ribolli, ex componente del Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle responsabile della randa, era composto da semplici appassionati: Raul Vendemini (trimmer), Stefano Paoli (drizze), Nicholas Zupanchic (drizze), Francesco Ponzi (prodiere) e Roberto Vettorelli (prodiere).

 


23/07/2019 13:42:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: falla a bordo per Escoffier, Jean Le Cam tenta di raggiungerlo

Kevin Escoffier, che si trovava al terzo posto nel Vendée Globe posizionato a circa 550 miglia nautiche a sud di Città del Capo, ha attivato il suo segnale di soccorso

FLASH - Jean Le Cam ha avvistato Escoffier e procede al recupero

La Direzione di corsa del Vendée Globe ha dirottato sul punto del Distress di Kevin Escoffier anche Boris Herrmann, Yannick Bestaven e Sébastien Simon

Alghero: per 110 studenti il battesimo della vela

Il Covid non ferma la vela, ad Alghero 100 studenti hanno debuttato in barca

Vendée Globe: Pedote supera Sam Davies ed è 10°

Pedote:"Voglio solo continuare a cercare di fare le cose bene, preservare i materiali, cosa molto importante perché la barca è la mia sicurezza e la mia sorgente di velocità"

Vendée Globe: la calma è la virtù dei Pedote

Il nostro Giancarlo Pedote sta procedendo bene e senza scosse e guadagna posizioni. Ora è decimo a 646 miglia dal leader e viaggia spedito a più di 20 nodi

Trofeo Jules Verne: Coville vola, Cammas si ritira

Thomas Coville su Sodebo Ultim 3 continua la sua discesa dell'Atlantico del Nord in questo sabato mattina, scivolando a oltre 30 nodi mentre Franck Cammas sta rientrando a Lorient dopo aver urtato un UFO

Vendée Globe: per Pedote nel mirino c'è Buona Speranza

Dopo tre settimane di regate e quasi il 25% delle 21.638 miglia previste dal Vendée Globe sulla scia, Giancarlo Pedote vede la longitudine di Buona Speranza incombere all'orizzonte

Vendée Globe: Yes HE Cam! Solo Jean poteva salvare Kevin

Non poteva cadere in mani migliori. Lo ha detto lo stesso Jean: « Il est tombé dans la bonne maison ! ». Yes we Cam…. ma solo lui poteva! Disegno della bravissima Manu Guiavarch per Jean Le Cam

Ecco la prima Italia Yachts 14.98 Bellissima

E' una vera easy sailing con molti accorgimenti utili per la navigazione da soli o in equipaggio ridotto: tra queste le 8 manovre rinviate in pozzetto permettono di regolare al meglio le vele e navigare sempre in tranquillità

Vendée Globe: perso il contatto visivo con Escoffier

Jean La Cam aveva individuato la zattera autogonfiabile di Kevin Escoffier ma il mare agitato e i forti venti lo hanno portato lontano. Le ricerche continuano con 4 skipper giunti sul posto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci