mercoledí, 27 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cultura    press    the ocean race europe    vendée globe    giancarlo pedote    cambusa    vendee globe    laser    america's cup    trofeo jules verne    porti    trasporto marittimo    fiv    guardia costiera    ambiente   

BENETTI

Benetti al Singapore Yacht Show 2018

benetti al singapore yacht show 2018
redazione

Oasis 135’ è l’evoluzione del DNA di Benetti, uno yacht dislocante pensato per un nuovo modo di usare e vivere gli spazi a bordo. Il progetto reinterpreta il concetto di ambienti esterni e interni in uno stile più moderno e contemporaneo, partendo dall’idea di riavvicinare l’armatore al mare attraverso un uso più informale dello yacht. Oasis 135’, disegnato in collaborazione con lo studio di architettura inglese RWD, è il nuovo modello della linea di prodotto Class, che consentirà a Benetti di rispondere alle più recenti richieste del mercato.
“Il Singapore Yacht Show è uno delle fiere più importanti per Benetti e riflette l’importanza strategica che la regione asiatica ricopre per lo sviluppo e la crescita globale del cantiere. Continuiamo a investire in Asia con nuovi talenti e risorse in modo da consolidare la posizione di leader di mercato e le partnership con gli agenti”, dice Roberto Corno, Worldwide Sales Director di Benetti.
Inoltre, Benetti illustrerà i quattro nuovi modelli custom sviluppati nella famiglia di prodotto BNow, che offre ridotti tempi di consegna. I nuovi BNow, con scafo in acciaio e sovrastruttura in alluminio, appartengono a una nuova famiglia di yacht dislocanti della linea di prodotto Custom Now e vengono proposti in quattro differenti lunghezze: 48 metri, 55, 63 e 68 metri.
Come ogni esemplare della famiglia di prodotto BNow, questi modelli sono costruiti con tempo di consegna ridotti. I layout, caratterizzati da una nuova e rivoluzionaria concezione di vita a bordo, sono stati concepiti con un utilizzo degli spazi innovativo che mira a un elevato comfort e riserva un ruolo di primo piano alla luce. Peculiarità da sottolineare dei modelli di BNow sono le aree benessere, che comprendono palestre, spa, beach club, oltre alle moderne e informali zone lounge, sia interne sia esterne.
La poppa di Oasis 135' con la sua incredibile beach terrace 
Benetti ha quindi dato ulteriore spinta all’espansione sul mercato asiatico iniziata solo otto anni fa. La regione APAC, con il suo crescente numero di potenziali clienti, un’identità di brand molto forte e una diffusa rete di agenti, è di fondamentale importanza per Benetti. Il cantiere ha aumentato gli investimenti e le risorse sul mercato e nominato Peter Mahony, manager con grande esperienza nel settore, Direttore Generale di Benetti Asia. Peter coordinerà direttamente le vendite di Benetti nella regione e sarà responsabile del mantenimento della soddisfazione dei clienti, del coordinamento delle attività post vendita e dello sviluppo marketing del Gruppo nella regione APAC. L’interesse principale di Benetti è soddisfare le esigenze e i desideri della clientela, dedicando loro un team di specialisti sempre a disposizione, una diffusa rete di agenti e cantieri per il refit sparsi in tutta la regione. Benetti al momento vanta una flotta di oltre 14 yacht nella regione Asia-Pacifico con sette yacht dai 93 ft ai 65 metri all’ancora a Honk Kong e sta costruendo nei suoi cantieri di Livorno e Viareggio oltre 35 yacht dai 28 metri fino ai tre Gigayacht di oltre 100 metri di lunghezza.
Più recentemente, nella regione APAC, Benetti Asia ha venduto a un uomo d’affari asiatico BM004, il quarto modello di Mediterraneo 116’, yacht dislocante della linea di prodotto Class. BM004, la cui consegna è prevista nel 2019, presenta linee esterne disegnate da Giorgio M. Cassetta e interni personalizzati secondo le esigenze dell’armatore.


12/04/2018 21:10:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: la roulette russa dell'Aliseo

Con l'evoluzione dell'anticiclone, sembra sempre più evidente che non sarà così facile e veloce per i leader collegarsi al treno a bassa pressione proveniente da ovest, con l'obiettivo di raggiungere alle Azzorre il SW favorevole

America's Cup: Ineos vince ma Luna Rossa ci ha provato

E’ stata una regata davvero spettacolare: la leadership è cambiata ben nove volte: un match race a 40 nodi con incroci ravvicinati, ingaggi, proteste. Tutto quello che si chiede a barche ed equipaggi dell’America’s Cup

America's Cup: nuovo programma per le eliminatorie della Prada Cup

Qualora INEOS TEAM UK dovesse vincere la regata di sabato, la prova di domenica sarà ridondante in quanto sarà già il primo classificato dei gironi eliminatori e accederà direttamente alla finale della PRADA Cup

America's Cup: in acqua con il terrore di una nuova scuffia

Nel caso una barca si ribalti durante una regata gli Umpires potranno fermare la prova subito dopo e il punto verrà assegnato all’avversario, senza aspettare che la barca riceva aiuti esterni

L'Europeo Laser Masters 2021 entra nel calendario del Circolo Vela Gargnano

In gara ci saranno gli Over 35 di tutto il Vecchio continente con un bel gruppo di ex velisti olimpici, con ancora tanta voglia di gareggiare con questo singolo, nella versione Radial anche categoria Femminile

Vendée Globe: un vincitore c'è già ed è Jean le Cam

Jean Le Cam e Damien Seguin sono i primi tra i no-foil ed entrambi autori di una corsa eccezionele - Video dei piccoli fan di Jean le Cam

Trofeo Jules Verne: timone rotto per Gitana 17 che fa rotta verso Cape Town

Non possiamo riparare un danno del genere in mare e non possiamo più usare il nostro timone. Lo abbiamo sollevato e ora stiamo navigando a babordo senza timone. Siamo al sicuro, ma non siamo in grado di andare veloce

Volando sull'acqua da Ventimiglia a Montecarlo

Varato Monaco One, il catamarano di Monaco Ports per lo shuttle service con Cala del Forte – Ventimiglia.

Come vincere il Vendée Globe nelle ultime 100 miglia

Secondo i calcoli al computer e le previsioni meteo, i primi skipper dovrebbero tagliare la linea mercoledì 27, in un arco temporale di poche ore. Allungata la linea di arrivo.... non si sa mai arrivassero insieme!

Vendée Globe: una poltrona per tre

Mancano solo cinque giorni, o meno di 2000 miglia, al termine della nona edizione del Vendée Globe e per i primi skipper il finale è ancora aperto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci