martedí, 24 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    fincantieri    windsurf    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

J24

Alghero: il J24 Vigne Surrau vince il Trofeo Acqua Minerale Santa Lucia.

alghero il j24 vigne surrau vince il trofeo acqua minerale santa lucia
redazione

Dieci equipaggi della Flotta sarda hanno disputato con successo il J24 contest Trofeo Acqua Minerale Santa Lucia, regata a voli valida come penultima manche della terza tappa del Circuito Zonale ben organizzata per il terzo anno consecutivo dalla Lega Navale Italiana sez. di Alghero con la collaborazione del Consorzio Porto di Alghero, della firstBUNKER Centro Alghemar e dell’ Assistenza Nautica Paddeu.

“Le acque adiacenti al molo di sottoflutto del porto di Alghero hanno ospitato il piccolo campo di gara. Sono stati ben ventiquattro i voli disputati complessivamente: sedici nella giornata di sabato e otto la domenica. Otto voli costituivano una prova e, ad ogni volo, a rotazione, hanno partecipato cinque barche.- ha spiegato il Comitato Organizzatore -Le due giornate sono state caratterizzate da vento non costante che è variato da 6 a 8 nodi, da ponente a ponente/libeccio. Queste mini regate molto tecniche hanno impegnato moltissimo non solo gli equipaggi ma anche il Comitato di Regata presieduto da Marcello Solinas e i due  giudici in acqua, Chicco Clivio e Claudio Razzuoli.” 

Vero dominatore è stato il J24 Ita 405 Vigne Surrau del Club Nautico Arzachena timonato da Aurelio Bini (già vincitore del precedente J24 contest) che grazie alle due vittorie del sabato ed al secondo posto di domenica si è aggiudicato il Trofeo Acqua minerale S. Lucia. In equipaggio con lui anche Pietro Alvisa, Mauro Pisanu, Evero Niccolini, Roberta Piras. “Questo risultato è frutto di tanti anni di  lavoro insieme, unito ai talenti personali come quello di Aurelio e di Evero che sono impagabili- ha commentato Mauro Pisanu -sul monotipo, l’equipaggio è l’alchimia, il fattore premiante.”

In seconda posizione la new entry di questa tappa del Circuito, Ita 460 Botta Dritta armato e timonato dal maddalenino Mariolino Di Fraia, tallonato a solo 1 punto di distacco da Ita 404 12.1 timonato da  Gianluca Manca.

“La terza ed ultima manche della III tappa del nostro Circuito Zonale J24 è in programma nel week end del 14 e 15 novembre, sempre organizzata dalla sezione di Alghero della Lega Navale Italiana nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di Covid-19- ha spiegato il Capo Flotta della compagine sarda J24 Marco Frulio, timoniere di Ita 443 Aria Fondazione di Sardegna e consigliere federale della III Zona FIV- saranno due adrenaliniche giornate valevoli sia per l'assegnare il titolo di campione della III Zona che come Regata Nazionale J24.”









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Ripartito! Per Jérémie Beyou un nuovo Vendée Globe tutto da scoprire

Alex Thomson è entrato nel Pot au Noir seguito da Thomas Ruyant che sta recuperando. Riparte Jérémie Beyou mentre Nico Troussel si avvia mestamente verso Capo Verde

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

Vendée Globe: Thomas Ruyant al 2° posto davanti a Jean Le Cam

Alex Thomson continua a guidare la corsa e questa mattina dovrebbe entrare nella zona del Pot au Noir con poco vento, temporali e grossa variabilità

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci