martedí, 24 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    fincantieri    windsurf    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

5.5

5.5m IC World Championship: l’equipaggio di Ali Babà è il Campione del Mondo

5m ic world championship 8217 equipaggio di ali bab 224 232 il campione del mondo
redazione

Flavio Marazzi, Jakob Gustafsson, Christoph Burger su Ali Babà (SUI224) sono i campioni del mondo 2014 della Classe 5.5m S.I. L’equipaggio svizzero ha avuto la meglio sui norvegesi di Artemis XIV  di Kristian Nergaard secondi classificati e su John B – di Gavin McKinney, (Isole Bahamas) che sale sul terzo gradino del podio. Flavio Marazzi e il suo equipaggio raccolgono il testimone dal tedesco Markus Wieser, vincitore nel 2013 a Curacao in Brasile. Il primo degli italiani è Roberto Brioschi su Twins X  al 26° posto in classifica generale e secondo tra le imbarcazioni della divisione Classic.


Al Campionato del Mondo 5.5m S.I., organizzato dallo Yacht Club Santo Stefano in collaborazione con la Classe Italiana 5.5m S.I., erano iscritti 37 equipaggi provenienti da sette nazioni (Bahamas, Finlandia, Germania, Italia, Olanda, Norvegia e Svizzera). Il campionato è stato caratterizzato nei cinque giorni del programma da una situazione di continua instabilità meteorologica che non ha comunque impedito la disputa di cinque regate. Oggi venerdì 26 settembre non è stato possibile portare a termine la sesta prova, che avrebbe consentito ai concorrenti di scartare il loro peggior risultato, a causa dei continui salti di vento. A pochi minuti dalla scadenza del tempo limite, il Comitato di regata riusciva a dare la partenza della sesta prova in condizioni di vento apparentemente ideali ma dopo circa 20 minuti, un ulteriore inatteso cambio di direzione del vento, costringeva gli organizzatori ad annullare la regata poco dopo la fine della prima bolina.  Così, sia pur in uno scenario unico con sole e temperatura estiva, gli equipaggi sono rientrati in porto alle ore 15.00 senza aver potuto portare a termine l’ultima prova del campionato. 
La classifica generale completa è disponibile al link: http://www.ycss.it/
I video dell’evento sono disponibili sul canale YouTube dello Yacht Club Santo Stefano

Marco Poma, direttore sportivo dello Yacht Club Santo Stefano, al termine della giornata in mare ha dichiarato: “Gli ultimi 15 giorni sono stati per tutti noi molto intensi. Il Campionato del Mondo 5.5m S.I. infatti, è stato preceduto da altre tre importanti regate della stessa classe. La maggior parte dei concorrenti pertanto ha soggiornato allArgentario per un lungo periodo e lo staff dello Yacht Club Santo Stefano insieme alle autorità locali e agli sponsor hanno lavorato senza sosta per garantire la miglior accoglienza ed ospitalità possibili. Grazie a tutti coloro che sono stati al nostro fianco come il Comitato di Regata, la Giuria Internazionale e la Classe Italiana 5.5m S.I.  Grazie infine ai 37 equipaggi che ci hanno onorato della loro presenza. Da loro abbiamo avuto riscontri molto positivi e questo ovviamente ci gratifica più di ogni altra cosa. C’è da parte nostra il rammarico per le condizioni meteorologiche che hanno caratterizzato questi ultimi 5 giorni, ma sul meteo non riusciamo ancora ad avere controllo  ha concluso con un sorriso Marco Poma.

Alle 18.30 nella suggestiva cornice della Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano (che risale al XVII secolo) alla presenza delle autorità locali si è svolta la premiazione cui a fatto seguito la Cerimonia di Chiusura del Campionato del Mondo 5.5m S.I. 2014

Oltre ai primi tre classificati, sono stati assegnati i seguenti premi: 

Roni Pieper Trophy (4 posto assoluto nel Campionato del mondo) –  Clark Kent di Peter Fjeld (NOR64)

DEB Cup (al vincitore della 1a regata del Campionato) - Mission Possible di Markus Wieser (GER79)

Peter Frazer Memorial Trophy (al vincitore della 2a regata) - Sinewave  di Tomas Muller (GER82)

H.R. Symonette Trophy (al vincitore della 5a regata del Campionato) - Mission Possible  di Markus Wieser (GER79)

Frank Tolhurst Perpetual Trophy (alla migliore imbarcazione della divisione Evolution) - Sinewave di Tomas Muller (GER82)

Quail Cup (alla migliore imbarcazione della divisione Classic) – Cybele II –  di Armando Daldini (SUI100)


L’edizione 2015 del Campionato del Mondo 5.5m S.I. 2014 si svolgerà a Nynäsham in Svezia nella seconda metà del mese di agosto.

La Classe 5.5m Stazza Internazionale nasce nel 1949 in Inghilterra e prevede un equipaggio composto da tre persone; è stata classe olimpica dal 1952 fino al 1968 e ancora oggi è molto diffusa sia in italia che all’estero, con circa 800 imbarcazioni varate nel corso degli anni. La Classe è composta da imbarcazioni che appartengono a tre divisioni: Classic (costruite prima del 1970), Evolution (costruite tra il 1 gennaio 1970 e il 31 dicembre 1989, Modern (costruite dal 1990).

Il Campionato del Mondo della classe 5.5m S.I. è organizzato dallo Yacht Club Santo Stefano, con il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Grosseto, del Comune di Monte Argentario e con il supporto della Pro Loco di Porto Santo Stefano.


26/09/2014 23:36:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Ripartito! Per Jérémie Beyou un nuovo Vendée Globe tutto da scoprire

Alex Thomson è entrato nel Pot au Noir seguito da Thomas Ruyant che sta recuperando. Riparte Jérémie Beyou mentre Nico Troussel si avvia mestamente verso Capo Verde

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

Vendée Globe: Thomas Ruyant al 2° posto davanti a Jean Le Cam

Alex Thomson continua a guidare la corsa e questa mattina dovrebbe entrare nella zona del Pot au Noir con poco vento, temporali e grossa variabilità

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci