martedí, 26 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cultura    press    the ocean race europe    vendée globe    giancarlo pedote    cambusa    vendee globe    laser    america's cup    trofeo jules verne    porti    trasporto marittimo    fiv    guardia costiera    ambiente   

REGATE

"100 Vele Rendez Vous", oltre 200 barche al primo evento post lockdown

quot 100 vele rendez vous quot oltre 200 barche al primo evento post lockdown
redazione

Un omaggio ai medici e infermieri che per tre mesi sono stati impegnati in prima linea negli ospedali romani. E’ questo lo spirito con il quale si è svolta oggi la XXIV edizione della “100 Vele Randez Vous”, primo appuntamento velico della stagione dopo il lockdown che ha tenuto fermi appassionati e velisti per oltre tre mesi. Alle ore 12.00 è partita dal tratto di mare antistante il Porto Turistico di Roma la splendida sfilata di oltre 200 imbarcazioni di ogni dimensione che si è conclusa intorno alle 14.30 davanti allo stabilimento Marine Village, al confine con il Villaggio Tognazzi.
Dai circoli velici di Fiumicino, Fiumara e della spiaggia di Ostia sono stati tanti i velisti che hanno colto l’occasione per riprendere il mare e bordeggiare di nuovo a vela, seguiti dai mezzi nautici della Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e dalla motovedetta della Guardia Costiera di Fiumicino.
Un evento che si è svolto su un percorso di circa nove miglia con appassionati velisti che hanno voluto condividere questo momento magico assieme ad alcuni medici ed infermieri degli ospedali romani G.B. Grassi, Pertini e San Camillo, come forma di ringraziamento per i tre mesi che li hanno visti impegnati in prima linea.
In acqua non sono mancate altre imbarcazioni speciali: hanno infatti preso parte alla sfilata anche un gruppo di ragazzi dei Punti Luce della Capitale realizzati da Save the Children insieme a Bvlgari e i giovani della Tutti Noi Onlus, ormai affezionati frequentatori della 100 Vele. Sono scese in acqua anche le ragazze de “Le Vele in rosa”, donne che hanno adottato lo sport della vela come strumento di riabilitazione ed aggregazione. L’edizione del 2020 è stata anche l’occasione per ribadire l’attenzione dei velisti al rispetto dell’ambiente e dell’ecosistema marino, grazie al coinvolgimento di Marevivo e dell’associazione Oceanomare Delphis.
Ha partecipato alla veleggiata anche Tullio Picciolini, vincitore dell’edizione 2018, con alle spalle una traversata atlantica da Dakar a Guadalupe a bordo di un catamarano non abitabile di appena sei metri, e Matteo Miceli, anche lui con migliaia di miglia di navigazione alle spalle in Oceano. Fra i giovanissimi, in acqua c’era anche la campionessa europea Optimist, Federica Contardi, che con la sua barca di appena 2,30 metri ha effettuato il percorso assieme ai compagni di squadra del Tognazzi Marine Village. “E’ emozionante vedere questo spettacolo davanti al nostro litorale: la 100 Vele rappresenta una bellissima cartolina di quello che il mare di Roma è in grado di offrire” ha detto l’assessore alla Cultura e Sport del X Municipio, Silvana Denicolò che ha seguito da vicino la partenza dal porto turistico.   
Siamo soddisfatti per la splendida partecipazione che ha riscosso quest’anno la 100 vele. Abbiamo percepito la voglia di tutti quanti di tornare in mare e divertirsi, dopo questi tre mesi di blocco forzato. Abbiamo deciso di farlo in totale sicurezza, evitando eventi collaterali a terra, ma dando comunque a tutti gli amanti del mare un’importante motivo e occasione per andare a vela” ha commentato Fabio Falbo, presidente del CS Yacht Club che con il Circolo Velico Fiumicino, il Circolo nautico Tecnomar, il Nautilus Yacht Club, la LNI di Ostia, il Nauticlub Castelfusano, Centro Vela Roma e il Tognazzi Marine Village ha organizzato l’evento. L’appuntamento ora è per il 2021 con la 25esima edizione: “Ci auguriamo di tornare ad una situazione di normalità con la formula che per 23 anni ha caratterizzato questo evento. L’obiettivo – ha aggiunto Falbo – sarà quello di raggiungere un nuovo record di partecipazione”.

 


05/07/2020 17:50:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: Ineos vince ma Luna Rossa ci ha provato

E’ stata una regata davvero spettacolare: la leadership è cambiata ben nove volte: un match race a 40 nodi con incroci ravvicinati, ingaggi, proteste. Tutto quello che si chiede a barche ed equipaggi dell’America’s Cup

Vendée Globe: la roulette russa dell'Aliseo

Con l'evoluzione dell'anticiclone, sembra sempre più evidente che non sarà così facile e veloce per i leader collegarsi al treno a bassa pressione proveniente da ovest, con l'obiettivo di raggiungere alle Azzorre il SW favorevole

America's Cup: nuovo programma per le eliminatorie della Prada Cup

Qualora INEOS TEAM UK dovesse vincere la regata di sabato, la prova di domenica sarà ridondante in quanto sarà già il primo classificato dei gironi eliminatori e accederà direttamente alla finale della PRADA Cup

America's Cup: in acqua con il terrore di una nuova scuffia

Nel caso una barca si ribalti durante una regata gli Umpires potranno fermare la prova subito dopo e il punto verrà assegnato all’avversario, senza aspettare che la barca riceva aiuti esterni

L'Europeo Laser Masters 2021 entra nel calendario del Circolo Vela Gargnano

In gara ci saranno gli Over 35 di tutto il Vecchio continente con un bel gruppo di ex velisti olimpici, con ancora tanta voglia di gareggiare con questo singolo, nella versione Radial anche categoria Femminile

Vendée Globe: un vincitore c'è già ed è Jean le Cam

Jean Le Cam e Damien Seguin sono i primi tra i no-foil ed entrambi autori di una corsa eccezionele - Video dei piccoli fan di Jean le Cam

Trofeo Jules Verne: timone rotto per Gitana 17 che fa rotta verso Cape Town

Non possiamo riparare un danno del genere in mare e non possiamo più usare il nostro timone. Lo abbiamo sollevato e ora stiamo navigando a babordo senza timone. Siamo al sicuro, ma non siamo in grado di andare veloce

Volando sull'acqua da Ventimiglia a Montecarlo

Varato Monaco One, il catamarano di Monaco Ports per lo shuttle service con Cala del Forte – Ventimiglia.

Vendée Globe: una poltrona per tre

Mancano solo cinque giorni, o meno di 2000 miglia, al termine della nona edizione del Vendée Globe e per i primi skipper il finale è ancora aperto

Itama, grandi emozioni

Contatto diretto con il mare, look mediterraneo e nuove motorizzazioni rafforzano il rinnovamento della gamma Itama

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci