giovedí, 18 luglio 2024

SNIPE

Mondiale Snipe con sopresa, titolo ai brasiliani Tavarez-Carvalho

mondiale snipe con sopresa titolo ai brasiliani tavarez carvalho
redazione

Talamone, 26 settembre- Grandi emozioni e sorpresa finale nella giornata conclusiva del Mondiale Snipe a Talamone. I brasiliani Mateus Tavarez e Gustavo Carvalho (Yate Clube de Bahìa) hanno vinto il titolo iridato Snipe, uno dei più importanti e ambiti della vela sportiva, riuscendo a recuperare ben 12 punti agli argentini Louis Soubie e Diego Lipszyc, che avevano condotto la classifica per tutta la settimana. L'ultima giornata ha visto la disputa dell'ottava prova, con un vento da ovest tra i 7 e i 9 nodi, andato poi a ruotare a sinistra. Soubie-Lipszyc dovevano difendere i 12 punti di vantaggio ma sono rimasti un po' imbottigliati a centro gruppo, arrivando alla prima boa in 14esima posizione con i brasiliani Tavares-Carvalho che invece giravano quarti. Adrenalina a mille e titolo in bilico, visto che a quel punto il vantaggio argentino era già scomparso. Nella prima poppa i brasiliani si portavano in testa mentre gli argentini perdevano posizioni, andando a girare intorno al ventesimo posto. Il resto della regata viveva nel controllo di Tavarez-Carvalho e nei disperati tentativi di Soubie di recuperare fino a quel tredicesimo che gli avrebbe ancora garantito il titolo. Nulla da fare, perché i brasiliani riuscivano a conquistare il secondo nell'ultima prova, vinta dai loro connazionali Gagliotti-Gomes, per poi fermarsi a contare le barche tra loro e gli argentini... due, tre..., quattordici ma le magliette albicelesti degli argentini si materializzavano sulla linea d'arrivo solo al ventitreesimo posto. Tavarez e Carvalho potevano così esplodere di gioia per la vittoria e, dopo essere stati raggiunti dalle altre barche brasiliane, si tuffavano nelle acque azzurre della Baia di Talamone per festeggiare. "E' una gioia incredibile", hanno detto i due subito dopo la vittoria, "Eravamo arrivati qui con l'obiettivo di arrivare nei primi dieci ma mai ci saremmo aspettati di vincere il Mondiale. La settimana è stata difficile ma a un certo punto la classifica si è messa in un modo che ci dava delle chance. Non era facile oggi controllare o attaccare ma abbiamo cercato di fare la nostra regata al meglio e una volta visto che Louis era indietro abbiamo cercato di allungarci sperando che lui non riuscisse a recuperare. E' andata così e siamo felicissimi, ancora non ci crediamo e ci ha fatto molto piacere che lui sia venuto subito a congratularsi". Tavarez-Carvalho chiudono con la serie 5-11-33-16-3-9-5-2 a 51 punti, otto in meno di Soubie-Lipszyc (4-6- 8-3-11-5-22-23). Il terzo posto va agli spagnoli Alvaro Martinez e Gabriel Utrera (Real Club Mediterraneo de Malaga). Migliori italiani nel Mondiale sono Enrico Solerio e Paolo Lambertenghi, che chiudono al quindicesimo posto (14-7-21-22-7-33-11-51). Si conclude così una bella edizione del Mondiale Snipe, sia juniores sia assoluto, organizzata con cura e passione dal Circolo della Vela Talamone presieduto dall'Ammiraglio Sergio Biraghi con il vice presidente Alessandro Testa a presiedere il team organizzatore. Un lungo evento che per due settimane ha portato nel borgo maremmano oltre duecento regatanti da ben 18 Nazioni che sono ripartiti felici dopo la bella cerimonia di premiazione nel race village, a cui ha preso parte anche il sindaco di Orbetello Monica Paffetti. Gli italiani tra i primi 40: 15.Solerio-Lambertenghi; 29.Bruni-Collotta; 37.Onofri-Di Giuseppe; 40.Poggi-Vanni


26/09/2015 21:00:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci