giovedí, 18 luglio 2024

MARINA DI LOANO

Marina di Loano, la stagione estiva si chiude con numeri positivi

marina di loano la stagione estiva si chiude con numeri positivi
redazione

Tempo di analisi e di bilanci a Marina di Loano, mentre volge al termine una stagione estiva ricca di soddisfazioni, progetti e nuove sfide di mercato già all’orizzonte.

La strategia di non fermarsi mai guardando sempre al futuro con fiducia e continuando così a lavorare anche nel periodo più difficile della pandemia, per garantire assistenza e sicurezza ai nostri clienti e nello stesso tempo di progettare nuove attività e iniziative, sta dando i primi risultati – spiega Gianluca Mazza, A.D. di Marina di Loano S.p.A. dal marzo 2020, arrivato a gestire la società proprio nei giorni immediatamente precedenti il primo lockdown – consentendoci di essere già pronti nelle ripartenze e alla gestione dell’attuale stagione, anche questa preceduta da qualche incertezza nei primi mesi dell’anno a causa di una possibile risalita dei contagi, ma che ci poi ha consentito di esprimere tutto il nostro potenziale caratterizzato da modalità di accoglienza a 360 gradi. Nello stesso tempo, con un leggero ritardo a causa delle pratiche amministrative, è stato definito il progetto di realizzazione di un impianto fotovoltaico, che fa parte della nostra strategia di ampio respiro sulla sostenibilità ambientale e che servirà , tra l’altro, per gestire la sfida dei costi dell’energia, un tema cruciale nel prossimo futuro per noi e per tutte le aziende in ogni settore.”

Una stagione che, infatti, si chiude con numeri positivi a doppia cifra rispetto al pari periodo 2021, grazie alle performance delle attività legate al nostro core business, con l’unica incognita dell’impatto sul bilancio legato all’aumento della bolletta energetica. La percentuale di occupazione del porto supera il 90%, c’è stato un significativo incremento del traffico di transito anche per il settore dei superyacht, diversi dei quali hanno fatto tappa Marina di Loano tra maggio e agosto e hanno poi scelto la Marina come loro base invernale. Sono stati registrati risultati positivi con incremento di presenze anche nelle attività che fanno di Marina di Loano una vera e propria “destination” nel ponente ligure, come la grande spiaggia di oltre 16.000 metri quadri, ancora attiva e frequentata in questa coda di stagione e più in generale le altre attività di accoglienza e di ristorazione.

Definizione delle strategie, programmazione e gestione: queste le parole d’odine di Gianluca Mazza. La scelta di riorganizzare lo staff di una marina, che si contraddistingue rispetto ai competitor per le diverse linee di business, inserendo un responsabile per lo sviluppo commerciale del diporto, uno per la gestione immobiliare e turistica e uno per l’operatività del porto, ognuno esperto del proprio settore, ha consentito a tutta la struttura di lavorare per obiettivi garantendo qualità e professionalità nell’accoglienza e nella gestione dei clienti. La presenza ai principali saloni europei come il Cannes Yachting Festival e il Salone Nautico di Genova ha offerto ulteriore visibilità sul mercato di riferimento. 

Forte anche la spinta sul tema della sostenibilità ambientale con l’adozione di soluzioni di mobilità elettrica a disposizione per gli ospiti e l’attivazione di colonnine di ricarica rapida di ogni tipo di auto elettrica. In attesa di vedere realizzato nella sua globalità il progetto di riqualificazione, sono in corso d’opera con i primi interventi che vedranno la luce entro la prossima stagione, orientati ad offrire sempre una più ampia dotazione di servizi a clienti e diportisti. E anche nel 2022 Marina ha ottenuto la Bandiera Blu, il prestigioso riconoscimento che la Fee (Foundation for Environmental Education, la Fondazione per l'Educazione Ambientale fondata nel 1981) assegna agli approdi turistici che rispondono a severi criteri nell'ambito del rispetto e della gestione di tutte le tematiche ambientali. 


20/09/2022 16:49:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci