giovedí, 18 luglio 2024

ROLEX SWAN CUP

La Rolex Swan Cup entra nel vivo

la rolex swan cup entra nel vivo
redazione

 La seconda giornata della Rolex Swan Cup è iniziata come da programma alle ore 12 sia per la Division 1, impegnata in un percorso costiero, che per la Division 2 che ha svolto due prove bastone. Grande impegno soprattutto per tattici e strateghi, chiamati a interpretare un vento da Sudest con intensità variabile sulle differenti aree del percorso, dagli 8 ai 20 nodi.

La Rolex Swan Cup è una regata con cadenza biennale organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il cantiere Nautor Swan e con il supporto del title sponsor Rolex, giunta alla 21^ edizione si concluderà domenica 18 settembre.

In ragione del vento da sudest, il Comitato di regata ha predisposto per la Division 1 un percorso di circa 29 miglia che ha portato gli Swan Maxi e Mini Maxi a costeggiare il lato orientale delle isole di Caprera e di La Maddalena fino al faro di Barrettinelli di Fuori, per poi far rientro all’arrivo, accorciato all’altezza di Capo Ferro. Percorso simile ma di circa 25 miglia per gli Swan classici S&S e i Grand Prix con arrivo accorciato all’altezza dell’Isola dei Monaci.

vertice. Secondo e terzo posto di giornata rispettivamente per lo Swan 100 Onyx, con Gavin Brady alla tattica e lo Swan 90 Freya con Mike Toppa alla tattica. In classifica generale Plis-Play precede Freya e Onyx. David Madrazo, crew boss di Plis-Play: “Siamo particolarmente contenti per aver saputo recuperare una partenza non buona, tutto l’equipaggio e in particolare il tattico Laureano Wizner hanno fatto un ottimo lavoro, tanto da aver ripreso gran parte della flotta nel corso dell’ultimo lato verso il traguardo. La barca naviga perfettamente e siamo contenti anche di questo”.

Tra gli Swan Mini Maxi le prime tre posizioni continuano ad essere appannaggio degli Swan 601, Flow, Arobas e Les Amis oggi hanno concluso nell’ordine e mantengono le stesse posizioni anche in classifica generale.

Nella classe riservata agli Swan classici Sparkman & Stephens, vincitore di giornata è stato lo Swan 36 Josian, il più piccolo della flotta presente a Porto Cervo, seguito da Mascalzone Latino XXXIII e Shirlaf. In classifica generale Mascalzone Latino XXXIII mantiene la leadership con un punto di vantaggio su Josian e due su Shirlaf.

Tra gli Swan Grand Prix oggi ha primeggiato lo Swan 58 britannico OM II, al debutto nella Rolex Swan Cup, davanti allo Swan 56 spagnolo Clem Primero e allo Swan 53 tedesco Crilia, che mantiene il primo posto in classifica generale per un punto su OM II. Terzo lo Swan 48 Anya, oggi quinto.

Le due prove a bastone hanno visto il ClubSwan 50 Stella Maris di August Schram ottenere i migliori parziali di giornata (3-1) davanti a Tango del socio YCCS Christian Kilger (1-6). In classifica generale provvisoria Balthasar di Louis Balcaen mantiene il primo posto con un punto di vantaggio su Tango e tre su Stella Maris. August Schram, armatore di Stella Maris: “È stata una bella giornata di vela, con condizioni difficili, ma il nostro tattico Robert Scheidt è uno disposto a prendere decisioni coraggiose, come il tenersi sul lato sinistro quando il destro sembrava un po' meglio, alla fine però la scelta ha pagato molto bene. Belli i duelli ravvicinati con Cuordileone e Hatari”.

Tra i ClubSwan 36 continua la leadership di G Spot di Giangiacomo Serena di Lapigio, oggi autore di un primo e un secondo posto, che consolida la sua posizione davanti a Farstar di Lorenzo Mondo (2-6) e Mamao di Haakon Lorentzen oggi settimo e primo nella seconda prova.

Tra i ClubSwan42, il vincitore di giornata con un terzo e un primo è Nadir di Pedro Vaquer Comas. Al comando della classifica generale resta però Selene Alifax di Massimo De Campo (4-2) davanti a Nadir e Pez de Abril di Jose Maria Meseguer (1-6). Dominio di Blue Sky di Claudio Terrieri tra gli Swan 45, con due primi posti di giornata si porta al vertice della classifica generale.

La giornata si è conclusa con il rinfresco post regata in piazza Azzurra e con la premiazione giornaliera offerta da Quantum Sails.

Domani il programma prevede la regata lunga costiera per tutte le classi, con il primo segnale di avviso in programma per le ore 12. ph. Max Ranchi

 

 


14/09/2022 21:28:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci