sabato, 25 maggio 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

la cinquecento    cnsm    optimist    attualità    maxi    tre golfi    regate    foil    rigasa    ambiente    porti    conftrasporto    america's cup    leggi e regolamenti    class 40    vele d'epoca    star    protagonist    orc    manifestazioni   

CARIBBEAN 600

La Caribbean 600 parla un po' italiano

la caribbean 600 parla un po italiano
Roberto Imbastaro

Nel secondo giorno della RORC Caribbean 600, Maserati Multi70 (ITA) di Giovanni Soldini è in pole position, con un'ora di vantaggio sul record della regata. Le riprese video effettuate a bordo di Maserati rivelano condizioni infernali in coperta a oltre 30 nodi di velocità.

 

Il MOD70 Zoulou (FRA), condotto da Erik Maris, si trovava a soli 17 minuti da Maserati, ma basta un'avaria o un errore e tutto può ancora accadere. All'alba del secondo giorno, Maserati e Zoulou si sono affrontati all'ombra del vento della Guadalupa. Zoulou ha tentato la fortuna, passando a sud di Marie-Gallante. Per stabilire un nuovo record di regata per multiscafi, il tempo da battere è 17:08:44 AST (UTC -4) di martedì 21 febbraio. È molto probabile che Maserati o Zoulou diventino i nuovi detentori del record per la RORC Caribbean 600.

 

RC Super Zero

Pyewacket 70 (USA) con lo skipper Ben Mitchell guida la carica verso sud raggiungendo oltre 20 nodi di velocità. Il Volvo 70 americano si trova a circa metà della regata, a 100 miglia dalla Guadalupa. Il Volvo 70 I Love Poland (POL) di Grzegorz Baranowski si trova a 15 miglia da Pyewacket 70, ma dopo la correzione del tempo IRC è in testa alla classe con poco più di un'ora di vantaggio. Il VO65 in testa alla regata è Wind Whisper (POL) con lo skipper Joca Signorini. A 16 miglia da I Love Poland, Wind Whisper è terzo in IRC.

 

IRC Zero

All'estremità settentrionale del percorso, i primi classificati dell'IRC Zero hanno combattuto un epico duello durante la notte nel Canale di Anguilla. Il Pac 52 Callisto di Kate e Jim Murray (USA) e il CF520 Rán 8 di Niklas Zennstrom (SWE) hanno dato vita ad una lotta all'ultimo sangue fino a Ile Tintamarre. Scambiandosi le virate nel buio pesto della prima notte in mare, Callisto ha vinto la schermaglia, chiudendo con tre minuti e 20 secondi di vantaggio su Rán 8. Callisto era in testa alla classe dopo la correzione dei tempi IRC. Il Vice Commodoro del RORC Eric de Turckheim, in regata con l'NMD 54 Teasing Machine (FRA), ha doppiato Tintamarre 20 minuti e 19 secondi dopo Callisto. Dopo la correzione dei tempi IRC, Teasing Machine era al secondo posto e Rán 8 al terzo.

 

 

Class40

A diciannove ore dall'inizio della regata, sette Class40 hanno terminato la difficile rotta verso St Barths e hanno spiegato le vele per volare sottovento verso St Maarten. Due barche italiane erano in testa alla flotta: IBSA di Alberto Bona (ITA) era in pole position, con poco più di cinque minuti di vantaggio su Alla Grande - Pirelli di Ambrogio Beccaria (ITA). Curium Life Forward di Marc Lepesqueux (FRA) si è piazzato a 11 minuti da IBSA. Tquila di James McHugh (SUI), con lo skipper Brian Thompson, è a meno di due minuti da Curium.

 

IRC Uno

Appena 40 minuti dopo la correzione del tempo IRC che separava le prime tre barche a Saba, il Mills 41 Final Final di Jon Desmond (USA) era in testa. Il First 53 Yagiza (FRA) di Philippe Falle si è classificato al secondo posto, appena davanti al Lombard 46 Pata Negra (GBR) di Andrew e Sam Hall. Il fotografo del RORC Tim Wright è in acqua a St Barths con le macchine fotografiche pronte. Tim riferisce di una brezza di circa 14 nodi con una buona visibilità e un mare moderato.

 

IRC Due

Il J/133 Bella J di Ray Rhinelander (CAN) è stato il primo a doppiare Saba con soli 13 secondi di vantaggio sul First 47.7 EH01 di Andy Middleton (GBR). Altre tre barche hanno doppiato la remota isola nei 10 minuti successivi: Il JPK 1080 In Theory di Peter McWhinnie (USA), il First 47.7 Kali di Erich Buri (SUI) e il J/133 Vamoose di Bob Manchester (USA). Dopo la correzione dei tempi IRC, In Theory è in testa alla classe con 28 minuti di vantaggio su EH01, mentre Kali è terzo a soli nove minuti di distanza.

 

IRC in doppio

Le condizioni favoriscono le barche più grandi nella classe in doppio. Il Verdier 54 Notre Mediterranee - Ville de Nice (FRA), condotto da Fabien Biron e Pim Nieuwenhuis, aveva un vantaggio di tutto rispetto a Nevis: quattro ore di vantaggio in acqua e oltre due ore dopo la correzione del tempo IRC. Il Pegasus 50 Lifgun di Markus Moser, in regata con Marko Pas, era al secondo posto. La barca più piccola in gara, Figaro One Hultaj di Szymon Kuczynski (POL), è classificata terza.


21/02/2023 16:29:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Sugar 3 di Ott Kikkas vince il Campionato ORC del Mediterraneo

Ott Kikkas:"Abbiamo partecipato con un equipaggio misto estone e italiano che ha fatto un lavoro fantastico, sono davvero soddisfatto di loro, in particolare delle nostre leggende a bordo come Sandro Montefusco e Matteo Ivaldi"

Tre Golfi: il riscatto di Arca SGR

Dopo una battaglia senza esclusioni di colpi durata quasi 20 ore il maxi 100 italiano Arca SGR del Fast and Furio Sailing Team trionfa alle Regata dei Tre Golfi conquistando in un vero e proprio fotofinish la line honours dell’edizione 2024

Villasimius: al via il Sardinia Challenge, il Trofeo Kinder Joy of Moving e la Coppa Italia WingFoil

Dal 23 al 26 maggio Villasimius ospita il Sardinia Challenge, una serie di eventi legati al mondo della vela che comincia con la terza tappa del Trofeo Kinder Joy of Moving - Coppa Touring

Sardinia Challenge: a Villasimius il Trofeo Kinder e la Coppa Italia WingFoil

Dal 23 al 26 maggio prossimi, Villasimius ospita il Sardinia Challenge, una serie di eventi legati al mondo della vela che comincia con la terza tappa del Trofeo Kinder Joy of Moving - Coppa Touring

Class 40: Sericano e Rosetti in lizza per la Paprec 600

Le belle regate per i Class 40 esistono e le fanno i francesi. Il Trophée Mediterranée ha completamente snobbato la Roma per 2 ed ora le barche sono in acqua per questa bella regata che parte da Saint Tropez e si snoda tra le isole toscane

A Barcellona l'America's Cup si tinge di rosa con Puig

Il trofeo della Puig Women's America's Cup presentato a Barcellona

Marina Genova, concluso il 2° Classic Boat Show

Conclusa la seconda edizione del Classic Boat Show, la mostra-mercato rivolta al mondo della marineria tradizionale tenutasi dal 17 al 19 maggio 2024 presso il Marina Genova in contemporanea a Yacht & Garden

Draghetto di Enrico de Crescenzo è il 30° Campione Italiano ESTE 24

La barca del C.C.ANIENE, conferma la forza del sodalizio capitolino in questa classe, prendendo l’eredità di Ridecosì e di Aniene Young, predecessori vincenti di quattro titoli italiani

Protagonist: vittoria per El Moro alla 26ma Gentlemen's Cup

Nel weekend del 18-19 Maggio si è disputata la 26^ edizione della Gentlement’s Cup, campionato Open per Armatori Timonieri organizzato dal Circolo Vela Gargnano, quinto appuntamento per la Classe Protagonist per il circuito Bossong Sailing Series

Napoli: gli “Scugnizzi a Vela” varano la Nave Scuola Matteo Caracciolini

Ammiraglio Vitiello: “Il mare palestra e opportunità per insegnare regole”. Il Sindaco Manfredi: “Organizzazioni e istituzioni per una seconda opportunità”. Si festeggia la contrattualizzazione di due “Scugnizzi”

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci