lunedí, 15 luglio 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

quebec saint malo    yacht club costa smeralda    regate    optimist    carthago dilecta est    pesca    ambiente    wwf    reale yacht club canottieri savoia    rs21    swan    melges 32    rs aero   

WING FOIL

Il diciassettenne Luca Franchi si aggiudica la RRD One Hour Wingfoil

il diciassettenne luca franchi si aggiudica la rrd one hour wingfoil
redazione

E' lo sport acquatico dell’estate con un vero e proprio boom di corsi e praticanti: il Wing Foil già la scorsa stagione aveva le premesse per diventare lo sport di tendenza nei mari e nei laghi di tutta Italia e del mondo. E il Wing Foil è stato il protagonista in questo week end sul Garda Trentino, al Circolo Surf Torbole, sodalizio, che ha riproposto ad un anno dal suo debutto, la RRD One Hour Wingfoil, gara di un’ora tra le due sponde est e ovest del Garda Trentino per atleti e amatori. L’elenco iscritti è più che raddoppiato rispetto la scorsa edizione e non sono mancati bambini di 9-11 anni fino ad arrivare a campioni come il siciliano Francesco Capuzzo ed Estredo Gollito, atleta venezuelano già nove volte campione del mondo freestyle windsurf e ora astro del wingfoil. Ma tra i giovani ci sono atleti italiani, che stanno emergendo prepotentemente anche a livello internazionale come il vincitore assoluto Luca Franchi e altri giovanissimi, che si stanno dedicando a questa divertente e nuova disciplina sportiva tra cui il vincitore della scorsa edizione della RRD One Hour Wing Foil, il veronese Riccardo Zorzi o il sardo Nicolò Spanu.

Domenica sono state corse due gare, una la mattina e una il pomeriggio per recuperare la giornata di sabato, in cui non c’è stato vento sufficiente.

Sulla stessa linea di partenza atleti professionisti e tanti nuovi appassionati, che si sono iscritti alla veleggiata (gara per chi è alle prime esperienze sportive della disciplina). Tra le due sessioni la migliore è stata quella del pomeriggio in cui il vento da sud è stato più regolare in tutto il campo di gara e per tutti i riders è stata quella valida per la classifica finale, che considera il maggior numero di lati compiuti in un'ora.

Nella gara del mattino la classifica dei primi è stata più volte rimescolata con un recupero notevole di Alessandro Tomasi, giovane atleta di Riva del Garda impegnato anche nella classe olimpica di windsurf iQFoil, che è riuscito a spuntarla sugli avversari compiendo 31 lati in 1 ora 1 minuto e 11 secondi. Sfortunato Francesco Capuzzo, che ha avuto uno scontro con un altro regatante meno esperto e ha perso tempo prezioso; ne hanno approfittato il sardo Nicolò Spanu e il veronese Riccardo Zorzi, che hanno concluso rispettivamente secondo e terzo. Prima donna Maddalena Spanu, eclettica atleta sarda under 19, che è passata dal windsurf foil, al kite e ora anche al wingfoil. Ma nel pomeriggio, con l’arrivo del vento da sud più costante, per la seconda gara in programma tutta la flotta ha migliorato la propria performance e la classifica generale è cambiata almeno per quanto riguarda la categoria maschile: appassionante testa a testa per metà gara tra il genovese Luca Franchi e il rivano Alessandro Josè Tomasi; decisivo un bordo di Franchi che è rimasto sopravento rispetto all’avversario. Nel lato di ritorno il ligure era nettamente avanti e per il resto della gara, fino allo scadere dell’ora, ha guadagnato man mano sull’avversario. Franchi, oltre a vincere la RRD One Hour Wingfoil assoluta con 33 lati in un’ora e 46 secondi, si è aggiudicato la vittoria anche della categoria under 19, confermandosi un top rider così come dimostrato con la vittoria di categoria all'europeo Wingfoil dello scorso luglio a Rodi.

Tomasi, che rimane uno dei migliori atleti della specialità, si è dovuto accontentare, per così dire, del secondo posto, mentre il siciliano Francesco Capuzzo è arrivato terzo. Quarto posto assoluto e secondo under 19 del sardo Nicolò Spanu e terzo under 19 di Riccardo Zorzi. Si è confermata prima nella classifica femminile, nonchè under 19, la sarda Maddalena Spanu; secondo e terzo posto assoluto rispettivamente di Martina Leso e Sofia Trentini.

 


28/08/2022 19:41:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint-Malo: naufragio (e salvataggio) per Alberto Riva e Acrobatica

L’equipaggio, composto da Alberto Riva, Jean Marre e Tommaso Stella, sta bene ed è al sicuro su una nave cargo che l’ha tratto in salvo

“Route to Barcelona”: Silvestri e Paliotto (RYCC Savoia) staccano il pass per assistere alla UniCredit Youth America’s Cup

Si è svolta venerdì scorso, 5 luglio, la terza delle sette regate previste dall’iniziativa promossa da UniCredit “Route to Barcelona”

Quebec Saint Malò: per Ambrogio non va "alla grande", lo scafo imbarca acqua

Regata finita anche per Ambrogio Beccaria che imbarca acqua nel suo Class 40 Alla Grande Pirelli

Quebec Saint Malò: Alberto Riva, Tommaso Stella e Jean Marre sbarcheranno alle Azzorre

La direzione di corsa della Quebec Saint Malò ha comunicato che la petroliera liberiana Silver Ray con a bordo i tre velisti soccorsi ieri in pieno Atlantico, farà scalo nelle isole Azzorre, per consentire lo sbarco

L'87% del Mar Mediterraneo è inquinato!

Con 1,9 milioni di frammenti per mq presenta la più alta concentrazione di microplastiche mai misurata nelle profondità. L’inquinamento idrico provoca 1,4 milioni di morti premature al mondo ogni anno

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Moscioli in pericolo: Slow Food decide il fermo pesca

Innalzamento temperature marine: dovremo dire addio al saporito Mosciolo selvatico di Portonovo?

"Stenghele" di Pietro Negri vince a Malcesine l'Act4 della RS21 Cup Yamamay

Una tre giorni molto combattuta, con 32 team al via, caratterizzata dalle bizze del meteo, ma con cinque prove spettacolari sfruttando l’Ora, vento pomeridiano da Sud, puntuale a dare una mano ai velisti in regata

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci