giovedí, 18 luglio 2024

MAXI

Capri: un finale al fotofinish per i Maxi

capri un finale al fotofinish per maxi
redazione

Mentre molti pronosticavano che la seconda giornata di regate costiere del Campionato Europeo IMA Maxi sarebbe stata annullata a causa delle pessime condizioni previste con persino un avviso ufficiale di burrasca emesso a causa di un'intensa depressione che stava passando su Napoli, in realtà la giornata di oggi ha offerto alcune delle migliori competizioni e regate. Con un vento di 15 nodi, inizialmente da Sud (in opposizione a quello di ieri), il percorso è stato impostato con un'area di partenza al largo del porto di Sorrento, sede dell'evento, e con l'isola di Capri che è diventata la gigantesca boa naturale della regata. A differenza di ieri, quando la pioggia sembrava interminabile, oggi i rovesci sono stati meno numerosi ma più ampi e intensi, soprattutto nella parte posteriore dell’isola di Capri. 

Se ieri la regata era stata dedicata alle barche più piccole, oggi è stata la volta delle barche più grandi, con quattro ex Maxi 72 e il ClubSwan 80 My Song che hanno occupato i primi cinque posti in tempo compensato IRC. I primi tre classificati, in particolare, hanno dato vita a una spettacolare regata ravvicinata: dopo 2 ore e 17 minuti di regata Cannonball di Dario Ferrari ha preceduto di un solo secondo il ClubSwan 80 My Song di Pier Luigi Loro Piana e Proteus di George Sakellaris di altri 13 secondi.
 
In IRC ha vinto Proteus, che ha preceduto Cannonball di un minuto e 38 secondi. Proteus era partito vicino alla barca del comitato di regata ed è andato a lungo con mure a dritta senza virare, avendo precedenza su tutta la flotta che ha dovuto lasciarla passare. Questo le ha permesso di arrivare prima ai Faraglioni, iconico simbolo di Capri.
 
Dopo i primi cinque classificati si è dovuto attendere più di mezz'ora per l'arrivo del resto della flotta. Ancora una volta il Vallicelli 78 H20 di Riccardo de Michele si è aggiudicato la vittoria nel a classe Maxi 4, conquistando oggi il sesto posto assoluto, ma il primo ad arrivare a Sorrento di questa seconda ondata è stato Cippa Lippa X di Guido Paolo Gamucci.
Il Mylius 60 a chiglia basculante per vincere la classe Maxi 3, avendo concluso con poco più di un minuto di vantaggio sul Vismara-Mills 62 Leaps and Bounds 2 di Jean-Philippe Blanpain. 

Il vincitore assoluto di ieri, lo Swan 65 ketch Shirlaf di Giuseppe Puttini, si è piazzato oggi all'11° posto overall e attualmente occupa l'8° posto della classifica generale. In ascesa anche il ClubSwan 80 My Song che, dopo una giornata difficile ieri, ha tagliato la linea del traguardo a mezza lunghezza dal primo, Cannonball. Il suo super equipaggio, che include tra gli altri il Presidente di North Sails Group, il famoso velista Ken Read, oggi è stato guidato dal giovane skipper di 49er del Circolo del Remo e della Vela Italia, Federico Figlia di Granara: “Ho avuto un’occasione più unica che rara, l’armatore Pigi Loro Piana non poteva essere a bordo e, visto la regola di classe per cui solo un non professionista può stare al timone, mi è capitato questo onore, che è anche una grandissima responsabilità. La barca è velocissima, in alcuni momenti, rispetto al posizionamento sulle raffiche ricordava vagamente il 49er; chiaramente sono diverse, ma è pur sempre una barca a vela, molto più grande ed è bellissima. Ho potuto imparare tantissimo da tutti i talenti che sono a bordo di My Song, devo fare tesoro di questa esperienza, che nel breve non credo mi capiterà ancora”.
 
Nel percorso odierno di ritorno da Capri hanno navigato regolarmente a 20-21 nodi, il che ha permesso loro di raggiungere i Maxi 72 precedenti. 

Nella classifica generale dell'IMA Maxi European Championship H20 continua a essere al comando, ma il successo degli ex Maxi 72 li ha visti conquistare il resto del podio, con North Star di Peter Dubens, vincitore della Regata dei Tre Golfi, oggi a pari punti con il terzo classificato Cannonball. Dopo la vittoria di oggi, Proteus è quarto.
Secondo Will Oxley, autorevole meteorologo di Proteus, domani il vento dovrebbe oscillare tra i 4 e i 10 nodi da Sud-Ovest, ma ancora più leggero è previsto per la giornata decisiva e conclusiva di questo secondo Campionato Europeo IMA, giovedì, e purtroppo la pioggia rimarrà. 
 
L'IMA Maxi European Championship è organizzato dal Circolo del Remo e della Vela Italia (CRVI) in collaborazione con l'International Maxi Association, è supportato da Rolex come Official Timepiece e da Loro Piana. ph. Carlo Borlenghi


17/05/2023 00:05:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci