venerdí, 12 luglio 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    quebec saint malo    carthago dilecta est    pesca    ambiente    wwf    reale yacht club canottieri savoia    rs21    swan    melges 32    rs aero    regate   

REGATE

Blue, il TP52 di Bonfiglio Mariotti, vince la 24 Ore di San Marino

blue il tp52 di bonfiglio mariotti vince la 24 ore di san marino
Laura Doria (comunicato stampa)

Lo Yachting Club San Marino, sotto l’autorità della Federazione Sammarinese Vela, ha riportato lo spettacolo della 24 ORE DI SAN MARINO, la regata dove è il tempo ad essere il vero avversario da battere.

La regata, diventata un’icona degli eventi sportivi dell’Adriatico dal 1982, si è svolta su un percorso di 12 miglia a vertici fissi tra Rimini e Riccione da completare il maggior numero di volte durante le 24 ore. 

Con una formula così particolare ed atipica per la vela, ma presa in prestito dalla più famosa gara automobilistica la 24 ore di Le Mans, la regata di San Marino è tornata nel 2024 dopo qualche anno di stop.

Il 1° giugno alle ore 15.00 quindi ben 27 barche hanno tagliato la linea partenza dal porto di Rimini per dare vita allo spettacolo della 24 ore di San Marino. 

Uno spettacolo che non è mancato visto che un vento di scirocco, con raffiche oltre i 25 nodi, è arrivato potente ed improvviso proprio qualche minuto prima della partenza, rendendo la prima parte della regata molto movimentata.

Alcune imbarcazioni hanno subito la situazione meteo con qualche rottura. Un Meteor (barca di 6 metri) ha disalberato, senza conseguenze per l’equipaggio, rientrando in porto senza bisogno di assistenza.

Il vento ha tenuto impegnati gli equipaggi fino alle prime ore della serata, per poi calare durante la notte entrando così in una fase della regata più tecnica. 

Alle 15.00 del 2 giugno, dopo esattamente 24 ore, il comitato di regata ha decretato lo stop della regata e le barche, sotto un cielo coperto e poco vento, hanno chiuso questo ritorno che ha entusiasmato equipaggi ed appassionati. 

Il Trofeo Challenger 24 Ore di San Marino, assegnato alla barca che ha effettuato più giri del percorso, è stato vinto da BLUE, TP52 dell’armatore Bonfiglio Mariotti. A bordo della barca riminese, oltre all’equipaggio storico, anche Luca Rosetti, vincitore della Mini Transat 2023. 
Al team è stato assegnato anche un orologio modello Aquis Date Calibre 400 di Oris. 

Lorenzo Fontanella (32 anni) il Trofeo Challenger “Antonio Sorci” per lo skipper più giovane. Il velista ha partecipato a bordo di un Meteor della flotta del Circolo Nautico Cervia, presente alla regata con ben 6 equipaggi formati da istruttori ed allievi.  

La premiazione di tutte le classi si è svolta nella serata di domenica 2 giugno presso la tensostruttura del Marina di Rimini dove i team e tanti appassionati hanno condiviso le emozioni della regata accompagnate dai vini offerti da Rimini Rebola e dalla famosa torta di San Marino offerta da La Serenissima.

Un grande entusiasmo, soprattutto da parte dei velisti più giovani, ha aperto una nuova stagione per 24 ore di San Marino che si dimostra, dopo lungo tempo, una regata ancora vincente. 

“Siamo molto felici di questo ritorno, dichiara Marco Santi Presidente dello Yachting Club San Marino, perché sono stati proprio i velisti e gli appassionati che conoscevano la regata a chiederlo. Quello che però ci rende ancora più orgogliosi della nostra 24 ore di San Marino è l’entusiasmo espresso dai team più giovani, quelli che non avevano mai vissuto la regata. Basti pensare che a bordo di una barca, l’Amante Frettolosa, c’erano padre e figlio. Una storia bellissima che solo lo sport, la vela ed il mare sono capaci di raccontare. Per questo stiamo già pensando alla nuova edizione 2025.”

UN EVENTO SPORTIVO REALIZZATO GRAZIE ALLO SPIRITO COLLABORATIVO TRA GLI ATTORI DEL SETTORE NAUTICO LOCALE

La regata è stata organizzata in collaborazione con le diverse realtà nautiche del territorio. Grazie al Marina di Rimini le barche iscritte hanno usufruito di un ormeggio gratuito presso la struttura. 

La regata 24 ore di San Marino è patrocinata dalla Segreteria di Stato Lavoro e Sport e dalla Segreteria di Stato Turismo della Repubblica di San Marino. 

ORIS ha scelto la 24 ORE DI SAN MARINO!

OGNI COSA DEVE AVERE UN SENSO

“Dal 1904 creiamo splendidi orologi meccanici, agiamo in modo responsabile e siamo felici di far gioire le persone. Questo è ciò che ha senso per noi. Tutto ciò che facciamo deve essere conforme a questa filosofia, in modo da dare un contributo positivo al mondo. Altrimenti, non lo facciamo. È così semplice”. (ORIS)

ORIS si conferma manifattura svizzera indipendente, innovativa di calibri a elevate prestazioni con il Calibro 400 automatico. I suoi eccezionali livelli di anti-magnetismo, la riserva di carica di cinque giorni e la garanzia di 10 anni stabiliscono un nuovo standard per l'orologeria meccanica svizzera.

Il tempo, la tradizione e CIACCI come partner che dal 1969, forte di una tradizione tramandata da generazione in generazione e di una approfondita conoscenza del mondo della gioielleria e dell’orologeria, propone stili diversi, curati da un’attenta selezione delle collezioni dalla qualità impeccabile. A queste doti si aggiungono caratteristiche di competenza, discrezione e affidabilità, qualità riconosciute dai clienti che identificano CIACCI come un punto di riferimento irrinunciabile, le cui vetrine propongono sempre nuove idee spaziando dal semplice “pensiero” ai regali importanti. Da qualche anno, allo storico punto vendita nella Repubblica di San Marino, una vera isola di raffinata tranquillità, si è aggiunta la sede di Rimini, che in pieno centro città, amplia notevolmente la gamma di preziosi e orologi con brand prestigiosi. CIACCI distribuisce nel territorio marchi di prestigio di orologeria come ZENITH, TUDOR, TAG HEUER, LONGINES, BAUME&MERCIER, SEIKO, HAMILTONSWATCH e nella gioielleria come DAMIANI, PASQUALE BRUNI, RE CARLO, MARCO GERBELLA, DODO e tanti altri. Da sottolineare due importanti servizi che CIACCI mette a disposizione dei suoi clienti: un laboratorio di assistenza e manutenzione che, con tecnici formati presso le Case originali, si prende cura degli orologi, favorendo prestazioni e longevità, e un rigoroso servizio di vendita on line, sostenuto da un efficace controllo qualità che termina con la relativa consegna. Una filosofia di lavoro che si alimenta di quella passione e quell’entusiasmo che quotidianamente consentono di perseguire gli obiettivi condivisi dei clienti, che sempre concludono una visita con un sorriso e una stretta di mano, felici per aver trovato più di quel che si aspettavano.

L’OROLOGIO IN PALIO PER LA 24 ORE DI SAN MARINO

ORIS AQUIS DATE CALIBRE 400

10 anni di Garanzia, impermeabile fino a 300 mt, Calibro 400 di Manifattura ORIS, resistente a urti e campi magnetici, cassa e bracciale in acciaio 316L, lunetta in Ceramica, 5 giorni di riserva di carica. 

L'Aquis Date Calibre 400 è un orologio storico, il primo equipaggiato con il rivoluzionario movimento automatico realizzato in proprio, antimagnetico e con riserva di carica di 5 giorni. 

L'Aquis Date Calibre 400 dispone di cassa in acciaio e bracciale nello stesso materiale dotato di un'innovativa fibbia estensibile. Presenta una lunetta girevole, una corona a vite, dettagli luminescenti ed è impermeabile fino a 30 atmosfere (300m).

La Serie Oris Calibre 400, capolavoro del design Swiss Made, offre una riserva di carica di 5 giorni, elevati livelli di anti-magnetismo e intervalli di manutenzione di 10 anni. Gli orologi dotati di questo movimento sono garantiti 10 anni. È davvero il nuovo standard.

 


03/06/2024 12:56:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint-Malo: naufragio (e salvataggio) per Alberto Riva e Acrobatica

L’equipaggio, composto da Alberto Riva, Jean Marre e Tommaso Stella, sta bene ed è al sicuro su una nave cargo che l’ha tratto in salvo

“Route to Barcelona”: Silvestri e Paliotto (RYCC Savoia) staccano il pass per assistere alla UniCredit Youth America’s Cup

Si è svolta venerdì scorso, 5 luglio, la terza delle sette regate previste dall’iniziativa promossa da UniCredit “Route to Barcelona”

Riva del Garda, Melges 32: parte benissimo il tedesco Wilma

Il team tedesco di Wilma con Nico Celon alla tattica mette da subito le cose in chiaro firmando con due vittorie le prime due prove della giornata

L'87% del Mar Mediterraneo è inquinato!

Con 1,9 milioni di frammenti per mq presenta la più alta concentrazione di microplastiche mai misurata nelle profondità. L’inquinamento idrico provoca 1,4 milioni di morti premature al mondo ogni anno

Quebec Saint Malò: Alberto Riva, Tommaso Stella e Jean Marre sbarcheranno alle Azzorre

La direzione di corsa della Quebec Saint Malò ha comunicato che la petroliera liberiana Silver Ray con a bordo i tre velisti soccorsi ieri in pieno Atlantico, farà scalo nelle isole Azzorre, per consentire lo sbarco

Quebec Saint Malò: per Ambrogio non va "alla grande", lo scafo imbarca acqua

Regata finita anche per Ambrogio Beccaria che imbarca acqua nel suo Class 40 Alla Grande Pirelli

Prima giornata della 39a Salò Sail Meeting

Un vento debole e discontinuo ha caratterizzato la prima giornata della 39a edizione della Salò Sail Meeting, classica di metà estate per i monotipi gardesani organizzata dalla Canottieri Garda

Moscioli in pericolo: Slow Food decide il fermo pesca

Innalzamento temperature marine: dovremo dire addio al saporito Mosciolo selvatico di Portonovo?

Prima Tappa Club Swan 42 a Valencia per il Trofeo SM La Reina

Nei Club Swan 42 vince Nadir di Pedro Vaquer, mentre il podio è tutto Swan negli ORC 1

Calasetta, RS Aero: seconda giornata della 4a regata nazionale

Francesca Ramazzotti passa al comando nella classe RS Aero5 e FIlippo Vincis sta dominando negli RS Aero 6

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci