mercoledí, 25 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cambusa    fincantieri    windsurf    vendee globe    press    aziende    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

CIRCOLI VELICI

Windsurf/kite: al Circolo Surf Torbole iniziano i corsi dedicati ai giovanissimi

windsurf kite al circolo surf torbole iniziano corsi dedicati ai giovanissimi
redazione

Dopo l’apertura del circolo ai soci e l’inizio degli allenamenti per le squadre agonistiche, con il mese di giugno al Circolo Surf Torbole iniziano anche i corsi di windsurf e kitesurf dedicati soprattutto ai giovani (8-16 anni). Un’occasione d’oro poter imparare discipline che sono in totale contatto con la natura, in un ambiente, qual è il Garda Trentino, che il mondo ci invidia. La garanzia della professionalità  viene offerta dagli istruttori federali, che nel tempo hanno formato decine di ragazzi, che poi si sono appassionati e hanno proseguito con l’attività pre-agonistica e agonistica, raggiungendo spesso brillanti risultati, ma soprattutto hanno fatto e fanno ancora parte di un gruppo affiatato di amici con la stessa passione. Non mancano tariffe agevolate per figli dei soci del circolo, residenti, più fratelli e per i soci della Cassa Rurale Alto Garda, partner storico del Circolo Surf Torbole. I corsi di avvicinamento per bambini e ragazzi dagli 8 ai 16 anni, sia di windsurf che di kitesurf, avranno durata settimanale dal lunedì al venerdì mattina con 4 ore e mezzo di attività ad un costo di 240,00 € a settimana, compreso pranzo, quota sociale, tessera FIV, assicurazione, t-shirt e attestato di partecipazione. Non mancano corsi di livello superiore di avanzamento, perfezionamento e pre-agonistica della durata di 1-2-3 mesi con 3 uscite a settimana

 

Tutti i corsi fanno parte del progetto delle scuole vela affiliate alla Federazione Italiana Vela dell’estate 2020 “ritrova la bussola”. La vela e le discipline annesse come windsurf e kitesurf, sono state valutate dal Politecnico di Torino -in un dossier fornito dal CONI al Ministero Sport e Salute-, tra le discipline sportive all’aperto più sicure e “a rischio zero”. Sono comunque stati predisposti rigidi protocolli secondo linee guida del Governo, del CONI e dei medici Sportivi, affinchè tutte le attività didattiche si svolgano in totale sicurezza. 

 


01/06/2020 21:28:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Europeo Windsurf RS:X a Vilamoura (POR)

Cinque azzurri presenti, tre uomini e due donne. Mattia Camboni, Daniele Benedetti e Carlo Ciabatti nella flotta maschile.Marta Maggetti e Giorgia Speciale in quella femminile

Yahia, il ragazzo che non sapeva nuotare: fuggito su un barcone ora è uno skipper

Yahia è nato in Niger, paese desertico senza sbocchi sul mare e tra i più poveri del pianeta, dove ha perso tutti i familiari e da dove è scappato imbarcandosi in Libia su un mezzo di fortuna

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci