venerdí, 4 dicembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    giancarlo pedote    cantieristica    aziende    windsurf    trofeo jules verne    sodeb'o    orc    vela    cambusa    fincantieri   

REGATE

Trofeo Formenton, il bis di Morgana

trofeo formenton il bis di morgana
redazione

La trentunesima edizione del Trofeo Mario Formenton, la prima da quando è diventato biennale, è stata dal punto di vista meteo sicuramente perfetta: vento da est salito sui 12-15 nodi giusto poco prima della partenza (data puntualmente alle 11:30 davanti a Porto Rafael) e via via aumentato anche fino a 20 nodi nella seconda metà del percorso, che come ogni edizione si è compiuto tra le isole dell’Arcipelago di La Maddalena. Il tutto accompagnato da un bellissimo sole e temperatura gradevole. Anche la partecipazione è stata piuttosto numerosa con quasi 40 barche sulla linea di partenza, di misure e caratteristiche diverse (Vistona barca d’epoca del 1937 insieme a veloci Swan da regata o i piccoli J24, fino alle comode barche da crociera), mettendo ancora una volta in primo piano lo spirito non competitivo di questa veleggiata, che vuole coinvolgere tutti coloro che trascorrono le proprie vacanze in un tratto di mare tra i più invidiati al mondo, così come faceva l’ex Presidente della Mondadori Mario Formenton, a cui la manifestazione è dedicata. Importante nell’edizione di quest’anno la collaborazione con “One Ocean Foundation”. La manifestazione infatti con lo slogan “For the Sea”, aveva l’obbiettivo di sensibilizzare tutti i partecipanti alla preservazione dei mari. All’iscrizione è stato fornito un retino allungabile fino a 3 metri affinchè ognuno durante le proprie veleggiate possa responsabilizarsi e contribuire alla raccolta di plastica in mare. Tutti gli iscritti sono stati invitati a firmare la “Charta Smeralda”, il codice etico di One Ocean Foundation per condividere i principi e le azioni a tutela del mare; un impegno a proteggerlo, riducendo l’impatto delle attività ricreative, sportive e professionali ed evitando rischi per l'ambiente marino e costiero. Gli organizzatori del Trofeo Formenton come ogni edizione sono stati lo Sporting Club Sardinia di Porto Pollo, lo Yacht Club Punta Sardegna di Porto Rafael e lo Yacht Club Costa Smeralda di Porto Cervo. 

 

La veleggiata

 

La flotta è stata suddivisa in quattro categorie, sebbene la partenza - spettacolare con le rocce di Porto Rafael a fare da sfondo, sia stata unica: categoria Crociera a rating FIV valida per l’assegnazione del Trofeo Formenton (formule di compenso assegnate secondo un sofware della Federazione Italiana Vela, che confronta alcuni parametri fissi di ogni imbarcazione), categoria Regata a Rating FIV, categoria ORC (le barche in possesso di certificato ORC - Offshore Racing Congress, utile per assegnare i compensi a barche dalle caratteristiche diverse) e classe Swan a rating ORC. Per il secondo anno consecutivo il Grand Soleil 40 di Francesco Di Tarsia Belmonte si è aggiudicato la vittoria nella classe Crociera e quindi per la prossima edizione prevista nel 2022, concorrerà per la vittoria definitiva del Trofeo Formenton, assegnato all’imbarcazione che vince per tre volte la classifica della classe Crociera. E’ dal 2017, con Jeroboam Ca’Nova, che non viene assegnato il Trofeo . Morgana ha vinto  impiegando in tempo compensato 3 ore 02’ 40”, secondo posto il 52LC di Fortunato Unali “Mira”, terzo l’X55 di ANdrea Dellitalia "X-Ray”. Per quanto riguarda la categoria Regata a Rating FIV vittoria del Mylius 60 Why Not di Roberto Colombo, primo anche in tempo reale, con il tempo di 2 ore e 34 minuti 34”. Secondo posto del First 31.7 di Luca Frascari (papà dell’azzurra nell'olimopico Nacra 17 Maelle con a bordo l’altra figlia Lucille campionessa nel giovanile 420) Asura e terzo del Grand Soleil 46.3 di Angelo Monni Carpediem. Lo Swan 42 Club Suspiria The Revenge di Antonino Venneri ha vinto sia lo speciale premio per gli Swan, che la categoria ORC, sebbene per soli 12” calcolando il tempo compensato. Secondo posto per Tango, il Solaris 42 Race di Christian Kilger e terzo per lo Swan 45 Tengher di Alberto Magnani.

L’appuntamento è ora per il 20 agosto 2022 con la 32^ edizione.

 


21/08/2020 23:28:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: falla a bordo per Escoffier, Jean Le Cam tenta di raggiungerlo

Kevin Escoffier, che si trovava al terzo posto nel Vendée Globe posizionato a circa 550 miglia nautiche a sud di Città del Capo, ha attivato il suo segnale di soccorso

FLASH - Jean Le Cam ha avvistato Escoffier e procede al recupero

La Direzione di corsa del Vendée Globe ha dirottato sul punto del Distress di Kevin Escoffier anche Boris Herrmann, Yannick Bestaven e Sébastien Simon

Vendée Globe: Pedote supera Sam Davies ed è 10°

Pedote:"Voglio solo continuare a cercare di fare le cose bene, preservare i materiali, cosa molto importante perché la barca è la mia sicurezza e la mia sorgente di velocità"

Vendée Globe: la calma è la virtù dei Pedote

Il nostro Giancarlo Pedote sta procedendo bene e senza scosse e guadagna posizioni. Ora è decimo a 646 miglia dal leader e viaggia spedito a più di 20 nodi

Trofeo Jules Verne: Coville vola, Cammas si ritira

Thomas Coville su Sodebo Ultim 3 continua la sua discesa dell'Atlantico del Nord in questo sabato mattina, scivolando a oltre 30 nodi mentre Franck Cammas sta rientrando a Lorient dopo aver urtato un UFO

Vendée Globe: per Pedote nel mirino c'è Buona Speranza

Dopo tre settimane di regate e quasi il 25% delle 21.638 miglia previste dal Vendée Globe sulla scia, Giancarlo Pedote vede la longitudine di Buona Speranza incombere all'orizzonte

Vendée Globe: problemi (risolti) per Giancarlo Pedote

La cima “furling line” che tiene il Code 0 ancorato alla barca si è rotta, la vela ha iniziato a sbattere ed era impossibile chiuderla

Vendée Globe: Yes HE Cam! Solo Jean poteva salvare Kevin

Non poteva cadere in mani migliori. Lo ha detto lo stesso Jean: « Il est tombé dans la bonne maison ! ». Yes we Cam…. ma solo lui poteva! Disegno della bravissima Manu Guiavarch per Jean Le Cam

Ecco la prima Italia Yachts 14.98 Bellissima

E' una vera easy sailing con molti accorgimenti utili per la navigazione da soli o in equipaggio ridotto: tra queste le 8 manovre rinviate in pozzetto permettono di regolare al meglio le vele e navigare sempre in tranquillità

Vendée Globe, Charlie Dalin:"Cerco il pedale del freno"

Ancora non confermato il passaggio di Kevin Escoffier su una fregata della marina francese, la Nivose, che potrebbe incontrare Yes We Cam vicino alla Crozet o alla Kerguelens

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci