lunedí, 25 maggio 2020

UCINA

Promesse da marinai: via dal maxi emendamento lo stralcio dei contenziosi per i porti turistici

promesse da marinai via dal maxi emendamento lo stralcio dei contenziosi per porti turistici
Roberto Imbastaro

C’è una cultura assistenzialista ed anti impresa in questo governo. Sarà bene che tutti gli imprenditori se ne facciano una ragione. I numerosi incontri di Ucina con diversi ministri non hanno sortito alcun effetto e l’emendamento parlamentare volto a chiudere a stralcio i contenziosi di 25 porti turistici con lo Stato non è stato inserito nel maxi emendamento del Governo, votato al Senato, che ha interamente sostituito la manovra.

E’ un problema diffuso: che si tratti di nautica, di commercio, di industria o di artigianato il problema del finto ascolto resta sempre lo stesso. Si incontrano i corpi intermedi, si pronunciano esattamente le parole che gli interlocutori vogliono sentirsi dire e si calmano per un po’ le acque. Poi si va avanti per una strada prefissata, quella che porta alle elezioni europee. Condannati a non contare nulla, questa è la verità. Anche perché la nautica non porta voti. Anzi potrebbe portarli solo nel caso protestasse. In quel caso i due dioscuri tuonerebbero contro i ricchi che strepitano mentre si devono tagliare le pensioni dai 1500 euro.

Ma ora, cara nautica, prometteranno di nuovo, ma solo se starai buona e non disturberai il conducente. Altrimenti andrà anche peggio, perché oltre agli aumenti retroattivi sui canoni demaniali, potresti anche prenderti un’ecotassa sui motori marini. Perché la Panda si e uno yacht no? Non mettete limiti alla “Manovra del Popolo”. Il fallimento delle imprese interessate non sarà “di Stato”, ma imputato agli imprenditori. E per i 2.200 addetti delle strutture portuali interessate (che numero ridicolo!) ci sarà comunque il reddito di cittadinanza.

Ovviamente il “saldo e stralcio” non si può applicare nel caso dei porti. Serve solo per chi è talmente furbo da non aver alcun bene intestato. E un porto, ahimè, è incontrovertibilmente un valore. Il Marina Blu di Rimini è solo il primo. In assenza di una specifica norma non sono valse a nulla le sentenze del Consiglio di Stato e quella della Corte Costituzionale, che ha sancito che i canoni possono essere aumentati, ma non retroattivamente, dovendosi distinguere fra i contratti di concessione in corso e quelli stipulati successivamente all’entrata in vigore degli aumenti. Le certezze giuridiche vanno a farsi benedire, ed è una di quelle ragioni che pesano come macigni sulla decisione di investire in Italia da parte di tutti gli imprenditori, italiani e stranieri. Parliamo, nel caso delle infrastrutture della nautica da diporto, di beni realizzati interamente con capitali privati e, a conclusione dei contratti di concessione delle superfici libere, gratuitamente devoluti al patrimonio pubblico dello Stato.

In questo scenario, UCINA Confindustria Nautica, conferma giustamente il suo impegno al confronto istituzionale. Ma mi chiedo, caro signor Grillo, in che porto ormeggerà questa estate il suo yacht. Ci sono 2200 amici che attendono una sua visita. Non li deluda!


24/12/2018 18:25:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Regione Sardegna: la nautica contro il Passaporto Sanitario

Gli operatori del comparto nautico e i charter denunciano un forte calo delle prenotazioni per l'incertezza normativa causata degli annunci del presidente Solinas sul Passaporto Sanitario

Marina Cala de’ Medici ottiene per la 10ª volta il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu Approdi

Il vessillo spetta alle località turistiche balneari che rispettano determinati criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio

Maxi Yacht a Venezia: i protagonisti in diretta Facebook

La diretta di giovedì 21 alle ore 21.15, organizzata dallo YC Venezia e dal CV Portodimare, vedrà la partecipazione di grandi nomi della vela che hanno gareggiato in molte edizioni dell’unica regata al mondo che si corre in un circuito cittadino

Pubblicate le linee guida per la ripartenza di diporto e charter

Nella tarda serata di ieri il Ministero dei Trasporti ha diffuso le linee guida per i porti turistici, la navigazione privata, il charter e il diving

Velista dell’Anno FIV 2019: premiazione online giovedì 28 maggio 2020 dalle 18.15

Superata la prima fase dura della pandemia, l’organizzazione dell’evento ha deciso di rompere gli indugi e ufficializzare i vincitori del Velista dell’Anno FIV 2019

1000 Vele per Garibaldi: un arrivederci al 2021

Rinuncia forzata all'edizione 2020 della 1000 Vele per Garibaldi, regata legata alle manifestazioni del Comune di La Maddalena dedicate all'eroe dei due Mondi

Mitek da Ravenna lancia i fuoribordo elettrici dai 2 ai 3 mila euro

La via romagnola alla nautica sostenibile. Protagonista Alfonso Peduto e il suo socio Giovanni Parise che in questi giorni lanciano i loro motori a partire da poco più di 2000 euro

La FIV lancia il suo progetto di scuola vela "Ritrova la bussola"

La Federazione Italiana Vela presenta il progetto sulla stagione delle Scuole Vela FIV 2020. Oltre 750 Circoli Velici in tutta Italia si preparano: "La cosa giusta da fare questa estate!"

Bari: il Circolo della Vela dona 50 tablet a studenti in difficoltà

Questa mattina in Comune la consegna di 50 nuovi tablet acquistati dai soci del Circolo della Vela in favore dei ragazzi delle famiglie più fragili che in queste settimane hanno incontrato difficoltà nel seguire le attività didattiche a distanza

Navigazione e turismo nautico necessitano di frontiere aperte

Confindustria nautica ha incontrato in una videoconferenza organizzata da Ebi (european boating industry), l'ambasciatore permanente aggiunto d'italia presso l'ue a bruxelles

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci