sabato, 15 agosto 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    mini 6.50    youth america's cup    cambusa    circoli velici    rs feva    persico 69f    trasporto marittimo    fiv    porti   

MAXI YACHT ROLEX CUP

Porto Cervo, Day 2 alla Maxi Yacht Rolex Cup

porto cervo day alla maxi yacht rolex cup
redazione

Secondo giorno di regata a Porto Cervo per la 30^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell'International Maxi Association.

Il vento da nordovest in rotazione a nord è stato leggero, 8 - 10 nodi con locali rinforzi fino a 13 nodi. Un'aria leggera ma sufficiente a fare disputare regolarmente alle 50 imbarcazioni presenti le prove in programma: due regate a bastone di circa 8 miglia ciascuna per le classi Mini Maxi Racer/Cruiser e Mini Maxi Cruiser/Racer, mentre tutti gli altri hanno disputato una prova costiera di lunghezza compresa tra le 27 e le 35,5 miglia in funzione della categoria dell'imbarcazione. Dopo la partenza, la flotta si è diretta verso l'isolotto dei Monaci, lo ha lasciato a sinistra per scendere nel golfo delle Saline, lasciare a sinistra la secca di Tre Monti, attraversare il passo delle Bisce e scendere a doppiare le isole di Mortorio e Soffi per far poi ritorno a Porto Cervo.

I vincitori di giornata nelle singole classi sono stati: Cannonball del socio YCCS Dario Ferrari (Mini Maxi R1), SuperNikka di Roberto Lacorte (Mini Maxi R2), Flow di Stephen Cucchiaro (Mini Maxi RC), H2O di Riccardo De Michele e Lunz am Meer (Mini Maxi CR), l'R/P 82 Highland Fling XI (Maxi Racing), il Cookson 85 Vera (Maxi RC), il J Class Topaz (Supermaxi) e Lyra di Terry Hui (Wally Class).

Così hanno commentato la giornata alcuni tra i protagonisti. 

Dario Ferrari, armatore e timoniere di Cannonball: "Navigare a Porto Cervo è per me da sempre una delle gioie più grandi, difficile trovare un altro posto bello come questo! La regata di oggi è stata vinta nel primo quarto d'ora nel quale siamo riusciti a staccarci dal gruppo. Quando sei davanti, soprattutto in una costiera, è tutto più facile, sei libero di fare le tue scelte tattiche e allungare sugli inseguitori. C'è stata solo una fase di calo d'aria in cui Bella Mente si è avvicinata ma poi siamo ripartiti. Abbiamo regatato bene e la barca ha un passo notevole, le migliorie apportate stanno dando i frutti attesi, dopo aver vinto a Palma adesso siamo al comando della classifica provvisoria ma qui abbiamo più avversari e di tutto rispetto. Vesper (ex Momo) mi pare perfettamente gestito, Jethou con vento forte è molto veloce, Sorcha è forte e si sta comportando bene, la nuova Bella Mente è all'esordio non ha ancora dimostrato le sue potenzialità, ma non tarderà".

Cameron Appleton, tattico su Highland Fling XI: "Questa giornata era più adatta alla nostra barca piuttosto che ad altre più grandi e larghe. Abbiamo fatto una buona partenza e una buona prima parte della regata, che era cruciale per non distaccarci troppo, è stata questa la chiave di volta per la vittoria odierna. I ragazzi hanno fatto un grande lavoro con la scelta e i cambi delle vele, necessari in questi splendidi percorsi costieri, dove ho potuto regatare con tante classi diverse, tra cui i maxi yacht".

Roberto Lacorte, armatore e timoniere di SuperNikka: "Siamo partiti con il piede giusto, due giorni con due vittorie. Sono ormai cinque anni che regatiamo con lo stesso equipaggio e abbiamo perfettamente messo a punto la barca. Ogni anno alla Maxi scopriamo di avere acquisito qualche numero in più in termini di performance, con la barca veloce siamo liberi di scegliere la tattica migliore e difenderci al meglio quando è il momento di farlo, grazie all'equipaggio che sta facendo un lavoro fantastico. I nostri avversari diretti sono di tutto rispetto, Wild Joe e Spectre hanno a bordo dei gran professionisti, infatti le regate tra di noi sono sempre molto combattute e ravvicinate, non sono ammessi errori. Certo, con una barca così è più semplice regatare".

Dopo il secondo giorno di regata la classifica generale provvisoria vede al comando nelle rispettive classi: Cannonball (Mini Maxi R1), SuperNikka (Mini Maxi R2), Flow (Mini Maxi RC), Lunz Am Meer (Mini Maxi CR), Highland Fling XI e Rambler 88 a pari punti (Maxi Racer), Vera (Maxi RC), Topaz (Super Maxi), Magic Carpet Cubed e Y3K a pari punti (Wally Class).

Domani, 4 settembre, le regate riprendono alle ore 12 locali con previsioni di vento da nord tra i 12 e i 15 nodi. La Wally Class sarà impegnata in regate a bastone, mentre le altre classi regateranno su un percorso costiero. Alle ore 9.30 è previsto il consueto Weather Briefing a cura di Quantum Sails. Ph. Max Ranchi 

 


03/09/2019 22:12:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Persico 69F: a Gargnano primo giorno di "Revolution"

In evidenza alla fine della prima giornata gli equipaggi di Botticini, Gallinaro, e Caldari oltre ai fuoriclasse da Hong Kong

Caos istituzionale e il porto di Venezia soffre

La Venezia Port community chiede di quali poteri possa disporre il neonominato Commissario all'Autorità di Sistema Portuale e quali confini circoscrivano la cosiddetta ordinaria gestione

Optimist, "Ora Cup Ora": conclusione con un bel vento teso da nord

Nella categoria juniores la spunta il campione britannico Santiago Sesto Cosby; la napoletana Caracciolo vince tra le femmine Tra i più piccoli netta vittoria di Mattia Benamati; rimonta della rivana Berteotti, che supera la tedesca Brinkmann

ASSARMATORI: vinta la prima battaglia per rilanciare l’economia del mare

“L’emergenza Covid, nella sua drammaticità, ha in queste ore provocato quella che va considerata una reazione positiva insperata: far comprenderealle Istituzioni nazionali l’importanza dell’economia e dell’industria del mare”

Optimist: prime prove per la "Ora Cup Ora"

Iniziata al Circolo Vela Arco la 25^ Ora Cup Ora, classe Optimist.Tra gli juniores in testa l’azzurra Ginevra Caracciolo, tra i più piccoli parità di punteggio nei primi tre

MINI 6.50: Mengucci e Caparrotti raccontano la 1a tappa della SAS 6.50

Les Sables - Les Açores en Baie de Morlaix - Intervista a Domenico Caparrotti e a Giovanni Mengucci che ci raccontano il loro impatto con la corsa

Garda: due sole prove per la Persico 69F Revolution

A comandare oggi sulla sponda bresciana del Lago di Garda è stato il vento: le condizioni meteo, infatti, hanno rallentato il programma della Persico 69F Revolution.

Mini 6.50, Les Sables d'Olonne: partita la 2a tappa verso Roscoff

Domenico Caparrotti: "Per me è come stare all'Università"

La vela si ferma per la scomparsa di Carlo Rolandi, presidente onorario FIV

Carlo Rolandi è stato la storia stessa di quasi un secolo di Vela sportiva italiana. Nove Olimpiadi, Otto anni Presidente FIV, protagonista in Italia e nel mondo

Optimist: sul Garda vento leggero per la "Ora Cup Ora"

Domenica la conclusione; al comando tra i più piccoli Mattia Benamati (nella foto) e tra gli juniores il romano Alessandro Cirenei. Gaia Zinali passa in testa tra le femmine

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci