mercoledí, 13 novembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

attualità    hobie cat16    circoli velici    cambusa    campionati invernali    transat jacques vabre    giancarlo pedote    arc    alinghi    gc32    record    luna rossa    aziende   

MAXI YACHT ROLEX CUP

Porto Cervo, Day 2 alla Maxi Yacht Rolex Cup

porto cervo day alla maxi yacht rolex cup
redazione

Secondo giorno di regata a Porto Cervo per la 30^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell'International Maxi Association.

Il vento da nordovest in rotazione a nord è stato leggero, 8 - 10 nodi con locali rinforzi fino a 13 nodi. Un'aria leggera ma sufficiente a fare disputare regolarmente alle 50 imbarcazioni presenti le prove in programma: due regate a bastone di circa 8 miglia ciascuna per le classi Mini Maxi Racer/Cruiser e Mini Maxi Cruiser/Racer, mentre tutti gli altri hanno disputato una prova costiera di lunghezza compresa tra le 27 e le 35,5 miglia in funzione della categoria dell'imbarcazione. Dopo la partenza, la flotta si è diretta verso l'isolotto dei Monaci, lo ha lasciato a sinistra per scendere nel golfo delle Saline, lasciare a sinistra la secca di Tre Monti, attraversare il passo delle Bisce e scendere a doppiare le isole di Mortorio e Soffi per far poi ritorno a Porto Cervo.

I vincitori di giornata nelle singole classi sono stati: Cannonball del socio YCCS Dario Ferrari (Mini Maxi R1), SuperNikka di Roberto Lacorte (Mini Maxi R2), Flow di Stephen Cucchiaro (Mini Maxi RC), H2O di Riccardo De Michele e Lunz am Meer (Mini Maxi CR), l'R/P 82 Highland Fling XI (Maxi Racing), il Cookson 85 Vera (Maxi RC), il J Class Topaz (Supermaxi) e Lyra di Terry Hui (Wally Class).

Così hanno commentato la giornata alcuni tra i protagonisti. 

Dario Ferrari, armatore e timoniere di Cannonball: "Navigare a Porto Cervo è per me da sempre una delle gioie più grandi, difficile trovare un altro posto bello come questo! La regata di oggi è stata vinta nel primo quarto d'ora nel quale siamo riusciti a staccarci dal gruppo. Quando sei davanti, soprattutto in una costiera, è tutto più facile, sei libero di fare le tue scelte tattiche e allungare sugli inseguitori. C'è stata solo una fase di calo d'aria in cui Bella Mente si è avvicinata ma poi siamo ripartiti. Abbiamo regatato bene e la barca ha un passo notevole, le migliorie apportate stanno dando i frutti attesi, dopo aver vinto a Palma adesso siamo al comando della classifica provvisoria ma qui abbiamo più avversari e di tutto rispetto. Vesper (ex Momo) mi pare perfettamente gestito, Jethou con vento forte è molto veloce, Sorcha è forte e si sta comportando bene, la nuova Bella Mente è all'esordio non ha ancora dimostrato le sue potenzialità, ma non tarderà".

Cameron Appleton, tattico su Highland Fling XI: "Questa giornata era più adatta alla nostra barca piuttosto che ad altre più grandi e larghe. Abbiamo fatto una buona partenza e una buona prima parte della regata, che era cruciale per non distaccarci troppo, è stata questa la chiave di volta per la vittoria odierna. I ragazzi hanno fatto un grande lavoro con la scelta e i cambi delle vele, necessari in questi splendidi percorsi costieri, dove ho potuto regatare con tante classi diverse, tra cui i maxi yacht".

Roberto Lacorte, armatore e timoniere di SuperNikka: "Siamo partiti con il piede giusto, due giorni con due vittorie. Sono ormai cinque anni che regatiamo con lo stesso equipaggio e abbiamo perfettamente messo a punto la barca. Ogni anno alla Maxi scopriamo di avere acquisito qualche numero in più in termini di performance, con la barca veloce siamo liberi di scegliere la tattica migliore e difenderci al meglio quando è il momento di farlo, grazie all'equipaggio che sta facendo un lavoro fantastico. I nostri avversari diretti sono di tutto rispetto, Wild Joe e Spectre hanno a bordo dei gran professionisti, infatti le regate tra di noi sono sempre molto combattute e ravvicinate, non sono ammessi errori. Certo, con una barca così è più semplice regatare".

Dopo il secondo giorno di regata la classifica generale provvisoria vede al comando nelle rispettive classi: Cannonball (Mini Maxi R1), SuperNikka (Mini Maxi R2), Flow (Mini Maxi RC), Lunz Am Meer (Mini Maxi CR), Highland Fling XI e Rambler 88 a pari punti (Maxi Racer), Vera (Maxi RC), Topaz (Super Maxi), Magic Carpet Cubed e Y3K a pari punti (Wally Class).

Domani, 4 settembre, le regate riprendono alle ore 12 locali con previsioni di vento da nord tra i 12 e i 15 nodi. La Wally Class sarà impegnata in regate a bastone, mentre le altre classi regateranno su un percorso costiero. Alle ore 9.30 è previsto il consueto Weather Briefing a cura di Quantum Sails. Ph. Max Ranchi 

 


03/09/2019 22:12:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vennvind al Mets di Amsterdam e a Boot Düsseldorf

Vennvind, abbigliamento tecnico e fashion per velisti si presenta al mercato internazionale. La collezione uomo-donna sarà presente al Mets di Amsterdam e a Boot Düsseldorf

Jacques Vabre: per Pedote un altro tassello verso il Vendée Globe

Il foil di dritta rotto e il timone sullo stesso lato danneggiato da un urto con un oggetto sommerso hanno rallentato la corsa di Prysmian

Cagliari: in mostra le foto del Nanuq alla ricerca del dirigibile Italia

82° 07’ Nord, in barca a vela ai confini del Polo sulle tracce del dirigibile Italia. Esposizione fotografica e video, inaugurazione 8 novembre ore 19:00

Fabrizio Lisco: dal CV Bari alla Coppa America con Rossa

Un sogno, quello di far parte del team italiano, che Fabrizio ha coltivato con entusiasmo sin da quando era piccolo e che ora sta vivendo ad occhi aperti con la consapevolezza che nulla dopo questo sarà più come prima

Transat Jacques Vabre: nei Multi 50 vince Groupe GCA - Mille et un Sourires

Venerdì 8 novembre, alle 5h 49mn 41s (ora italiana), Gilles Lamiré e Antoine Carpentier hanno tagliato il traguardo della 14a edizione della Transat Jacques Vabre Normandie Le Havre al primo posto nella categoria Multi50

Transat Jacques Vabre: in IMOCA la vince Apivia

Charlie Dalin e Yann Eliès sul loro Imoca 60 piedi, Apivia (Groupe Macif), hanno vinto nella loro classe la 14a edizione della Transat Jacques Vabre Normandie Le Havre

Chioggia: al via nel weekend il 43° Campionato Invernale

Prende il via domani a Chioggia la quarantatreesima edizione del Campionato Invernale di vela d'altura organizzato da Il Portodimare con la collaborazione di Darsena Le Saline

Cambusa - La ricetta di Mauro Ricciardi: spaghetti con seppioline nere

Un piatto facilmente eseguibile, buono per tutte le stagioni, che lo chef stellato erede del grande Paracucchi propone ai lettori per trasmettere loro i sapori della sua Liguria in tutta la loro semplicità

iFoil, 49er, Nacra, Kite: la vela olimpica va di corsa

L'Assemblea Generale di World Sailing ha chiuso la Conferenza Annuale del 2019 e preso le proprie decisioni per le future classi olimpiche

XII Invernale Porto Santo Stefano: bene Iemanja di Piero De Pirro

Si è disputata ieri, 10 novembre, la seconda giornata di regate del XII Campionato Invernale di Porto Santo Stefano evento al quale partecipano 22 imbarcazioni

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci