martedí, 24 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    fincantieri    windsurf    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

ESTE 24

Per gli Este 24 è tempo di Tricolore

per gli este 24 232 tempo di tricolore
redazione

Un 2020 agonistico, che tutti ricorderanno con tanta apprensione, continua per gli Este24 con l’appuntamento clou dell’anno. Dopo che a fine novembre 2019 la flotta aveva vissuto una vera e propria catastrofe con quella tromba d’aria giunta sulla flotta a Santa Marinella e subito dopo con lo stop imposto dall’emergenza sanitaria nella primavera scorsa, eccola nuovamente in acqua ancora più agguerrita che mai per il Campionato italiano di Classe. Ci vuole ben altro per fermare lo zoccolo duro degli armatori di una classe che ha sempre dimostrato grande coesione e sportività, elementi fondamentali che sono stati il volano per tornare a regatare già dal mese di luglio, in quattro weekend che hanno visto sempre una dozzina di equipaggi sfidarsi tra le boe di un mare tornato amico, vivo e colorato dalle vele Este24.

Dopo il quarto ed ultimo week end di metà settembre,  è “Ricca d’Este 37” di Marco Flemma ad aggiudicarsi il Trofeo Marconi 2020, seguito da Federica Archibugi su “Wasabino” e Roberto Ugolini a bordo di “La Poderosa 2.0”. Un podio di conferme che nasconde le tante presenze di nuovi ottimi velisti entrati a partecipare alla nuova era di Classe Este 24 che si conferma un mondo aperto ed accessibile a chiunque abbia voglia di misurarsi a bordo di barche belle, tecniche e divertenti. 

Ora tutti proiettati sul Campionato Italiano Este 24 in programma sempre a Santa Marinella dal 22 al 25 ottobre 2020, grazie all’organizzazione del Circolo Nautico Guglielmo Marconi e con la collaborazione del Marina di Santa Marinella. Tre giorni di regate per dimostrare il valore tecnico di questa classe dal dna vincente. 

“Almeno una volta nella vita lo devi fare ! - afferma Alessandro M. Rinaldi , Presidente dell’Associazione Nazionale Classe Este24 -  Per gli appassionati di monotipi, per i velisti amanti del mare , della vela e della navigazione, per coloro che sognano di andare in barca con amici e con i figli, per quelli che non mollano mai, l’appuntamento da non perdere è il Campionato italiano Este24! E’ inutile rammentare ciò che è successo negli ultimi 11 mesi, perché significa guardarsi indietro e invece la nostra Classe vuole guardare sempre avanti e procedere verso il suo riposizionamento nell’amata sede di Santa Marinella, verso l’ammodernamento dell’attrezzatura della flotta, con l’inserimento anche di nuovi giovani velisti. Un ringraziamento speciale va al Cantiere Navale Este che in tempo record ha permesso di sistemare perfettamente tutta la flotta ed assisterla per rimetterla in acqua immediatamente, garanzia per tutti gli armatori che si divertono durante l’intero anno con i loro monotipi. Abbiamo nel frattempo rinnovato anche i vertici dello storico Circolo Nautico Guglielmo Marconi con l’insediamento del nuovo Presidente, l’amm. Franco Lo Sardo, Presidente Onorario della Classe E24, che , nel pieno rispetto dei rigidi protocolli imposti dalla normativa federale a tutela dei partecipanti, ci preparerà l’organizzazione del Campionato Italiano in programma nell’ultimo week end di ottobre nella baia dorata di Santa Marinella. Appuntamento quindi in acqua per venerdì 23 ottobre. Vinca il migliore e Buon vento a tutti !!”

 

Dichiarazione di Paolo Brinati  :

“Quest’anno è appena trascorso non ce lo scorderemo mai , e questo è un dato di fatto.

Ma per modus operandi noi prendiamo il buono da tutto. E allora dobbiamo rilevare una Classe che si è coesa dopo una sciagura inimmaginabile, che si è unita nella solidarietà reciproca e che con atteggiamento positivo ha lavorato per recuperare i danni della tromba d’aria di novembre scorso. Neanche il tempo di finire tutte le riparazioni dei danni derivati ed ecco la pandemia. Anche qui abbiamo dato il meglio, tornando in acqua appena ci è stato consentito e dimostrando la voglia di restare attivi. Anche adesso, con questo terribile virus che sta di nuovo prendendo piede dobbiamo essere forti e rispettosi delle regole e dei protocolli di sicurezza in modo assoluto. La vela è uno dei pochi sport sicuri: si svolge all’aria aperta, in un ambiente salino e col sole. Indossiamo la mascherina sempre, anche in barca, non scambiamo bottiglie e borracce (né boccali di birra), stiamo distanziati in tutti i momenti diversi dalla stretta regata. Così facendo ce la faremo. La vela è la nostra passione, seguiamo le regole e continuiamo a praticarla! La classe Este 24 fornirà ad ogni partecipante una mascherina con il nostro logo. Usiamola in modo serio!. E poi , vinca il migliore”

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Ripartito! Per Jérémie Beyou un nuovo Vendée Globe tutto da scoprire

Alex Thomson è entrato nel Pot au Noir seguito da Thomas Ruyant che sta recuperando. Riparte Jérémie Beyou mentre Nico Troussel si avvia mestamente verso Capo Verde

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

Vendée Globe: Thomas Ruyant al 2° posto davanti a Jean Le Cam

Alex Thomson continua a guidare la corsa e questa mattina dovrebbe entrare nella zona del Pot au Noir con poco vento, temporali e grossa variabilità

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci