sabato, 22 gennaio 2022

TRANSAT JACQUES VABRE

Partita la Transat Jacques Vabre

partita la transat jacques vabre
redazione

Alle 13:27 di domenica 7 novembre, i 158 concorrenti della 15a edizione della Transat Jacques Vabre hanno preso il largo in direzione di Etretat, prima di partire all'attacco dell'Atlantico in condizioni ideali. Lanciati a tutta velocità, gli Ultime hanno preso il comando della gara, seguiti dagli Ocean Fifty, dagli Imoca e poi dai Class40. Le emozioni erano forti sui pontili del porto di Le Havre questa mattina. I 79 equipaggi hanno lasciato il porto tra gli applausi di una grande folla di spettatori, amici e familiari e dei loro team. Le condizioni meteorologiche erano ideali per la partenza. Le barche hanno beneficiato di un vento da nord-ovest che oscillava tra i 15 e i 20 nodi su un mare mosso e illuminato da un bel sole. Veramente un bello spettacolo. I 5 Ultime, 7 Ocean Fifty, 22 Imoca e 45 Class40 hanno allineato le loro prue verso Etretat per passare la prima boa del percorso prima di poter fare rotta verso l'Atlantico per l'inizio di questa lunga transat.

Dopo aver superato la prima boa di rotta, le 79 barche hanno virato dirigendosi verso ovest per uscire dalla Manica. La prima notte sarà sinonimo di scelte per gli skipper. Infatti, la flotta dovrà affrontare le forti correnti della penisola di Cotentin, che è un parametro importante nella gara, e poi incontreranno una cresta di alta pressione che si rafforzerà sulla punta della Bretagna. Dovranno quindi prendere decisioni strategiche fin dall'inizio, prima ancora di entrare nell'Atlantico.

Dichiarazioni prima della partenza

Armel Le Cléac'h (Banque Populaire XI)

"Dopo aver lasciato il pontile, entreremo davvero in gara. Sappiamo esattamente cosa dobbiamo fare fino alla partenza. L'inizio sarà un po' stressante, ma entreremo rapidamente in gara. Saremo in grado di iniziare la nostra prima vera gara. Non è la prima volta che abbiamo iniziato una regata, ma dovremo rimanere concentrati e fare le cose come facciamo di solito. Non cercheremo di fare le cose diversamente a bordo. Dobbiamo mantenere gli stessi punti di riferimento per concentrarci sulla traiettoria. L'obiettivo numero uno è arrivare in Martinica e poi divertirci. Faremo un passo alla volta. "

Paul Meilhat e Charlie Dalin (Apivia)

"Siamo concentrati. Tutto è ben preparato in modo che possiamo goderci la gente. Sappiamo che avremo molto lavoro da fare sul tempo dopo aver lasciato il pontone perché la situazione non è semplice. Queste sono condizioni in cui le scelte meteorologiche saranno più importanti del potenziale delle barche. Sarà interessante, anche se sarà molto difficile. È più simile a un Figaro che a un Imoca all'inizio della gara".

Erwan Le Roux (Koesio)

"Siamo concentrati. È importante godersi gli ultimi momenti con la famiglia, i partner e la squadra! Questo è il momento in cui la squadra ci lascia la barca dopo averla avuta per settimane e settimane. Ora è il nostro turno. È uno scambio emotivo. Una volta staccate le cime d'ormeggio, dovremo concentrarci sull'uscita e sulla partenza perché ci sarà un po' di vento e di mare. Domani ci prenderemo del tempo per prendere delle decisioni strategiche. Questa mattina la situazione cominciava già a schiarirsi e avremo tempo fino a domani pomeriggio, o addirittura martedì, per fare le scelte. "

Ian Lipinski (Crédit Mutuel)

"Siamo in un grande stato d'animo. Siamo felici di partire. L'atmosfera dei dieci giorni nel villaggio di Le Havre è stata molto bella, ma non vediamo l'ora di partire. Faremo attenzione sull'acqua perché ci saranno molte barche in acqua per la partenza. Una volta superata Etretat respireremo meglio!Sarà interessante dal punto di vista strategico, dovremo rimanere concentrati e lucidi".

 

 


07/11/2021 19:55:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Riva di Traiano, Invernale: due belle prove con sole e vento

Tevere Remo Mon Ile in "Regata", Soul Seeker in "Crociera" e Farhenheit nella "Coastal Race" dominano la giornata e il campionato

RORC Transatlantic Race: Soldini e Maserati primi al traguardo di Grenada

In seconda posizione segue PowerPlay di Peter Cunningham con skipper Ned Collier Wakefield, terzo sulla linea di arrivo, Argo di Jason Carroll con skipper Brian Thompson

FLASH - Comanche: vittoria e record monoscafi alla Transatlantic Race

Comanche (CAY) il 100 piedi VPLP Design/Verdier Maxi, condotto da Mitch Booth (AUS), si è aggiudicato la Line Honours tra i monoscafi nella RORC Transatlantic Race 2022

Varato il Superyacht CRN M/Y RIO

Il nuovo 62m ha ricevuto il battesimo dell’acqua con un’emozionante cerimonia privata

Sanremo: due belle prove per l'Invernale West Liguria

Prossimo ed ultimo appuntamento per il West Liguria il 26 e 27 febbraio con il gran finale e il Festival della vela

Classe 420: la Coppa Italia inizierà nel Golfo della Spezia

San Terenzo ospiterà la prima tappa della Coppa Italia classe 420

Invernale Anzio: due giorni di grandi regate con condizioni ideali

Nel fine settimana sono ripresi i Campionati Invernali dei monotipi J24 e Platu 25 e quello riservato all’Altura.

The Ocean Race si allea con Acronis

Acronis fornirà protezione informatica innovativa per l'infrastruttura aziendale di The Ocean Race e proteggerà i carichi di lavoro lungo il percorso globale della gara, con Ingram Micro come #CyberFit Partner

Due J24 della Marina Militare al comando delle regate nel Golfo di Anzio Nettuno

La Superba guida la classifica del 47° Campionato Invernale del Golfo di Anzio Nettuno e Arpione quella del Trofeo Lozzi

Invernale del Tigullio: parte sabato la terza manche nelle acque di Lavagna

Si torna a competere nel Golfo Tigullio, nelle acque di Lavagna. dopo la seconda manche ambientata nel Golfo Marconi tra Rapallo, Santa Margherita e Portofino

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci