martedí, 28 settembre 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela    assonat    regate    meteor    cico 2021    tf35    rs21    ufo22    melges 20    rounditaly    fiart    ufo 22   

WINDSURF

Nuova tavola olimpica iQFOiL, come è andato il Mondiale d’alta quota a Silvaplana (SUI)

nuova tavola olimpica iqfoil come 232 andato il mondiale 8217 alta quota silvaplana sui
redazione

Si è concluso a Silvaplana (Engadina, Svizzera) il Mondiale 2021 dell’iQFOiL, la nuova tavola a vela Olimpica foiling per Parigi 2024. 160 maschi e 72 femmine hanno dato vita al campionato in condizioni di vento variabile ma tendenzialmente teso, con temperature fredde sul lago Svizzero in alta quota. Trattandosi di una nuova disciplina Olimpica, che raccoglie un interesse crescente da un gran numero di atleti del mondo windsurf, c’è attenzione e curiosità per verificare gli ultimi sviluppi tecnici, inclusi il formato e i percorsi innovativi.

Da osservare il marcato travaso di atleti dal windsurf Olimpico RS:X, anche se al  momento i migliori interpreti della disciplina non si sono ancora affacciati all’iQFOiL  dopo la partecipazione a Tokyo 2020. Dalle prime osservazioni di quanto accade in acqua si nota che, con la crescita netta di livello imposta dallo status Olimpico, il vantaggio iniziale degli specialisti della tavola volante si va assottigliando.

IL FORMAT DIPENDE DAL VENTO - Con vento compreso tra 5 e 15 nodi si corre su un percorso che può essere a Slalom, o classico a scendere o con traverso e poppa. Con vento superiore si corre il Course, un bastone classico. Nel range di vento tra 10 e 15 nodi la scelta è in base a come si è gareggiato il giorno precedente. Poi c’è la Marathon, che però non viene disputata sul lago di Silvaplana per mancanza di spazi (il target time è di circa 60 minuti di gara e qui si dovrebbero fare circa 12 giri di lago).La Medal Race coinvolge i primi 12 atleti, con Quarti di finale, Semifinale e Gran Finale. La classifica finale prima della Medal Race assegna 3° e 4° posto direttamente in Semifinale, mentre 1° e 2° sono in Grand finale. Per i Quarti gareggiano le tavole dal 5° al 12° posto e avanzano in semifinale i primi 4 della heat. La semifinale è dunque a 6 e ne avanzano 2 che corrono la Gran Finale.

L’Italia, paese di grande tradizione nel windsurf Olimpico, sta rispondendo bene all’introduzione della nuova disciplina in termini di interesse e di numeri. Al Mondiale di Silvaplana sono presenti 11 atleti in campo maschile e 3 atlete in campo femminile.

Nel finale del campionato ci sono stati alcuni squilli da qualche azzurro, vittorie e piazzamenti di manche da parte di Matteo Iachino, Nicolò Renna, che ha sfiorato il podio Under 21, e Giorgia Speciale. Inoltre il gruppo italiano, oltre a essere molto coeso, è giovanissimo: nella Silver maschile, Modena e Gavioli sono 2005 e 2006, e tra le ragazze la Oprandi è 2006. Infine è un buon segnale considerare che nella classifica per nazioni l’Italia è comunque tra le prime dieci.

Entrambi i titoli maschile e femminile vanno alla Francia: tra gli uomini Nicolas Goyard (fratello di Thomas, argento olimpico RS:X a Tokyo 2020) e tra le donne Helene Noesmoen, entrambi specialisti della categoria.

I PIAZZAMENTI FINALI DEGLI ITALIANI – In campo maschile, dopo un totale di 12 prove (e con 3 scarti) tra qualifiche, flotte Gold e Silver, semifinali e finali, questi i piazzamenti finali degli italiani:

23 Nicolò Renna (il gardesano conclude 4° tra gli Under 21); 27 Luca Di Tomassi; 30 Matteo Iachino; 41 Daniele Benedetti; 61 Jacopo Renna; 69 Antonino Cangemi; 75 Francesco Scagliola (fin qui tutti in flotta Gold); 81 Manolo Modena; 93 Daniel Slijk; 97 Riccardo Onali; 101 Jacopo Gavioli.In campo femminile le prove disputate sono 17 (con 3 scarti), queste le posizioni delle Italiane sul totale di 72 concorrenti: 27 Giorgia Speciale; 51 Sofia Renna; 63 Linda Oprandi.

LE CONSIDERAZIONI DEL TECNICO FIV ADRIANO STELLA - “La nuova tavola olimpica foiling sta riscuotendo grande interesse, nel mondo e anche in Italia. Qui avevamo 14 Italiani tra maschi e femmine. La vera novità alla quale assistiamo è numerica: iQFOiL richiama un numero di atleti molto elevato, e anche le nostre osservazioni si basano su una platea vasta. E’ un momento bello e interessante, sia per gli atleti, perché c’è lo stimolo a migliorarsi per conquistare la maglia azzurra, sia per i tecnici”.“Per quanto riguarda i risultati, siamo dove pensavamo di essere a questo punto, dopo un ciclo Olimpico in RS:X che ci ha visti protagonisti e che è culminato con un quinto e un quarto posto a Tokyo 2020. Purtroppo i nuovi materiali sono stati distribuiti nelle varie Nazioni con tempi diversi e noi siamo partiti svantaggiati. Il lavoro in questa fase è prima di tutto adattarsi al nuovo mezzo, poi si scenderà nei dettagli. 

"La crescita numerica porta con sé una situazione articolata, stanno provando a passare su iQFOiL anche atleti che gareggiano nei mondi del windsurf professionistico, attirati da una nuova disciplina Olimpica di taglio moderno. Non a caso si vedono ancora pochissimi dei protagonisti della tavola RS:X, complice la fine delle Olimpiadi di soli quindici giorni fa, e molti volti nuovi e specialisti del foil. Tante cose sono nuove, dalla partenza a 25 nodi, ai percorsi, ai formati. E anche le gerarchie tecniche sono tutte da scrivere. Di sicuro, la scuola italiana nel windsurf ha una lunga storia e questo conta, noi ci siamo! E’ stato un Mondiale numero zero, da qui parte tutto, il prossimo appuntamento per noi saranno i Campionati Italiani delle Classi Olimpiche sul Garda, dove mi aspetto una larga partecipazione. E poi l’Europeo a ottobre a Marsiglia.”

 


23/08/2021 12:02:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

RoundItaly: con l'arrivo di Kika Green ed Edilizia Acrobatica la flotta dei Class 40 si riunisce a Trieste

Per chiudere questa prima edizione, bisogna attendere l’arrivo del First 44.7 Argo di Luciano Manfredi - che al momento è a poche miglia da Pola e viaggia a oltre 8 nodi di velocità

Regata interzonale Open skiff, ad Ostia prevale la voglia di divertirsi e l'amicizia

Bella atmosfera fra i 35 giovani che hanno preso parte all'evento velico presso il Tognazzi Marina Village.

Passatore 50 arriva la Festa: sabato e domenica i due appuntamenti velici tanto attesi.

Grande festa per questa imbarcazione unica nel panorama della nautica da diporto e prodotta in 136 esemplari dal Cantiere Nautico Sartini dal 1971 al 1983

Il cielo è azzurro sopra Genova

Un Salone con grandi numeri di partecipazione e vendite. La qualità e il made in Italy hanno premiato. L'eccellenza del cantiere Fiart di Baia presente a Genova fin dal primo Salone del 1960

RoundItaly: Line Honours per Pendragon

Alle 11:03:57 di questa mattina, dopo essere partito da Genova lo scorso 16 settembre, il maxi Pendragon ha tagliato la linea d’arrivo della più lunga regata del Mediterraneo dopo 6 giorni, 18 ore, 03 minuti e 57 secondi di navigazione

Alberto Riva, identikit di un minista

A 5 giorni dalla partenza della Mini Transat il velista milanese si racconta

Salone Nautico: presentati i risultati della 24ma edizione dell’operazione Delphis

Sono stati presentati al 61° Salone Nautico internazionale di Genova i risultati della 24ma edizione dell’operazione Delphis, la tradizionale manifestazione nautica internazionale per conoscere e proteggere i cetacei del mar Mediterraneo

Garda:l'Italiano RS 21 comandato da Caipirinha

Seconda giornata di regate a Gargnano per il primo Campionato Italiano della classe Rs 21, carena inglese che porta la firma dell'olimpionico Jo Richards

Regata del Conero: Anywave la spunta dopo un testa a testa con “Kiwi” e “Idrusa”

Onore a “Anywave”, il maxi yacht triestino di Alberto Leghista, che ha vinto la XXII Regata del Conero con record di percorrenza, tagliando il traguardo dopo un’ora 7 minuti e 58 secondi di regata

A Diano MArina il WindFestival: dieci anni sulla cresta dell’onda!

Il più grande Expo d’Italia dedicato agli action sport di mare e di vento è pronto per spegnere le candeline dei suoi primi dieci anni: dal 30 settembre al 3 ottobre a Diano Marina torna alla ribalta il WindFestival

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci