domenica, 27 settembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

roma giraglia    roma per 2    dolphin    regate    melges 32    j70    coppa italia    salone nautico di genova    press    team    guardia di finanza    ambiente    persico 69f    manifestazioni   

MINI 6.50

Mini 6.50: Tanguy Bouroullec vince la seconda tappa della Les Sables-Les Açores

mini 50 tanguy bouroullec vince la seconda tappa della les sables les 231 ores
Roberto Imbastaro

Questo venerdì 14 agosto alle 19h20'37", Tanguy Bouroullec ha tagliato il traguardo della seconda tappa de Les Sables - Les Açores en Baie de Morlaix, completando così le 470 miglia del percorso al primo posto nella classe Proto dopo 4 giorni, 4 ore, 6 minuti e 37 secondi di gara. Già leader nella classifica generale provvisoria della manifestazione con 48 minuti di vantaggio sul secondo classificato alla fine della prima tappa, lo skipper di Cerfrance sta consolidando la sua leadership. Queste le sue prime dichiarazioni rilasciate dopo l'arrivo.

 

Hai vinto anche questa tappa che, alla fine, non si è rivelata affatto ventosa...

 

"In effetti, contrariamente a quanto ci aspettavamo, non è stata affatto una tappa muscolare. Per fortuna ci sono state le ultime sei ore con vento per farci dimenticare il resto! Sinceramente, è stata una rottura di palle. Non c'è stato davvero vento. Abbiamo trascorso tre giorni in arie leggere, sotto la pioggia. È stato complicato perché l'aria arrivava da ogni direzione. In ogni caso, ci sono stati alcuni colpi di scena che ci hanno tenuto svegli! Antoine (Perrin) si è trovato in testa per un po', così ho dovuto lottare per tornare davanti, ma era quasi una trappola. Ieri sera, quando sono arrivato in Inghilterra, pensavo che la pausa di vento fosse finita, ma mi sono fermato poco prima di Wolf Rock e ho visto tornare tutti sotto. Ma per fortuna l'ultima virata era sotto il sole con 13-14 nodi di vento ed era perfetta. Finalmente ho potuto usare i foil, che fino ad allora erano state inutili! »

 

Finisci con un vantaggio di oltre 13 miglia sul più vicino inseguitore. Questo consolida la tua posizione di leader nella classifica generale. Possiamo immaginare che tu sia felice?

 

"Sì, chiaramente! Quando ho visto che il vento stava aumentando e che arrivava da ovest-sud-ovest per la seconda traversata della Manica, ho capito che potevo andare veloce e che potevo raccogliere qualche miglio di vantaggio. In effetti, sapevo che quelli dietro di me non sarebbero stati in grado di prendermi. Vedremo come andrà con i distacchi, ma sarà sicuramente bene".

 

Questa seconda tappa è stata molto diversa dalla prima?

 

"Era diverso, ma era anche faticoso. I primi tre giorni, in realtà, sono stati difficili perché non stavamo facendo progressi. Ci chiedevamo se mai un giorno saremmo riusciti a finire il percorso! Quando siamo arrivati a Penmarch, e non avevamo ancora avuto più di cinque nodi di vento, è stato complicato. Non stavamo facendo alcun progresso e c'erano continui incroci. Si fermava, tornava indietro... andava a destra, andava a sinistra. A un certo punto, Antoine (Perrin) era tre miglia dietro di me, e con una sola rotazione è tornato davanti... il vento era sempre in movimento. Sulla punta della Bretagna, al passaggio della DST, quando ho visto all'AIS Irina (Gracheva) rinvenire, mi sono reso conto di aver fatto un casino. Pensavo di aver fatto bene, ma credo che chi è andato a ovest abbia fatto meglio. Con il vento che avevo in quel momento, non ci credevo davvero di rimanere davanti. Il peggio è stato ieri sera al passaggio di Land's End. Non c'era davvero aria. Poi è tornato di nuovo da dietro, ma è stato così per tutta la gara. Non potevi mollare nulla, ma dovevi continuare ad andare a tutto gas. »

 

Ora che le vittorie sono due, speri di fare meglio?

 

"E' vero. Ora spero di ottenere la terza vittoria! Spero che ci sia un po' più di vento nell'ultima tappa, perché altrimenti ci vorrà molto tempo se il meteo sarà  così! »

 

 


14/08/2020 21:15:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

CICO 2020, ecco i vincitori

Assegnati i titoli italiani 2020 nelle classi olimpiche e Parasailing: ecco tutti i podi.

Roma-Giraglia: la notte porta “scompiglio”… e vince Globulo Rosso

Per la classifica finale si dovrà però attendere. In corso proteste presentate dal Comitato di Regata per passaggi nelle zone interdette alla navigazione

Roma per 2: meteo in forte peggioramento, regata ridotta a Lipari

Il Comitato di Regata della Roma per 2 comunica che la regata è stata ridotta e che il passaggio a Lipari verrà considerato come traguardo definitivo per determinare la classifica finale

FLASH - Roma-Giraglia, Line Honours per Globulo Rosso

L’Este 31 di Alessandro Burzi ha tagliato il traguardo alle 10:46:13

Sole e vento per la partenza della "Roma per 2" e della "Roma Giraglia"

Le due regate sono partite insieme: alle 14:00 i solitari e i "per2", alle 14:15 il resto della flotta. Vento da sud di 9 nodi per le due flotte che si sono poi separate alla boa di disimpegno

RAN630: è stata una splendida cavalcata

La RAN630 si conferma una regata in piena forma. In formato “Covid edition” ha tenuto e scommesso sulla sua riuscita, seguendo l’andamento della delicata situazione emergenziale.

Young Azzurra, che esordio nella Persico 69F Cup!!!

Sotto lo sguardo vigile di un entusiasta Commodoro Michael Illbruck, l’equipaggio armato dallo YCCS vince e convince, con un esordio a cento all’ora con 4 prove su 8 vinte

Roma per 2: match race verso Lipari tra Libertine e Nuova. Roma-Giraglia a 60 miglia da Riva guida Palinuro

Un lungo match race tra Libertine e Nuova sta caratterizzando l'avvicinamento a Lipari. Loli Fast passa per prima la Giraglia ma poi cede il passo a Palinuro e Guardamago

Roma-Giraglia, Palinuro in testa tra i temporali. Alla Roma X2 c'è Nuova al comando

Alla Roma Giraglia ritirate Excalibur e Costellation. Un ferito sbarcato a Porto Santo Stefano. Palinuro guida la flotta. Alla "Roma" una rete irregolare frena Uma Fast. In testa c'è Nuova, ma i campioni in carica di Libertine sono nella loro scia

Armel Le Cléac'h vince la Solitaire du Figaro

Annullata l'ultima tappa per mancanza di vento, si è proceduto alla premiazione con la classifica preesistente

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci