domenica, 22 settembre 2019

MAXI YACHT ROLEX CUP

Maxi Yacht Rolex Cup: Momo, Supernikka e H2O vincono con una giornata di anticipo

maxi yacht rolex cup momo supernikka h2o vincono con una giornata di anticipo
Redazione

Penultima giornata e vento di Maestrale fino a 20 nodi che ha permesso lo svolgimento di splendide regate per tutta la flotta di oltre 40 imbarcazioni iscritte alla Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 World Championship, organizzata dalla YCCS in associazione con IMA e il Title sponsor Rolex. Due prove a bastone per la Maxi 72 Class e una costiera di 35 miglia per le altre classi, ridotte a 30 per i Mini Maxi.

 

Il Maxi 72 Momo del socio YCCS Dieter Schoen, conquista il suo secondo titolo iridato con una giornata d'anticipo seguito da Cannonball, matematicamente vicecampione del Rolex Maxi 72 World Championship. "Da fuori sembra tutto facile - racconta il tattico Markus Wieser - ma non è così. Abbiamo lavorato molto per far si che tutto l'insieme funzionasse, abbiamo un afterguard molto forte con il supporto di Michele Ivaldi come navigatore, abbiamo Jordi Calafat che cura lo sviluppo vele. In questi ultimi tempi abbiamo investito molte risorse e posso dire che abbiamo un'ottima barca, un bell'equipaggio e un eccellente armatore. Momo chiuderà definitivamente il suo programma sportivo con la Rolex Middle Sea Race.

Vittorie con una giornata di anticipo alla Maxi Yacht Rolex Cup anche nella categoria Mini Maxi, in gruppo uno vince Supernikka di Roberto Lacorte, tattico Lorenzo Bressani, e in gruppo due la vittoria va ad H2O di Riccardo De Michele, tattico Lorenzo Bodini; entrambe riconfermano la Rolex Cup conquistata lo scorso anno. Una curiosità, entrambi i tattici sono triestini così come lo è Vasco Vascotto, tattico di Cannonball, oggi vincitore della seconda prova a bastone: "Matematicamente hanno vinto loro e noi siamo secondi, ma domani sarà comunque un'occasione per comprendere quali sono i nostri margini di miglioramento per arrivare al loro livello". 

 

Roberto Lacorte, Supernikka: "Siamo davvero contenti! Questa terza vittoria nella Maxi Rolex Cup arriva con un giorno di anticipo ed è il risultato di un gran lavoro che abbiamo fatto sulla barca e con l'equipaggio. Siamo riusciti a stare sempre davanti, sia in condizioni di vento leggero che sostenuto, sia nelle regate costiere che in quelle più tecniche a bastone. È una vittoria meritata di Supernikka e del suo equipaggio, ma desidero rivolgere complimenti sinceri allo YCCS per il grande spessore organizzativo, non è facile mantenere un livello sempre così alto come quello che ho visto in tutte le quattro edizioni cui ho preso parte".

 

Riccardo De Michele, H2O: "Siamo venuti a Porto Cervo con grandissime speranze e devo dire che questo risultato le conferma. La barca ha ricevuto una serie di migliorie, a partire dalle vele, grazie alle quali siamo riusciti a distanziare i nostri avversari, anche quelli che gli anni scorsi ci davano un po' più filo da torcere. Certamente torneremo l'anno prossimo e non mi dispiacerebbe poter competere in un unico gruppo con gli avversari più performanti". 

 

In classe Super Maxi il J-Class Topaz allunga leggermente su Velsheda e Svea, ma sarà l'ultima regata costiera di domani a dare il verdetto definitivo. In classe Wally quarta vittoria consecutiva di Lyra, che non è ancora matematicamente vincitrice solo perché il programma per la Wally Class prevede domani due prove a bastone. Hamish Pepper, tattico: "Abbiamo avuto un'ottima settimana dove tutto pare girare alla perfezione ed è uno splendido debutto al timone per l'armatore. Porto Cervo è uno dei miei luoghi preferiti, le acque trasparenti, i percorsi tra le isole e i salti di vento che si creano, molto impegnativo ma divertente per un tattico".

 

In classe Maxi la vittoria odierna è andata al velocissimo Rambler, il cui navigatore, l'italiano Silvio Arrivabene, spiega: "Finalmente oggi abbiamo trovato condizioni più adatte alla nostra barca, progettata per macinare miglia offshore al lasco con vento sostenuto. Oggi navigavamo a 23 nodi e così abbiamo potuto 'pagare' il nostro compenso". Con la vittoria odierna Rambler, tattico Brad Butterworth, si porta in seconda posizione in classifica generale alle spalle di Grande Orazio.

Domani, ultimo giorno di regata, l'appuntamento per gli equipaggi è alle ore 9 in piazza Azzurra per il briefing meteo quotidiano a cura di Quantum Sails. Le regate partiranno alle ore 11,30 con previsioni di maestrale molto leggero, tra i 6 e i 10 nodi.

 


07/09/2018 22:02:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Campionato Italiano Este24: vince Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi

Con grande consistenza tattica, Ricca d’Este 27 di Federica archibugi si laurea Campione Italiano della Classe Este24, davanti a Ricca D’Este 37 di Marco Flemma, medaglia d’argento e a La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, medaglia di bronzo.

Offshore: finisce in tragedia il record sulla Montecarlo/Venezia

L'imbarcazione si è schiantata su una diga prima dell'arrivo ed era condotta dal pluricampione Fabio Buzzi, deceduto insieme a due piloti inglesi che lo accompagnavano nel tentativo di record

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Concluso sul Garda il CICO 2019

Gli atleti delle dieci classi olimpiche riprenderanno adesso il loro cammino versoTokyo 2020, che passerà prima dalla conquista della qualifica per la nazione laddove manca, e del tanto ambito posto in squadra

Il Cantiere Postiglione riporta in mare lo storico yacht in legno “Grazia II”

È stato varato venerdì scorso, 6 settembre 2019, Grazia II, yacht a motore interamente in legno costruito nello storico cantiere Chris Craft negli anni Sessanta

Alinghi vince la GC32 Riva Cup sul filo di lana

Questa è stata la seconda vittoria della stagione per il team di Ernesto Bertarelli dopo la conquista del mondiale di Lagos in Portogallo a giugno

CNRT: 10 giorni alla Roma Giraglia

Parte da Civitavecchia una delle regate più belle del Mediterraneo, con 255 miglia da percorrere tra il fascino discreto delle isole toscane

CAMBUSA - BIWA: Sassicaia Tenuta San Guido miglior vino italiano 2019

Al secondo posto il Barolo Monvigliero DOCG di Burlotto seguito da Terminum Gewurztraminen vendemmia tardva. L’ELENCO DEI MIGLIORI 50 VINI ITALIANI SELEZIONATI DA UNA GIURIA INTERNAZIONALE (by First&Food)

Pedote e Marchand verso la Transat Jacques Vabre

I due sembrano essere una coppia che non scoppia e si sono concentrati soprattutto ad affinare la fiducia reciproca e la visione comune in regata

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci