mercoledí, 15 agosto 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

420    fiv    attualità    les sables-les açores-les sables    mini 650    turismo    circoli velici    luna rossa    farr 40    rs feva    vela olimpica    nacra 17    optimist    windsurf    press    melges 24   

MARE

L’ITS Fondazione G. Caboto e l’Istituto Massimo di Roma insieme per realizzare il progetto Making Water Techs 4.0

8217 its fondazione caboto 8217 istituto massimo di roma insieme per realizzare il progetto making water techs
redazione

Sviluppare una nuova piattaforma costruita con materiali riciclabili che, trainata da barche a vela, sia in grado di analizzare la qualità delle acque per definire e monitorare il livello di inquinamento. È questo il tema al centro di “Making Water Techs 4.0”, il progetto realizzato da 30 ragazzi dai 9 ai 16 anni dell’Istituto Massimo di Roma con il supporto dell’I.T.S. “Fondazione G. Caboto” di Gaeta.
Le innovative piattaforme, costruite dai ragazzi, offrono una possibile risposta al problema per cui l’ONU ha istituito la giornata mondiale dell’acqua: 1,8 miliardi di persone nel mondo bevono acqua contaminata e 800 bambini muoiono ogni giorno per malattie intestinali.
Il progetto ha l’obiettivo di far utilizzare ai ragazzi le nuove tecnologie per il monitoraggio dell’acqua, che consentono l’analisi di parametri quali la temperatura, la conducibilità, il PH e la torbidità. I ragazzi imparano anche a governare modelli radiocomandati di barche a vela, sui quali sono stati installati dei sensori, e consolidano le competenze trasversali quali il problem solving, il team working, la comunicazione efficace e l’area STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics).
La collaborazione tra l’Istituto Massimo e l’ITS Fondazione G. Caboto si è sviluppata nel corso di due incontri focalizzati sullo scambio: nel corso del primo, due formatori dell’ITS Fondazione G. Caboto hanno illustrato agli studenti i principi base della navigazione e alcuni aspetti relativi alla salvaguardia dell’ambiente marino, partendo dal problema della tropicalizzazione del mediterraneo.
Il secondo incontro si è svolto a Gaeta e, dopo il benvenuto da parte del Presidente, dott. Cesare d’Amico, i 30 ragazzi hanno effettuato un’uscita in mare a bordo del veliero“Signora del Vento” nel corso della quale hanno potuto testare i battellini di monitoraggio da loro realizzati; l’imbarco sulla “Signora del Vento”, nave scuola dell’Istituto Nautico Caboto e dell’ITS, ha permesso ai ragazzi di confrontarsi con l’equipaggio, dialogando con il comandante e gli ufficiali sperimentando in prima persona  le dinamiche di conduzione di una nave.
L’Istituto Massimo è la scuola dei Padri Gesuiti di Roma che dal 1873 educa i giovani alla eccellenza umana e accademica. “Da alcuni anni, l’Istituto organizza progetti per far costruire ai ragazzi fin dai 9 anni sistemi professionali avanzati (droni, robot di telepresenza, Stampanti 3D, …). I giovani sono come delle Ferrari”, afferma l’ing. Claudio Becchetti coordinatore dei corsi – “e devono avere la possibilità di correre a scuola per costruire efficacemente il loro futuro”.
L’ITS “Fondazione G. Caboto” che rappresenta un centro d’eccellenza nella formazione marittima specializzata nel nostro Paese, in grado di garantire quasi il 100% di occupazione ai circa 140 allievi formati fino ad oggi, ha deciso di partecipare attivamente al progetto Making Water Techs 4.0, destinato ai Paesi in via di sviluppo, che riprende l’argomento “Nature for Water” al centro della Giornata Mondiale dell’Acqua che si celebra oggi.
 “Oltre a formare i futuri professionisti dello shipping, l’I.T.S. Caboto svolge attività per sensibilizzare i giovani sull’importanza del mare e dell’acqua in quanto risorse fondamentali per il nostro pianeta”, ha dichiarato il Presidente dell’I.T.S. “Fondazione G. Caboto” ed ex-alunno dell’Istituto Massimo, Cesare d’Amico. “La collaborazione con l’Istituto Massimo vuole infatti avvicinare i ragazzi a temi quali la salvaguardia dell’ambiente marino e la sicurezza in navigazione. Per questo desideriamo ringraziare in maniera particolare l’Istituto Nautico Caboto di Gaeta e l’equipaggio della nave scuola ‘Signora del Vento’ per il supporto offerto e per aver partecipato con tanto entusiasmo al progetto".
Gaeta si conferma ancora una volta territorio d’eccellenza sempre attento alla formazione dei giovani professionisti del mare.



22/03/2018 16:21:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Marina Cala de’ Medici si conferma per il terzo anno consecutivo Porto d’eccellenza

Ratificata l’attestazione di MaRINA Excellence, nonché i riconoscimenti 24 Plus e 50 Gold

Caorle, "Festa del Pesce": una sfida a colpi di sarde

La Festa del Pesce - A settembre l’evento culinario più tradizionale di Caorle (VE)

Mondiali Aarhus: Carolina Albano qualifica l'Italia nel Laser Radial a Tokyo 2020

L’Italia conquista oggi ad Aarhus la terza qualifica per le Olimpiadi di Tokyo 2020! Si tratta del Laser Radial e a compiere l’impresa è stata la giovane Laserista triestina Carolina Albano (CV Muggia) non ancora ventenne

Mini 650, SAS: Ambrogio Beccaria domina tra i Serie

Ecco la sua prima intervista una volta a terra. Il milanese, ha vinto entrambe le tappe e ha conquistato il titolo di Campione di Francia di Course au Large

Mondiali Aarhus: anche il 470 maschile si qualifica per Tokio

Anche oggi arriva una preziosa qualifica per l’Italia ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020: Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) con il quinto posto odierno entrano in Medal Race e qualificano l'Italia per Tokio 2020

Nacra 17: oro per l'Italia ai Mondiali di Aarhus

La coppia formata da Ruggero Tita e Caterina Banti ha vinto il titolo della classe Nacra 17 al termine della 'medal race' di oggi

Europeo Melges 24: Maidollis allunga il passo

I Campioni del Mondo 2017 a bordo di Maidollis (7-1-1 oggi), dopo l'ottimo esordio della prima giornata in cui avevano messo a segno una magnifica doppietta, tornano ad essere protagonisti e consolidano la leadership della classifica provvisoria

Mondiali Aarhus: sei le classi qualificate per Tokio 2020

Triplete per Tita-Banti che aggiungono il titolo mondiale all'europeo e all'italiano già conquistati nel 2018

Gargnano, Garda: Itaca è tornata a casa

Tredici anni dopo la sua ideazione il progetto Itaca ha fatto nuovamente tappa al Circolo Vela della Centomiglia

Tokio 2020: altre 3 qualifiche per l'Italia ai mondiali di Aarhus

L’Italia è qualificata alle Olimpiadi di Tokyo 2020 anche nelle classi RS:X maschile, RS:X femminile con Marta Maggetti e il Nacra 17 con Ruggero Tita e Caterina Banti

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci