sabato, 25 marzo 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

turismo    formazione    fraglia vela riva    barcolana    regate    suzuki    press    cala de medici    vela oceanica    guardia costiera    circoli nautici    altura    nautica    fincantieri   

CAMPIONATO INVERNALE RIVA DI TRAIANO

Invernale Traiano: una costiera con vento, delfini e qualche fiocco di neve

invernale traiano una costiera con vento delfini qualche fiocco di neve
redazione


LINK AL VIDEO di Marta Scoppetta su Milonga con i delfini a prua  https://www.youtube.com/watch?v=6LzfhYp7IUA

A Riva di Traiano va in scena la giornata che non ti aspetti, visto che, previsioni alla mano, si dovrebbe regatare nel bel mezzo di un allarme meteo che coinvolge quasi tutta l’Italia.
L’autostrada Roma-Civitavecchia accoglie i regatanti con un avviso inquietante: ”Prevista neve – Obbligo di catene a bordo”. Ovviamente nessuno si impressiona e sono tutti presenti. Montare le catene per andare in regata sarebbe pur sempre un’esperienza, anche se  inusuale.
Ed invece la realtà è completamente diversa. Innanzitutto non piove, cosa data per scontata da tutte le piattaforme previsionali, non fa tanto freddo, di neve non c’è nemmeno la minima traccia e, soprattutto, c’è un bel vento di grecale che supera tranquillamente i 15 nodi.
“Abbiamo avuto le condizioni ideali per poter disputare una regata costiera – spiega il Presidente del Circolo Nautico Riva di Traiano Alessandro Farassino – con vento forte, abbastanza costante e proveniente da terra, e l’abbiamo sfruttata”.
In questa situazione si esalta, come sempre, la potenza del Mylius "Ars Una" di Rocchi/Biscarini, che chiude primo in tempo reale in 1:59:24. Ottima prova ma non sufficiente a garantirgli un gradino sul podio in IRC tra i Regata. Vince il Grand Soleil 46 B "Pierservice Luduan" di Enrico De Crescenzo, che precede di soli 46” l’altro Grand Soleil, "Rosmarine 2" di Riccardo Acernese, e di 1’17” il First 40 "Tevere Remo Mon Ile" di Gianrocco Catalano.
In ORC, fermi restando i primi due posti, "Ars Una" conquista il terzo gradino del podio
In doppio "Lunatika", il Sunfast 3600 di Stefano Chiarotti, vince sia in IRC, sia in ORC.  In IRC si impone su "Bagherang Evo", Azuree 46 di Fabrizio Venturini e su  Mister Hyde", Mumm 36 di Dudi Coletti, mentre in ORC precede "Mister Hyde" e "Jox"
X-41 di Pietro Paolo Pacidi
“Stavamo lavorando da tre giorni a questa soluzione della costiera - spiega il direttore di regata Fabio Barrasso  - per capire come sfruttare al meglio il meteo che ci si stava presentando . Eravamo praticamente nell’occhio del ciclone e con il vento da terra la regata con i bastoni non sarebbe stata semplice.  Una volta scesi in acqua, avevamo un vento che sfiorava i 18 nodi, che è anche il limite per regatare per la classe ‘Gran Crociera’, ed abbiamo così dato due partenze, accoppiando i ‘Per2’ ai ‘Gran Crociera’, e successivamente i ‘Regata’ ai ‘Crociera’. I percorsi sono stati tre: oltre 12 le miglia per i ‘Per2’ ed i ‘Regata’, che sono arrivati fino a Santa Severa, un po’ meno per i ‘Crociera’, che hanno girato a Santa Marinella, e un percorso più corto per i 'Gran Crociera', arrivati fino a Capo Linaro.  Ci sono state raffiche durante il percorso, ma nessuna sopra i 18 nodi. Anzi il vento è andato in calo attestandosi su una media di 15 nodi su tutto il percorso”.
In “Crociera” Francesco Sette (Twins) ha confermato la propria leadership, precedendo il rivale di sempre Roberto Bonafede (White Pearl) e un sorprendente "Maylan", il Sun Odissey 49 di Anna Paolini, che dopo aver vinto in Campionato in Gran Crociera lo scorso anno, si sta ambientando nella classe superiore. In Gran Crociera, "Giuly Del Mar", Mescal 959 di Ezio Petrolini, ha preceduto "Stella Polare", Rush di Jacopo Turchetti.
In classifica generale (Regata) la giornata non felice di "Ulika", Swan 45 di Andrea Masi, rilancia in testa "Tevere Remo Mon Ile", sia in IRC sia in ORC. Nella altre classi non ci sono variazioni di rilievo.
Per chiudere una imprescindibile nota di merito a "Milonga", First 36.7 di Costantino Brachini e soprattutto alla sua prodiera Marta Scoppetta che è riuscita a filmare il gruppo di delfini che ha danzato tra le barche in regata mentre, al largo, cadeva anche qualche fiocco di neve. Quando una giornata è buona, lo è fino in fondo.


16/01/2017 10:41:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Mini 6.50: all'Arcipelago 650 si cerca il vento

Corrono insieme anche due dei protagonisti della prossima Roma per 1/2/Tutti, Ambrogio Beccaria e Luca Sabiu. DOpo i 10 nodi di ieri, oggi solo 4 nodi da Ovest per una flotta compatta

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

CICO 2017: Mattia Camboni è Campione Italiano con un giorno d'anticipo

Un titolo che invece è ancora in ballo nella flotta femminile, dato il distacco tra la leader Marta Maggetti (Fiamme Gialle) e l’Olimpionica di Rio Flavia Tartaglini (Fiamme Gialle)

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Coppa Adriatico, la novità targata Il Portodimare

La regata si disputerà a Chioggia dal 12 al 14 maggio ed ai vincitori di classe garantirà l'iscrizione gratuita al Campionato Italiano Assoluto di vela d'altura di Monfalcone

Morgan IV vince il Campionato Invernale di Vela d'Altura di Bari

Vincitori per la minialtura “Cocò” di Natuzzi Vitantonio con Marco Magrone al timone (CN Bari). A loro si aggiungono i vincitori delle diverse categorie e quelli della classe libera

La conclusione del CICO 2017 di Ostia

I titoli Italiani sono andati a Mattia Camboni (RS:X M), Francesco Marrai (Laser Standard), Joyce Floridia (Radial), Marta Maggetti (RS:X F), Ratti-Porro (Nacra 17), Tita-Zucchetti (49er)

Fincantieri: a Marghera al via i lavori in bacino per “Nieuw Statendam”

Il blocco dell’unità, lungo 11,3 metri, largo 34,8 e dal peso di 260 tonnellate, fa parte della sezione di centro nave di “Nieuw Statendam”, la cui consegna è prevista alla fine del 2018

L'Arcipelago 650 in salsa francese

All’1 e 44 minuti della mattina del 19 marzo i primi a tagliare il traguardo sono gli skipper di FRA 868 Alternative Sailing, i bravissimi Remì Aubrun e Nicolas Ferrelel

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci