sabato, 25 gennaio 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela olimpica    trasporti    j24    politica    press    regate    assonat    seatec    campionati invernali    convegni    premi    porti    optimist   

ALINGHI

GC32: il campione è Alinghi

gc32 il campione 232 alinghi
Roberto Imbastaro

Con l’ennesima prova di bravura, Alinghi si è aggiudicato la GC32 Oman Cup e il GC32 Racing Tour 2019. Due vittorie che vanno ad aggiungersi per il team svizzero di Ernesto Bertarelli al titolo mondiale GC32 e al primato nel circuito elvetico dei catamarani D35. 

Alla vigilia del gran finale del GC32 Racing Tour 2019, Alinghi conduceva a pari punti con Oman Air dello skipper Adam Minoprio, e dunque chiunque si fosse aggiudicato la prova avrebbe conquistato anche il circuito 2019.

Alinghi non ha sbagliato un colpo, conducendo fin dalle battute iniziali, anche se in Oman il più serio contendente è stato un po’ a sorpresa il francese Zoulou di Erik Maris. 

L’ultima giornata della GC32 Oman Cup è stata inusuale: con previsioni di vento forte e mare formato, il Presidente del Comitato Stuart Childerley ha anticipato la partenza della prima prova dalle 13 alle 10, ma alle 10 il vento era tanto leggero da posticipare l’azione alle 11.

Sfortunatamente nella prima bolina della prima regata Oman Air e Adam Minoprio commettevano un errore di valutazione, non poggiando a sufficienza e andando a collidere con Zoulou. Solo dopo alcuni minuti le due barche riuscivano a districarsi. Zoulou rimaneva a galla un tempo sufficiente per rientrare alla Al Mouj Marina ed essere alato. Intanto il team di Minoprio perdeva una prova, riuscendo a partecipare alla terza regata di giornata e vincendola. Ma poi, a causa di un vento che andava a crescere in maniera netta le ultime due prove venivano cancellate e tutti i team tornavano a terra. Tuttavia, dopo la seconda prova di giornata Alinghi era già matematicamente campione della GC32 Oman Cup.

Al termine dell’evento, Ernesto Bertarelli, skipper del D35 e del GC32 di Alinghi, ha dichiarato: "Complimenti al team per il lavoro svolto nel corso di tutta la stagione, soprattutto nei momenti chiave come quelli che hanno caratterizzato questi ultimi giorni. Complimenti anche a Zoulou, il team di Erik Maris, che firma un bel secondo posto in Oman. Il GC32 Racing Tour è il circuito di regate di catamarani monotipo più impegnativo al mondo. Questo si traduce in regate sempre che sono sempre molto intense e combattute. Per vincere non bisogna trascurare neanche il più piccolo particolare e questo è quello che il nostro team fa ogni giorno. Abbiamo vinto il GC32 Racing Tour 2019, siamo i campioni del mondo in carica sempre in questa classe e abbiamo vinto il nostro ottavo D35 Trophy in 16 stagioni sul lago di Ginevra. Quest'anno abbiamo realizzato una tripletta raggiungendo tutti i nostri obiettivi. É fantastico."

“Sono davvero felice di chiudere così la stagione, è bello vincere.” Ha detto il timoniere di Alinghi Arnaud Psarofaghis. “Ci siamo battuti tutto l’anno con Oman Air, e anche il resto della flotta è diventato sempre più competitivo. Abbiamo cercato di stare davanti a tutti, ma sono tutti bravi e hanno imparato in fretta. L’anno prossimo sarà davvero interessante.”

Il Team Director di Alinghi Pierre-Yves Jorand ha aggiunto: “Siamo riusciti a raggiungere tutti i nostri obiettivi quest’anno. Non è dipeso dalla fortuna, ma dal fatto che abbiamo un equipaggio e uno shore team molto forti. Dopo una collisione sono riusciti a farci rientrare già il giorno successivo. E’ un gioco di squadra e abbiamo un gran supporto in Svizzera, soprattutto da parte di Ernesto Bertarelli che ci ha aiutato per molti anni. Ci piace lavorare insieme, combattere e anche vincere insieme.”

Una delle chiavi del successo di Alinghi è senza dubbio l’esperienza, con un gruppo che naviga insieme sui multiscafi da oltre due decenni, anche se nel corso del tempo si sono aggiunte forze nuove come il timoniere  Psarofaghis, il tattico Nicolas Charbonnier, e Bryan Mettraux o Timothé Lapauw. “I vecchi saggi e i giovani con la loro energia e forza, è un mix che funziona bene.” Conclude Jorand. 

Da parte sua Adam Minoprio si è scusato molto con Erik Maris e l’equipaggio di Zoulou. “Volevamo passare dietro ma eravamo troppo vicini, abbiamo rovinato la loro e la nostra giornata finale. E’ stata una mossa sciocca, non c’era spazio e non avrei dovuto nemmeno pensarci. Questa settimana non abbiamo avuto fortuna e, come al solito, Alinghi ha regatato benissimo, sono il team di riferimento e si meritano di vincere. Congratulazioni a loro.”

Malgrado una settimana non proprio felice, Oman Air ha concluso il GC32 Racing Tour 2019 in seconda piazza overall e Minoprio si è detto speranzoso di far meglio nel 2020. “E’ il circuito migliore che c’è. Le barche sono veloci e divertenti.”

Erik Maris è tornato a terra con un atteggiamento filosofico, e fortunatamente senza conseguenze, visto che il contatto con Oman Air è avvenuto immediatamente sotto a dove era seduto. Maris ha una lunga esperienza su barche veloci e anche su macchine da corsa dove gli incidenti sono rari ma possono accadere, come in ogni sport ad alte prestazioni. “Persino Adam Minoprio sbaglia, quindi la prossima volta che toccherà a me saremo pari!”Ha dichiarato con spirito il francese.

Zoulou ha ricevuto la media del punteggio per le prove dell’ultimo giorno, concludendo al secondo posto assoluto 9,1 punti dietro ad Alinghi e 7,9 davanti a Red Bull Sailing Team, ma una bella consolazione per il team di Maris è la vittoria nel campionato Owner-Driver 2019. 

In terza piazza hanno concluso gli olimpionici austriaci Roman Hagara e Hans-Peter Steinacher su Red Bull Sailing Team, che si sono quindi assicurati l’ultimo gradino del podio della stagione. “Abbiamo migliorato nel corso di tutto l’anno, una cosa positiva per un gruppo nuovo che all’inizio aveva qualche problema.” Ha spiegato Roman Hagara. “Ma abbiamo recuperato bene su Alinghi e Oman Air.”

Le matricole del GC32 Racing Tour, Black Star Sailing Team in Oman hanno chiuso al quinto posto, ma lo skipper svizzero Christian Zuerrer si è detto felice del risultato, sperando di mantenere lo stesso equipaggio anche per il 2020 con il timoniere kiwi Chris Steele. “Abbiamo fatto grandi passi avanti perchè adesso riusciamo a stare nella pancia della flotta e non nelle retrovie.”

Il Manager del GC32 Racing Tour Christian Scherrer ha chiuso dicendo: “Vorrei ringraziare tutti i team che hanno preso parte al GC32 Racing Tour 2019, al mio team, a tutti i nostri partner e agli organizzatori locali. Speriamo che la stagione 2020 sia altrettanto positiva, con team vecchi e nuovi e con nuove località che annunceremo a breve.” 

 

 


09/11/2019 17:22:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Traiano: Tevere Remo non fa sconti

Mon Ile inizia il 2020 vincendo. Sempre potente in tempo reale Ars Una, mentre crescono messa a punto e prestazioni per Luduan 2.0. In Crociera, brilla Soul Seeker e nella Coastal Race Bagherang Evo in equipaggio e Toi e Moi in doppio

Presentata a Roma la "Garmin Marine Roma per 2"

Partenza sabato 4 aprile. Novità di quest'anno l'apertura ai solitari anche nella "Riva", con percorso Riva di Traiano/Ventotene/Riva di traiano

Cape2Rio: Giovanni Soldini fa l'analisi della regata

Maserati Multi 70 e Giovanni Soldini tagliano il traguardo della Cape2Rio 2020. Il Team italiano termina la regata in 8 giorni, 3 ore, 9 minuti e 34 secondi. Giovanni Soldini: «È stata una regata molto combattuta fino alla fine»

Incontro EBI EMSA sulle strategia UE per la nautica da diporto

L'incontro si è svolto presso la sede di Lisbona dell'EMSA con la delegazione dell'EBI composta da Philip Easthill, Segretario Generale dell'EBI e Stefano Pagani Isnardi, Responsabile del Dipartimento Ricerca di Confindustria Nautica

Varese: il 25 gennaio il convegno "Tra Legno e Acqua"

Al via il 7° Convegno sulle barche d’epoca, Varese nuovamente ‘capitale’ nazionale della nautica vintage

Riprende l'Invernale dell'Argentario con Ari Bada ancora al comando

Prima regata del nuovo anno per il 43° Campionato Invernale dell’Argentario

Hempel World Cup Series: a Miami bene le azzurre del 470

Vento forte a Miami e azzurre ancora in evidenza nel 470 dove, dopo 6 prove, Elena Berta e Bianca Caruso sono al 4° posto e Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini al 7°

Ultima tappe per il "Cimento Invernale" della Fraglia Vela Desenzano

Domenica si corre l'ultima tappa della 29° edizione del "Cimento Invernale del lago di Garda", la classica promossa dall'attiva Fraglia Vela Desenzano, sotto l'egida della Federazione Italiana Vela

Mondiale Optimist 2020: pubblicato il Bando di Regata

A poco più di sei mesi dall'appuntamento più atteso del calendario di vela giovanile 2020 l'organizzazione dell'evento ha pubblicato il bando della regata che sarà ospitata dall'1 all'11 luglio a Riva del Garda dalla Fraglia Vela Riva

Napoli: Scugnizza, Faamu-Sami e Raffica vincono la Coppa Camardella

Si è disputata ieri, domenica 19 gennaio 2020, la Coppa Ralph Camardella, regata organizzata dal Circolo Canottieri Napoli e valida come quarta tappa del Campionato invernale di vela d’altura del golfo di Napoli

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci