sabato, 23 febbraio 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

campionati invernali    press    barcolana    rorc caribbean 600    fincantieri    regate    vela oceanica    vele d'epoca    cnsm    dragoni    j24    mascalzone latino    caribbean 600    giovanni soldini    vela    velista dell'anno    soldini   

MAXI YACHT ROLEX CUP

Conclusa con grande successo la 29^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup

conclusa con grande successo la 29 edizione della maxi yacht rolex cup
redazione

La 29^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 Class World Championship, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con l'International Maxi Association e il Title sponsor Rolex, va in archivio con il consueto successo di partecipanti, 41 gli yacht in regata, e la soddisfazione per tutti di aver goduto di belle giornate di vela, grazie a un meteo che ha fatto le bizze solo nella giornata di martedì, quando l'instabilità ha costretto il Comitato di regata a rinviare le prove di giornata.

Oggi la flotta è stata impegnata in una regata costiera di circa 30 miglia con vento da nordovest che dai 9 nodi è gradualmente salito a 12 e l'ha portata a doppiare Spargi per far poi far ritorno a Porto Cervo.

La Wally Class ha svolto invece due prove a bastone, vinte rispettivamente dal Wallycento  Tango e dal W80 Lyra che si conferma vincitore con un invidiabile "score" costituito due secondi posti come peggior risultato. Un debutto decisamente inaspettato per il nuovo armatore della barca, il canadese originario di Hong Kong Terry Hui: "Sono appena entrato in questo mondo e sto imparando molto, il mio più grande premio è stato quello di incontrare tutte queste belle persone, conoscere tanti altri armatori. Circa il mio debutto vincente penso di avere un ottimo team che ha compensato i miei errori e un pizzico di fortuna, sono stato davvero bene, regatare a Porto Cervo è bellissimo e lo YCCS è il massimo".

Il Rolex Maxi 72 World Championship era già stato matematicamente assegnato ieri, con una giornata d'anticipo, a Momo del socio YCCS Dieter Schoen davanti a Cannonball, armata anch'essa da un socio YCCS, Dario Ferrari. Oggi Momo ha nuovamente dimostrato la sua superiorità vincendo davanti a Proteus, tattico Tommaso Chieffi, e Cannonball, tattico Vasco Vascotto.

Vincitore della classe Super Maxi è stato il J-Class Topaz, seguito dagli altri due J-Class presenti,  Velsheda e Svea. Questi yacht maestosi ed eleganti, concepiti negli anni '30 del secolo scorso per contendersi l'America's Cup, hanno regatato assieme ad altri superyacht moderni usando il sistema di compenso ORCsy. Tuttavia, utilizzando il sistema di compenso studiato appositamente per la J-Class il vincitore sarebbe stato Svea. Lo spagnolo Nacho Postigo, navigatore su Topaz ha commentato: "È stata una settimana bella e combattuta, siamo molto contenti anche se non è stato semplice, a partire dal fatto che correvamo in ORC anziché con il sistema di rating J-Class, e questo ci ha costretto a prendere delle scelte di assetto un po' rischiose. Anche oggi è stata una regata molto combattuta.  In partenza eravamo posizionati perfettamente e invece è arrivato come sempre Velsheda che di bolina è molto più veloce e si è allungato. Poi di poppa siamo riusciti a recuperare, anche grazie alle chiamate tattiche di Tony Rey. Sul finale è stato un vero e proprio match race tra noi e Svea, sembrava di essere in Coppa America". 

La classe Maxi ha visto il dominio del Southern Wind 82 Grande Orazio, del socio YCCS Massimiliano Florio, vincitore con una giornata d'anticipo davanti a Vera e Rambler. "È stata una vittoria lungamente perseguita - ha spiegato Florio - e ben meritata perché abbiamo navigato veramente bene, tuttavia vincere con un giorno d'anticipo è stata una cosa inaspettata, in parte merito di condizioni di vento favorevoli alla nostra barca relativamente pesante. Sono veramente felice per questo risultato!"

Tra i Mini Maxi gruppo 1, Supernikka di Roberto Lacorte si era già matematicamente assicurata ieri la vittoria, sul podio sono saliti lo Swan 601 Lorina 1895 e Wallyño di Benoit de Froidmont. Analoga situazione in gruppo 2, dove H2O del socio YCCS Riccardo De Michele aveva già vinto in anticipo nella sua classe ed è stato premiato per il miglior punteggio sia tra i soci YCCS che quelli IMA. Con lui sul podio lo Swan 65 Shirlaf di Giuseppe Puttini e lo Swan 651 Lunz Am Meer di Marietta Strasoldo.

La premiazione in piazza Azzurra, come consuetudine molto affollata, ha visto sul palco il Vicepresidente dello YCCS, l'Ing. Paolo Baiocchi, il Presidente di Rolex Italia Gian Riccardo Marini, il neo eletto presidente dell'IMA, Benoit de Froidmont e il Commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda, Riccardo Bonadeo che nel corso del suo discorso introduttivo ha voluto ricordare la figura di Willy Persico, fondatore e presidente del cantiere Southern Wind. Ha poi dichiarato: "Va in archivio un'altra edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, la prossima sarà la trentesima e siamo certi che sarà emozionante come questa.  Navigare a vela è uno sport che emoziona, per chi ama il mare e le sfide è quasi impossibile smettere una volta iniziato. Proprio le sfide e l'amore per il mare sono tra gli elementi che caratterizzano la nostra partnership di così lunga data con Rolex. A nome dello YCCS desidero ringraziare Rolex per il suo  supporto presente e costante. Il nostro ringraziamento va a tutti voi, armatori, velisti, Giuria Internazionale, Comitato di Regata e lo staff. Tutti insieme contribuiamo di anno in anno al successo di questo evento di riferimento nello yachting di eccellenza. Sempre tutti insieme, possiamo contribuire alla salvaguardia dei mari. Lo YCCS con la sua Fondazione One Ocean sta promuovendo progetti in questa direzione, vi invitiamo a conoscere meglio il nostro programma volto a tutelare ciò che a noi velisti sta più a cuore, il mare".

La Maxi Yacht Rolex Cup ha aperto un mese di settembre che vedrà lo YCCS impegnato in molteplici iniziative. Lunedì 10 settembre si aprirà ufficialmente la Rolex Swan Cup con il Welcome cocktail sulla terrazza della clubhouse. Le regate proseguono fino a domenica 16 settembre.

Domani, domenica 9 settembre, lo skipper Mauro Pelaschier, Ambassador della One Ocean Foundation nata per iniziativa dello YCCS per salvaguardare i mari, farà tappa con la sua barca in legno, Crivizza, a Cannigione. Lo YCCS con i locali club nautici di Arzachena e Cannigione organizza un incontro pubblico per divulgare la Charta Smeralda e generare consapevolezza circa l'urgenza di proteggere il mare, l'appuntamento per tutti è fissato alle ore 20,00 presso la piazzetta della Chiesa di Cannigione.  Lunedì 10 settembre sarà invece la volta di una tavola rotonda con alcune tra le più importanti realtà imprenditoriali della zona, dall'hotellerie alla portualità turistica, alla quali la One Ocean Foundation chiederà di volersi impegnare in una specifica iniziativa volta a una maggiore sostenibilità della propria attività. 

 


08/09/2018 23:56:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Caribbean 600: sportività tra Soldini e il Team Argo

Giovanni Soldini e l’equipaggio di Maserati Multi 70 hanno accolto la richiesta del Team di Argo di posticipare la partenza della RORC Caribbean 600

Giovanni Soldini pronto per la RORC Caribbean 600

Domani il via dell’11ma edizione della RORC Caribbean 600. Previste condizioni favorevoli per la regata

La RORC Caribbean 600 di Giancarlo Simeoli

Giancarlo Simeoli ha affrontato la Caribbean 600 a bordo di Triple Lind Cookson 50 di Joseph Mele

Sydney: dopo 5 prove Australia in testa nella "ControCoppa America"

Belle riprese video ma formula ancora non convincente

Invernale Riva di Traiano: 2 nodi non bastano

Giornata estiva con un vento che non è mai andato oltre i 3 nodi, troppo pochi per disputare una regata degna di tal nome

Caribbean 600: per Soldini anche il nuovo record della regata

Il Team italiano stabilisce il nuovo record della regata: 1 giorno, 6 ore e 49 minuti Il diretto rivale Argo taglia il traguardo 7 minuti dopo

Presentata La Lunga Bolina 2019

Svolta "plastic free" per la regata con il supporto di Marevivo

Ocean Cat arriva a Guadeloupe in 14 giorni, 3 ore e 40 minuti

Tullio e Giammarco: "Un'esperienza davvero impegnativa, sia psicologicamente che fisicamente. I protocolli di sicurezza ci hanno permesso comunque di navigare sapendo di essere costantemente seguiti da terra"

Vincenzo Onorato guida Mascalzone alla Mezza Maratona di Napoli

Vincenzo Onorato e la Scuola Vela Mascalzone Latino protagonisti alla Family Run & Friends di Napoli

Fantini e Cappelletti a Cagliari per Vite da Mare, incontro organizzato da 12 circoli e associazioni

Cagliari al centro della vela oceanica nazionale. Si parte con “Vite da Mare” ospiti i velisti Andrea Fantini e Francesco Cappelletti. Incontro organizzato da 12 circoli e associazioni.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci