giovedí, 16 agosto 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

rs feva    420    fiv    attualità    les sables-les açores-les sables    mini 650    turismo    circoli velici    luna rossa    farr 40    vela olimpica    nacra 17    optimist    windsurf    press   

CNRT

CNRT: soddisfatti per la Coppa Italia, ma è già tempo di Roma-Giraglia

cnrt soddisfatti per la coppa italia ma 232 gi 224 tempo di roma giraglia
Roberto Imbastaro

Si è conclusa con la vittoria di Duende – Aeronautica Militare,  Vismara 46 di Raffaele Giannetti, la Coppa Italia 2018. L'equipaggio di Duende ha alzato così la Coppa (nella foto con il presidente IV zona Giuseppe D'Amico) e ricevuto il premio Garmin riservato al vincitore, un ricevitore satellitare della Serie inReach. L’equipaggio, che corre sotto il guidone del Circolo Nautico Riva di Traiano, ha dominato letteralmente le due giornate di regata,  affermandosi sia in IRC sia in ORC con notevole autorità. Il “Giallone”, come affettuosamente viene chiamata la barca a Riva, ha bissato il successo ottenuto  al Campionato Italiano di Ischia nella sua Classe, confermandosi come una delle barche attualmente più in forma in Mediterraneo. 
La Coppa Italia per Club, Trofeo Enway, è invece sfuggita al CNRT, ed è stata conquistata dagli equipaggi scesi in campo per il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo.Ulika, lo Swan 45 di Stefano Masi, ha ceduto il passo nella sua classe (gruppo A) solo a Duende, ma eccezionale è stata la performance del First 34.7 Vulcano 2 di Stefano Morani, che non solo ha dominato il Gruppo B,    ma è arrivato 4° assoluto in IRC e 5° assoluto in ORC.
“Era un team sulla carta eccezionale – ha commentato il presidente del CNRT Alessandro Farassino – e soprattutto era la coppia meglio assortita. Se avessi dovuto scommettere prima della partenza, avrei puntato su di loro. Oggettivamente  ha vinto la squadra migliore e dobbiamo rendere merito agli amici del Tevere Remo. Noi siamo contentissimi per la vittoria di Duende, una barca del CNRT che ha portato a casa la Coppa Italia tradizionale. Il prossimo anno, si correrà ancora in Tirreno e sicuramente tenteremo di mettere in acqua un team ancor più competitivo. Questa formula ci piace, ed ho constatato che anche i presidenti degli altri circoli hanno gradito la nuova formula.  I Circoli sono una realtà importante nel panorama sportivo della vela italiana ed incentivare la loro partecipazione diretta è uno stimolo sapiente che l’Uvai ci ha fornito e che dobbiamo saper sfruttare ”. 
Ora la stagione estiva lascia spazio al diporto, ma già a settembre si ricomincia con una regata bellissima, la Roma-Giraglia, da corrersi in doppio o in equipaggio, e  con il GiragliOne, riservato ai solitari.
“E’ una regata fantastica. La Giraglia raggiunta dal basso - spiega Farassino - attraversando tutto l’arcipelago toscano è un’avventura indescrivibile. Noi che siamo un po’ i puristi dell’altura vera, con le nostra classiche di aprile, consideriamo la Roma Giraglia come una entry level alla grande altura. Ma è comunque una regata difficile, di 250 miglia, molto tattica, che richiede pazienza e capacità di sopportazione. Incredibilmente può essere disputata anche restando sempre entro le 12 miglia dalla costa. Gli scenari sono fantastici, ed in molti l'hanno definita una delle regate d'altura più belle che si corrono in Mediterraneo. I bandi saranno pubblicati tra poco sul sito del circolo 
www.cnrt.it . Si parte il 27 settembre, e sarà l’anteprima di una grande stagione invernale”.


17/07/2018 10:38:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Mini 650, SAS: Ambrogio Beccaria domina tra i Serie

Ecco la sua prima intervista una volta a terra. Il milanese, ha vinto entrambe le tappe e ha conquistato il titolo di Campione di Francia di Course au Large

Caorle, "Festa del Pesce": una sfida a colpi di sarde

La Festa del Pesce - A settembre l’evento culinario più tradizionale di Caorle (VE)

Mondiali Aarhus: Carolina Albano qualifica l'Italia nel Laser Radial a Tokyo 2020

L’Italia conquista oggi ad Aarhus la terza qualifica per le Olimpiadi di Tokyo 2020! Si tratta del Laser Radial e a compiere l’impresa è stata la giovane Laserista triestina Carolina Albano (CV Muggia) non ancora ventenne

Nacra 17: oro per l'Italia ai Mondiali di Aarhus

La coppia formata da Ruggero Tita e Caterina Banti ha vinto il titolo della classe Nacra 17 al termine della 'medal race' di oggi

Mondiali Aarhus: sei le classi qualificate per Tokio 2020

Triplete per Tita-Banti che aggiungono il titolo mondiale all'europeo e all'italiano già conquistati nel 2018

Tokio 2020: altre 3 qualifiche per l'Italia ai mondiali di Aarhus

L’Italia è qualificata alle Olimpiadi di Tokyo 2020 anche nelle classi RS:X maschile, RS:X femminile con Marta Maggetti e il Nacra 17 con Ruggero Tita e Caterina Banti

Techno 293: 3 volte Campioni del mondo con Speciale, Graciotti e Renna

Mondiale da incorniciare per gli azzurri quello appena conclusosi a Liepāja in Lettonia.

Iniziati a Newport i mondiali classe 420

In rappresentanza dell’Italia nella classifica Open con 73 iscritti provenienti da 15 nazioni abbiamo 7 equipaggi:

Benetti vara lo "Spectre", nuovo omaggio a James Bond

Lo scafo, concepito dallo studio olandese Mulder Design, punta a ottenere prestazioni straordinarie per yacht di queste dimensioni e dispone della nuova tecnologia Ride Control di Naiad Dynamics

Gargnano festeggia l'argento di Waink e Gambarin

Ferragosto di festa al Circolo Vela Gargnano-lago di Garda grazie a Michelle Waink e Claudia Gambarin, vice campionesse d'Europa 29Er alle regate disputate sul mare finlandese di Helsinki

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci