venerdí, 4 dicembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    giancarlo pedote    cantieristica    aziende    windsurf    trofeo jules verne    sodeb'o    orc    vela    cambusa    fincantieri   

FIV

L'attività di Sviluppo & Under 21-23 FIV parte con un raduno a Gaeta

attivit 224 di sviluppo amp under 21 23 fiv parte con un raduno gaeta
redazione

Lo Yacht  Club Gaeta ha ospitato il raduno legato all'attività Sviluppo & Under 21-23 che apre una nuova fase dei programmi tecnici della Federazione Italiana Vela come previsto nella Normativa della Preparazione Olimpica.

L'attività prevede una stretta collaborazione tra le Squadre Nazionali Assoluta e Giovanile, prende il via in un momento sicuramente difficile come quello che stiamo vivendo, e rappresenta un ulteriore slancio di speranza nel futuro.

 

Per questo raduno le Direzioni Tecniche FIV hanno selezionato 7 atleti maschili e altrettanti femminili delle classi Laser Standard e Radial, più due aggregati, secondo criteri sia oggettivi, basati sui risultati al CICO e ai Campionati Giovanili, sia di osservazione tecnica. Per il futuro i raduni riguarderanno anche altre classi.

Le strutture del Centro di Preparazione Olimpica del CONI a Formia hanno ospitato gli atleti per la parte di attività atletica, mentre lo Yacht Club Gaeta è stata la base per le uscite a mare, il tutto naturalmente seguendo le disposizioni degli ultimi protocolli sanitari.

 

"Abbiamo un vivaio ricco che è necessario tutelare e crescere per gradi - afferma il Presidente FIV Francesco Ettorre - e questa attività di sviluppo è volta a garantire ai giovani una preparazione nell'ambito del settore tecnico federale, che li faccia crescere per poi essere convocati in futuro nelle Squadre Nazionali, senza forzare i passaggi. Aiutiamo i talenti a valorizzarsi e a non disperdersi."

"Lo Sviluppo & U21-U23 adesso entra nel concreto - spiega il Direttore Tecnico azzurro Michele Marchesini - e rappresenta un'attività in classe Olimpica seguita dai tecnici del Settore Giovanile e rivolta a non tralasciare quei giovani atleti che sono già delle buone promesse ma non ancora di alto livello, con l’obiettivo di dare loro strumenti di crescita e obiettivi per giungere al Team Performance della Squadra Nazionale."

Il DT Giovanile FIV Alessandra Sensini ha detto: "Il nostro obiettivo è dare continuità al lavoro dei ragazzi che arrivano dalle squadre nazionali Under 19, con interventi tecnici e volti a capire le intenzioni, le motivazioni e le necessità di ciascuno, valutazioni sulle scelte, su cambi o stabilizzazione di classe o di equipaggio. La lista dei convocati potrà essere integrata, è un gruppo aperto che considera chi vuol fare un percorso di crescita sulle classi olimpiche youth."

 

I criteri di scelta nel convocare gli atleti del Laser Standard e Radial sono stati i seguenti: primi 3 atleti Juniores al Campionato Italiano Classi Olimpiche che saranno categoria U21 anche nel 2021; atleti passati nella classe Standard e classificati nei primi 3 al Campionato Nazionale Giovanile Radial a Salerno; e su segnalazione dello Staff Tecnico Federale altri equipaggi in base a potenzialità, motivazione, caratteristiche fisiche, stato di forma e risultati ottenuti.

 

Questi gli atleti convocati al raduno di Formia-Gaeta: per la classe Laser Radial femminile: Giorgia Cingolani (CV Torbole), Alise Santorum (FV Riva), Sara Arseni (CDV Roma), Maria Giulia Cicchinè (CV Portocivitanova), Giulia Schio (CC R Lauria), Sara Savelli (CV Bellano) e Federica Cattarozzi (CV Torbole). Per la classe Laser Standard Cesare Barabino (YC Olbia), Matteo Paulon (YC Cannigione), Filippo Guerra (FV Malcesine), Claudio De Fontes (CC R Lauria), Valerio Palamara (Compagnia dello Stretto), Pietro Giacomoni (CV Portocivitanova) e Guido Gallinaro (FV Riva).

 

Visto il particolare momento di emergenza Covid, si è limitato il numero di aggregati e cioè solo un equipaggio per Classe, tenendo conto del livello tecnico e della tempistica delle domande. I due atleti sono Ciro Basile (CV Bari) e Gaia Bolzanella (CV Torbole).

 

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: falla a bordo per Escoffier, Jean Le Cam tenta di raggiungerlo

Kevin Escoffier, che si trovava al terzo posto nel Vendée Globe posizionato a circa 550 miglia nautiche a sud di Città del Capo, ha attivato il suo segnale di soccorso

FLASH - Jean Le Cam ha avvistato Escoffier e procede al recupero

La Direzione di corsa del Vendée Globe ha dirottato sul punto del Distress di Kevin Escoffier anche Boris Herrmann, Yannick Bestaven e Sébastien Simon

Vendée Globe: Pedote supera Sam Davies ed è 10°

Pedote:"Voglio solo continuare a cercare di fare le cose bene, preservare i materiali, cosa molto importante perché la barca è la mia sicurezza e la mia sorgente di velocità"

Vendée Globe: la calma è la virtù dei Pedote

Il nostro Giancarlo Pedote sta procedendo bene e senza scosse e guadagna posizioni. Ora è decimo a 646 miglia dal leader e viaggia spedito a più di 20 nodi

Trofeo Jules Verne: Coville vola, Cammas si ritira

Thomas Coville su Sodebo Ultim 3 continua la sua discesa dell'Atlantico del Nord in questo sabato mattina, scivolando a oltre 30 nodi mentre Franck Cammas sta rientrando a Lorient dopo aver urtato un UFO

Vendée Globe: problemi (risolti) per Giancarlo Pedote

La cima “furling line” che tiene il Code 0 ancorato alla barca si è rotta, la vela ha iniziato a sbattere ed era impossibile chiuderla

Vendée Globe: per Pedote nel mirino c'è Buona Speranza

Dopo tre settimane di regate e quasi il 25% delle 21.638 miglia previste dal Vendée Globe sulla scia, Giancarlo Pedote vede la longitudine di Buona Speranza incombere all'orizzonte

Vendée Globe: Yes HE Cam! Solo Jean poteva salvare Kevin

Non poteva cadere in mani migliori. Lo ha detto lo stesso Jean: « Il est tombé dans la bonne maison ! ». Yes we Cam…. ma solo lui poteva! Disegno della bravissima Manu Guiavarch per Jean Le Cam

Ecco la prima Italia Yachts 14.98 Bellissima

E' una vera easy sailing con molti accorgimenti utili per la navigazione da soli o in equipaggio ridotto: tra queste le 8 manovre rinviate in pozzetto permettono di regolare al meglio le vele e navigare sempre in tranquillità

Vendée Globe, Charlie Dalin:"Cerco il pedale del freno"

Ancora non confermato il passaggio di Kevin Escoffier su una fregata della marina francese, la Nivose, che potrebbe incontrare Yes We Cam vicino alla Crozet o alla Kerguelens

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci