mercoledí, 18 settembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

giancarlo pedote    guardia costiera    star    ambiente    ferretti group    attualità    barche d'epoca    press    aziende    este 24    regate    windsurf    vele d'epoca    roma giraglia    circoli velici    gc32    j24   

VELE D'EPOCA

Argentario Sailing Week, Day 3: protagonisti vento, fair play e arte marinara

argentario sailing week day protagonisti vento fair play arte marinara
redazione

Terzo giorno di regata della 20a edizione dell'Argentario Sailing Week, con condizioni meteo da veri amanti della vela. La tenacia e pazienza del Comitato di Regata presieduto da Sandro Gherarducci ha pagato e la prima partenza è stata data alle 12.57 con 7-8 nodi da sud e cielo coperto. Uscito il sole, il vento è andato aumentando raggiungendo anche i 30 nodi in raffica, regalando agli equipaggi forti emozioni e mettendo a dura prova tattici ed equipaggi. 

 

I vincitori di giornata sono:  Vintage Aurici: Viola (Fife Willam III - 1908 - Belkin Kostia); Vintage Marconi: Comet (Sparkman & Stephens -1946 -Woodward - Fisher)Classic: Ojalà (Sparkman & Stephens – 1973 - Susan Carol Holland); Spirit of Tradition: Toi e Moi (Dykstra Naval Architects – 2018 - Alessandro Rinaldi).

 

Dopo tre regate guidano la classifica provvisoria Viola (Vintage Aurici–, Comet (Vintage Marconi), Ojalà (Classici), e Toi e Moi (Spirit of Tradition). Domani, domenica 23 giugno, ultimo giorno di regate con premiazione prevista alle 18.00.

 

Unanime l’opinione degli armatori e degli equipaggi: ciò che rende unica la manifestazione di Argentario Sailing Week è il clima familiare che si respira pur restando all’interno di un’ottima organizzazione. Grande disponibilità mista a convivialità come la cena tenuta ieri sera, nello scenario mozzafiato della Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano, che ha riscosso grande successo.

 

Nella XX edizione della manifestazione ha fatto il suo debutto anche Rosalù disegnata da Sparkman & Stephens e varata nel 1963.  Gianluca Venier ne è lo skipper da 10 anni e nelle sue parole “ormai io e Rosalù abbiamo forgiato un legame di parentela: per me è come una zia di una certa età, ma tuttora in buona salute che ha bisogno di essere ascoltata con attenzione e che sa sempre dirti di cosa ha bisogno. E’ riservata e misteriosa, tuttavia ci intendiamo bene. Il nostro rapporto è basato sull’ascolto reciproco: patti chiari e amicizia lunga”Parlando poi di cosa rappresenti la vela classica e l’Argentario Sailing Week, il comandante Venier ha commentato “La vela classica ha scelto me e il vintage to permette di vivere la tradizione e di respirare l’arte marinara secolare. Il fatto poi che la vela sia diventata anche la mia professione, per me stare in mare è anche una delle poche dimensioni che ci consentono ancora di avere una propria dimensione mentale personale. Oltre a ciò la vela ti obbliga e ti impone di imparare a interagire con gli altri. Qui a Santo Stefano la riprova è stata quando abbiamo rotto la randa in regata: tornati in porto, tre persone si sono immediatamente offerte di indicarci chi poteva ripararla. Argentario Sailing Week è una manifestazione dove fair play, arte marinara e convivialità sono le vere protagoniste.” 

 

Francesco Borghini, sindaco del Comune di Monte Argentario, ha fatto visita oggi al villaggio regata dell’Argentario Sailing Week e ha incontrato i giornalisti presenti, rispondendo a molte domande: “Quest’anno l’Argentario Sailing Week festeggia il suo 20° anno. Consapevoli di quanto questa manifestazione sia di valore per il nostro territorio, come Amministrazione Comunale abbiamo offerto un contributo istituzionale importante all’evento. L’Argentario Sailing Week, infatti, coniuga l’amore per il mare a tutte le professionalità specifiche che abbiamo qui a Porto Santo Stefano in modo particolare nella cantieristica come maestri d’ascia e maestranze altamente qualificate. che sono sicuramente i più specializzati della zona, ma mi risulta anche tra i migliori al mondo per poter operare professionalmente su questi gioielli d’imbarcazioni d’epoca.  

C’è dunque un connubio oggettivo tra le nostre attività legate al mare e al turismo per cui racchiude tutti e tre gli elementi che ci onorano e che ci spingono a prendere queste iniziative come quest’anno che è stata particolarmente impegnativa. 

L’impatto sul territorio di un evento come questo, inoltre, ha un peso rilevante in particolare nei mesi di giugno e settembre, proprio perché uno dei nostri obiettivi è quello di prolungare il più possibile la stagione turistica. L’Argentario Sailing Week si è sempre inserita bene in questo contesto. Per noi rappresenta l’inizio dell’estate. 

Inoltre, è un veicolo per portare ospiti stranieri, così come l’iniziativa di PortArgentario (il Progetto di promozione del turismo nautico dedicato alle navi da crociera di piccole e medie dimensioni per il Monte Argentario e la Maremma Toscana realizzato in collaborazione con la Regione Toscana). Puntiamo molto sul così detto turismo di ritorno: creare occasioni per far conoscere il nostro territorio e per stimolare il desiderio di tornare in coloro i quali sono già stati qui privatamente come turisti, come partecipanti a una crociera o in qualità di regatanti.  L’importante è che conoscano l’Argentario, siano attratti dalle bellezze di un territorio unico e ne apprezzino le qualità per poi tornarci.

 

La flotta dell'Argentario Sailing Week è suddivisa in tre categorie: Classic & Spirit of Tradition (Yachts Classici e repliche di Yachts d’Epoca), Vintage Aurici (Yachts d’Epoca) e Vintage Marconi (Yachts d’Epoca).

 

L'Argentario Sailing Week 2019 è organizzata dallo Yacht Club Santo Stefano e dal Comune di Monte Argentario con il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Grosseto, Comune di Monte Argentario, ProLoCo di Porto S. Stefano.

 

 


22/06/2019 19:21:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La Voce del Mare, un film di Fabio Dipinto sul rapporto tra l’uomo e il mare

La Voce del Mare - da un’idea di Marco Simeoni, regia di Fabio Dipinto è un film documentario (Italia, 83’) che intende raccontare, da diverse angolazioni e punti di vista, le emozioni universali e il rapporto che l’uomo ha instaurato con il mare

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Campionato Italiano Este24: vince Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi

Con grande consistenza tattica, Ricca d’Este 27 di Federica archibugi si laurea Campione Italiano della Classe Este24, davanti a Ricca D’Este 37 di Marco Flemma, medaglia d’argento e a La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, medaglia di bronzo.

Melges 20: il titolo europeo va a Brontolo di Filippo Pacinotti

Un risultato conquistato con pieno merito e con una prova di anticipo dopo una battaglia durissima con il campione uscente (e numero 1 della ranking mondiale) Russian Bogatyrs di Igor Rytov a cui va la medaglia d’argento

Alinghi primo leader della GC32 Riva Cup

Nelle cinque prove odierne, corse con un'Ora dagli 8 ai 13 nodi, il team svizzero non si è mai piazzato peggio di terzo e, ha concluso in testa con quattro punti di vantaggio sugli austriaci di Red Bull Sailing Team

Europeo Melges 20: il leader è Nika di Vladimir Prosikhin

In vetta alla graduatoria generale c'è il veterano russo Nika di Vladimir Prosikhin con lo statunitense Morgan Reeser alla tattica. Al secondo posto il connazionale e detentore del titolo europeo Russian Bogatyrs di Igor Rytov

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Desenzano: concluso con la vittoria di Leno2 il XII Campionato Provinciale per velisti diversamente abili

Con la vittoria della Squadra Leno 2 della Cooperativa C.D.D. Collaboriamo di Leno formata da Lucrezia Bertoletti, Ravinder Singh e dall’educatrice Emanuela Mombelli, si è conclusa XII edizione del Campionato Provinciale per velisti diversamente abil

La Fiv premia le "sue" medaglie olimpiche

Alessandra Sensini:"Le medaglie sono tanta fatica e sacrificio, allenamento intenso per tutto il quadriennio"

Offshore: finisce in tragedia il record sulla Montecarlo/Venezia

L'imbarcazione si è schiantata su una diga prima dell'arrivo ed era condotta dal pluricampione Fabio Buzzi, deceduto insieme a due piloti inglesi che lo accompagnavano nel tentativo di record

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci