lunedí, 13 luglio 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

circoli velici    libri    vendée arctique    giancarlo pedote    garda    cnsm    la duecento    pesca    vendee arctique    melges 32    maxi-tri    fiv    porti    turismo    scuola vela   

VELE D'EPOCA

Argentario Sailing Week, Day 3: protagonisti vento, fair play e arte marinara

argentario sailing week day protagonisti vento fair play arte marinara
redazione

Terzo giorno di regata della 20a edizione dell'Argentario Sailing Week, con condizioni meteo da veri amanti della vela. La tenacia e pazienza del Comitato di Regata presieduto da Sandro Gherarducci ha pagato e la prima partenza è stata data alle 12.57 con 7-8 nodi da sud e cielo coperto. Uscito il sole, il vento è andato aumentando raggiungendo anche i 30 nodi in raffica, regalando agli equipaggi forti emozioni e mettendo a dura prova tattici ed equipaggi. 

 

I vincitori di giornata sono:  Vintage Aurici: Viola (Fife Willam III - 1908 - Belkin Kostia); Vintage Marconi: Comet (Sparkman & Stephens -1946 -Woodward - Fisher)Classic: Ojalà (Sparkman & Stephens – 1973 - Susan Carol Holland); Spirit of Tradition: Toi e Moi (Dykstra Naval Architects – 2018 - Alessandro Rinaldi).

 

Dopo tre regate guidano la classifica provvisoria Viola (Vintage Aurici–, Comet (Vintage Marconi), Ojalà (Classici), e Toi e Moi (Spirit of Tradition). Domani, domenica 23 giugno, ultimo giorno di regate con premiazione prevista alle 18.00.

 

Unanime l’opinione degli armatori e degli equipaggi: ciò che rende unica la manifestazione di Argentario Sailing Week è il clima familiare che si respira pur restando all’interno di un’ottima organizzazione. Grande disponibilità mista a convivialità come la cena tenuta ieri sera, nello scenario mozzafiato della Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano, che ha riscosso grande successo.

 

Nella XX edizione della manifestazione ha fatto il suo debutto anche Rosalù disegnata da Sparkman & Stephens e varata nel 1963.  Gianluca Venier ne è lo skipper da 10 anni e nelle sue parole “ormai io e Rosalù abbiamo forgiato un legame di parentela: per me è come una zia di una certa età, ma tuttora in buona salute che ha bisogno di essere ascoltata con attenzione e che sa sempre dirti di cosa ha bisogno. E’ riservata e misteriosa, tuttavia ci intendiamo bene. Il nostro rapporto è basato sull’ascolto reciproco: patti chiari e amicizia lunga”Parlando poi di cosa rappresenti la vela classica e l’Argentario Sailing Week, il comandante Venier ha commentato “La vela classica ha scelto me e il vintage to permette di vivere la tradizione e di respirare l’arte marinara secolare. Il fatto poi che la vela sia diventata anche la mia professione, per me stare in mare è anche una delle poche dimensioni che ci consentono ancora di avere una propria dimensione mentale personale. Oltre a ciò la vela ti obbliga e ti impone di imparare a interagire con gli altri. Qui a Santo Stefano la riprova è stata quando abbiamo rotto la randa in regata: tornati in porto, tre persone si sono immediatamente offerte di indicarci chi poteva ripararla. Argentario Sailing Week è una manifestazione dove fair play, arte marinara e convivialità sono le vere protagoniste.” 

 

Francesco Borghini, sindaco del Comune di Monte Argentario, ha fatto visita oggi al villaggio regata dell’Argentario Sailing Week e ha incontrato i giornalisti presenti, rispondendo a molte domande: “Quest’anno l’Argentario Sailing Week festeggia il suo 20° anno. Consapevoli di quanto questa manifestazione sia di valore per il nostro territorio, come Amministrazione Comunale abbiamo offerto un contributo istituzionale importante all’evento. L’Argentario Sailing Week, infatti, coniuga l’amore per il mare a tutte le professionalità specifiche che abbiamo qui a Porto Santo Stefano in modo particolare nella cantieristica come maestri d’ascia e maestranze altamente qualificate. che sono sicuramente i più specializzati della zona, ma mi risulta anche tra i migliori al mondo per poter operare professionalmente su questi gioielli d’imbarcazioni d’epoca.  

C’è dunque un connubio oggettivo tra le nostre attività legate al mare e al turismo per cui racchiude tutti e tre gli elementi che ci onorano e che ci spingono a prendere queste iniziative come quest’anno che è stata particolarmente impegnativa. 

L’impatto sul territorio di un evento come questo, inoltre, ha un peso rilevante in particolare nei mesi di giugno e settembre, proprio perché uno dei nostri obiettivi è quello di prolungare il più possibile la stagione turistica. L’Argentario Sailing Week si è sempre inserita bene in questo contesto. Per noi rappresenta l’inizio dell’estate. 

Inoltre, è un veicolo per portare ospiti stranieri, così come l’iniziativa di PortArgentario (il Progetto di promozione del turismo nautico dedicato alle navi da crociera di piccole e medie dimensioni per il Monte Argentario e la Maremma Toscana realizzato in collaborazione con la Regione Toscana). Puntiamo molto sul così detto turismo di ritorno: creare occasioni per far conoscere il nostro territorio e per stimolare il desiderio di tornare in coloro i quali sono già stati qui privatamente come turisti, come partecipanti a una crociera o in qualità di regatanti.  L’importante è che conoscano l’Argentario, siano attratti dalle bellezze di un territorio unico e ne apprezzino le qualità per poi tornarci.

 

La flotta dell'Argentario Sailing Week è suddivisa in tre categorie: Classic & Spirit of Tradition (Yachts Classici e repliche di Yachts d’Epoca), Vintage Aurici (Yachts d’Epoca) e Vintage Marconi (Yachts d’Epoca).

 

L'Argentario Sailing Week 2019 è organizzata dallo Yacht Club Santo Stefano e dal Comune di Monte Argentario con il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Grosseto, Comune di Monte Argentario, ProLoCo di Porto S. Stefano.

 

 


22/06/2019 19:21:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

L'estate di Lignano tra buon vino, cibo e navigazione

Navigazione verso Marano e Aquileia con degustazioni dei prodotti della Strada del Vino e dei Sapori FVG

Caorle: venerdì 10 luglio parte "La Duecento"

La prima regata offshore italiana in periodo Covid sarà La Duecento, organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita lungo la rotta Caorle-Grado-Sansego e ritorno dal 10 al 12 luglio 2020

Il Governo "affonda" i porti turistici

Assomarinas: è inaccettabile, ancora una volta nel Decreto Rilancio il Governo ignora i problemi dei porti turistici

Caorle: tutti i vincitori de "La Duecento"

Con l’arrivo di Sheherazade di Nevio Zagaria alle 21:20 di sabato 11 luglio, vincitore del Trofeo Soligo Never Give Up, si è conclusa ufficialmente la ventiseiesima edizione de La Duecento, la prima regata offshore italiana in tempi Covid

Vendée Arctique: nella piatta lotta tra Beyou e Dalin

Qualche problema per Giancarlo Pedote che si difende e festeggio in solitario i suoi 9 anni di matrimonio con Stefania

Melges 32 World League: la prima giornata del 2020 è un gioco di equilibri

Secondo weekend italiano di regate e stavolta i protagonisti sono gli equipaggi della Classe Melges 32 che, da ieri fino a sabato, sono impegnati nella prima frazione delle Melges World League 2020 a Malcesine.

Liguria: operatori in fuga dai porti

Merlo, Federlogistica-Conftrasporto: “Fino a fine emergenza pedaggi autostradali alle AdSP per mantenere competitività"

L'ottusità della burocrazia blocca la vela sul lago di Bracciano

Iniziativa della Federvela del Lazio per sbloccare la situazione delle regate a Bracciano: il presidente FIV IV Zona Giuseppe D'Amico scrive a Zingaretti. Il caso di una norma del 2014 interpretata male che blocca le regate

Conerissimo: vince Interceptor di Luca Mosca

Grande successo ad Ancona per la “Conerissimo”, la costiera lungo le bellezze del Conero che ha inaugurato la stagione post lockdown

Optimist: concluso il VI Trofeo Ezio Astorri

La vittoria per il sesto anno consecutivo al CVTLP -Scuola Vela Mankin. Sei le regate disputate nelle acque del lago di Massaciuccoli da sessanta giovani timonieri.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci