domenica, 24 marzo 2019

ANDREA MURA

Andrea Mura racconta la "Tempesta Perfetta" e la Ostar 2017 alla LIV di Villasimius

andrea mura racconta la quot tempesta perfetta quot la ostar 2017 alla liv di villasimius
redazione

La notte di San Lorenzo si infiamma con il racconto delle ultime imprese sportive di Andrea Mura: il velista cagliaritano sarà infatti ospite della Lega Navale Italiana di Villasimius, di cui è socio onorario, per proiettare foto e video relative alla Ostar 2017, la regata transatlantica in solitario in cui ha recentemente trionfato.

Un racconto appassionante e “spaventoso”, con la rievocazione di tanti momenti difficili: ricordiamo che la Ostar 2017 è stata un’edizione da record “negativi”, per il numero di imbarcazioni naufragate o costrette al ritiro e per le durissime condizioni meteo-marine, che hanno peraltro costretto lo skipper sardo a cercare – in principio di regata – una rotta al Grande Nord, spingendosi a lambire il 58° parallelo nord, attraversando paesaggi lividi e inquietanti.

E poi quella che i metereologi canadesi hanno prontamente ribattezzato “La Tempesta Perfetta”, con onde di 10 metri e venti sino a 47 nodi, un passaggio chiave per confermare le vittorie del 2013 (Ostar) e 2012 (Twostar), entrando di diritto nella leggenda dei navigatori oceanici, semmai ci fosse bisogno di ulteriori conferme.

Nel corso della serata verrà esposta l’opera che l’artista Roberto Ziranu ha dedicato a Mura per la vittoria: una fantastica vela che ha rappresentato il clou della mostra “Abluzioni d’oro” di Oristano. Opera che verrà collocata nella piazzetta all’interno del Marina di Villasimius. 

A seguire musica ad allietare quella che si preannuncia una serata “perfetta”, che chiude il ciclo degli eventi (organizzati in collaborazione con l’Associazione Velica e Culturale Vento di Shardana) previsti per il ritorno in terra sarda del grande campione di vela.

 


10/08/2017 20:13:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Torre del Greco pronta per il Campionato Nazionale Meteor

Si lavora con lena perché tutto sia pronto per la 46esima edizione del Campionato Nazionale Meteor, quest’anno ospitato del Circolo Nautico di Torre del Greco, in collaborazione con il Club Nautico della Vela e con la Lega Navale Italiana sez. di Napoli

Ambrogio Beccaria al via della Defì Atlantique

Una nuova sfida per Ambrogio Beccaria che, a bordo di Eärendil, è sulla linea di partenza della “Défì Atlantique”, una transatlantica di soli Class 40, dalla Guadalupa a La Rochelle, in Francia

Invernale Otranto: in testa c'è "Il Gabbiere"

La nona regata del campionato invernale ‘Più Vela Per Tutti’ che si è svolta domenica nelle acque di Otranto è stata la più impegnativa del campionato

Roma per 1: il "veterano" Oscar Campagnola teme la bonaccia più del vento

Oscar Campagnola è alla sua quinta partecipazione in solitario. Sabato e domenica prossima i corsi di sopravvivenza ad Anzio. La Garmin premierà con apparati inReach i vincitori di tutte e cinque le regate

Marina di Loano: numeri da record nel 2018

Citata tra le dieci marine più belle a livello internazionale da “Yachting Pages”, nel 2018, Marina di Loano ha ottenuto dal RINA la certificazione MaRINA Excellence 24 Plus, i ‘5 Timoni’ e “50 Gold”

Torna a Pozzallo il premio internazionale "Trofeo del Mare"

Al Mediterraneo e al suo essere elemento di unione, legame indissolubile e centro propulsivo da cui si irradiano flussi e riflussi inarrestabili, è dedicato il “Trofeo del Mare

Spettacolo Swan a Scarlino

Un weekend con vento da quadranti meridionali ha fatto da scenario a tre giorni di vela One Design che hanno visto convergere alla Marina di Scarlino le imbarcazioni della classe ClubSwan 50 e della classe Swan 45.

Genova: Slow Fish al Porto Antico dal 9 al 12 maggio

Petrini: «Giovani di tutto il mondo, venite a Slow Fish e fatelo vostro»

Sul Garda di Gargnano il 41° Trofeo Bianchi

Domenica il Circolo Vela Gargnano aprirà la sua stagione 2019 con il "41° Trofeo Roberto Bianchi" per le classi monotipo (Asso, Protagonist 7.5, Dolphin Mr) e stazza Orc (Offshore Vari)

Paul & Shark Trophy: vincono i russi di Bunker Prince all’ultimo respiro

La classifica generale dopo sette prove quindi vede due team a pari punti, gli inglesi di Blue Haze i russi di Bunker Prince, che tuttavia grazie a migliori piazzamenti parziali si aggiudicano il Paul & Shark Trophy 2019

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci