mercoledí, 17 luglio 2024

RS21

"Stenghele" di Pietro Negri vince a Malcesine l'Act4 della RS21 Cup Yamamay

quot stenghele quot di pietro negri vince malcesine act4 della rs21 cup yamamay
redazione

Ritorna al successo “Stenghele” di Pietro Negri, con al timone Giovanni Meloni, a Malcesine nell’Act 4 della RS21 Cup Yamamay. Un successo che conferma la regola di questo circuito con un vincitore diverso ad ogni Act: “Diva” di Andrea Battistella al debutto di Porto Rotondo, “Brontolo” di Filippo Pacinotti a Cala de’ Medici, “Fremito d’Arja” di Dario Levi a Riva del Garda ed ora Pietro Negri (Cv Torbole) nella tappa ancora gardesana di Malcesine.

Una tre giorni molto combattuta, con 32 team al via, caratterizzata dalle bizze del meteo, ma con cinque prove spettacolari sfruttando l’Ora, vento pomeridiano da Sud, puntuale a dare una mano ai velisti in regata. Il tutto con l’attenta regia della Fraglia Vela Malcesine per questo atteso Act 4 nel calendario Fiv.

A Malcesine si è ripetuta anche quella che sta diventando un’altra caratteristica delle regate RS21, a conferma del livello altissimo ormai raggiunto: cinque prove e cinque vincitori diversi.

A cominciare da “Kindako” di Stefano Visintin (Yc Club Torri del Benaco) nel debutto e poi a seguire “Torpyone” di Edoardo Lupi (Cn Varazze), la grande sorpresa con il primo posto del team Under 23  “Nordès” di Camilla Michelini per i colori della Lega Navale di Mandello Lario in prova tre, “Stenghele” di Pietro Negri e “Arvenis” di Davide Albertini Petroni (Cn Loano) a chiudere.

Ma intanto a fare festa è Pietro Negri con tutto il suo team composto dal timoniere Giovanni Meloni, Niccolò Bianchi e Camilla Cordero di Montezemolo: «Non lo nascondo – ha detto in banchina Negri – sono molto contento di questa vittoria e del comportamento di tutto il mio team. Sono state regate tutte molto difficili e bastava un nulla, un piccolo errore, per ritrovarsi nelle retrovie. Ma ce l’abbiamo fatta e ora siamo primi anche nella classifica generale dopo 23 prove. Vorrei dedicare questa nostra vittoria ad un amico, Gianni Testa, presidente della Fraglia Vela Malcesine, che sta attraversando un momento difficile ma che si è tenuto sempre informato sulle nostre regate».

A Malcesine “Stenghele” ha preceduto di soli due punti “Arvenis” di Davide Albertini Petroni dopo un avvincente testa a testa con il rivale. Sul terzo gradino del podio è salito il team di “Torpyone” di Edoardo Lupi che conferma uno dei pretendenti al successo finale. Un terzo posto strappato a denti stretti perché ad un solo punto di distacco si sono classificati, nell’ordine, “Diva” di Andrea Battistella e “Caipirinha” di Martin Reintjes; sesto a due punti dal podio “Les Freaks” di Marco Pocci. In soldoni, un Act senza neppure il tempo di prendere fiato a tutto vantaggio dello spettacolo.

E spettacolo c’è stato anche nei Corinthian con la vittoria dei polacchi di “Ultrastar” dello Slava Racing capitanati da Piotr Manczak. Da segnalare il ritorno in regata di Davide Casetti, presidente della RS21 Italian Class, classificatosi al terzo posto con “Hidrogeno 21”. Seconda Federica Archibugi con “Stick ‘N Poke”.

Infine, l’Under 23 dove può esultare il team di “Nordés” a maggioranza di “quota rosa” di Camilla Michelini con Sara Rolle, Margherita Bianca Bonifaccio, Tommaso Comelli e Alessandro Bossi della Lni di Mandello del Lario a segno anche, come anticipato, a livello assoluto in prova 3.

«Questa di Malcesine – ha sottolineato il presidente della RS21 Italian Class Davide Casetti – è stata una tappa splendida. Tutti i team si sono divertiti lottando con grande determinazione e lo dico perché stavolta ho vissuto il tutto in prima persona timonando “Hidrogeno 21” e vincendo due prove Corinthian. Non posso che essere soddisfatto. Anche a Malcesine poi abbiamo usato il nuovo sistema con partenza automatica “Race Sense” e devo dire che si sta confermando uno strumento molto importante non solo per gli start ma anche  per la rilevazione degli Ocs in tempo reale».

Ora dopo Malcesine eccoci al gran finale della RS21 Cup Yamamay con l’Act 5 conclusivo dal 29 agosto al 1° settembre a Torbole dove verrà assegnato anche il titolo italiano. Infine, la stagione si concluderà con il Campionato del Mondo in programma dal 24 al 27 settembre in Spagna in Costa Brava a L’Escala.

Ma ecco la top ten dopo l’Act 4 di Malcesine su 5 prove con scarto tra parentesi.  Open: 1. “Stenghele” (Pietro Negri - Cv Torbole – 3/(15)/4/1/2); 2.“Arvenis” (Davide Albertini Petroni – Cn Loano - 4/5/(15)/2/1); 3. “Torpyone” (Edoardo Lupi - Cn Varazze – 7/1/9/(12)/5); 4. “Diva” (Andrea Battistella - Uv Maccagno Va – 6/4/(12)/3/10); 5. “Caipirinha” (Martin Reintjes - Fraglia Vela Desenzano – 5/(25)/5/10/3); 6. “Les Freaks” (Marco Pocci - Royal Club Hong Kong – 2/(23)/2/16/4); 7. “Koda” (Paolo Borghesi – Dubai offshore Sailing Club – 11/6/6/8/(25)); 8. “Fremito d’Arja” (Dario Levi - Cv Torbole – 8/11/(17)/13/6); 9. “Kindako” (Stefano Visintin – Yc Club Torri del Benaco Vr - 1/3/23/(29)/12); 10. “Freccia Blu” (Andrea Musone - Cn Rimini – 12/9/11/(26)/7):

Podio Corinthian: 1. “Ultrastar” (Piotr Manczak – Slava Racing Polonia - 26/(31)/3/5/16); 2. “Stick ‘N Poke” (Federica Archibugi – Sef Stamura An – 20/8/14/22/(28)); 3. “Hidrogeno 21” (Davide Casetti – Lni Mandello del Lario – 15/(29)/21/21/8). 

Podio Under 23: 1. “Nordès” (Camilla Michelini - Lni Mandello del Lario – (32)/26/1/17/31); 2. “Nox Oceani 285” (Andrea De Matteis - Nox Oceani – 18/17/20/(28)/21); 3. “Fvr Sailing Team” (Gregorio Moreschi - Fraglia Vela Riva – (30/18/24/(31)/29). 

Le classifiche complete su https://www.hubsail.it/classifica/26019

 


08/07/2024 21:36:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint-Malo: naufragio (e salvataggio) per Alberto Riva e Acrobatica

L’equipaggio, composto da Alberto Riva, Jean Marre e Tommaso Stella, sta bene ed è al sicuro su una nave cargo che l’ha tratto in salvo

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: per Ambrogio non va "alla grande", lo scafo imbarca acqua

Regata finita anche per Ambrogio Beccaria che imbarca acqua nel suo Class 40 Alla Grande Pirelli

Quebec Saint Malò: Alberto Riva, Tommaso Stella e Jean Marre sbarcheranno alle Azzorre

La direzione di corsa della Quebec Saint Malò ha comunicato che la petroliera liberiana Silver Ray con a bordo i tre velisti soccorsi ieri in pieno Atlantico, farà scalo nelle isole Azzorre, per consentire lo sbarco

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

Parte il 2 agosto la 26ma Carthago Dilecta Est

La Carthago Dilecta Est/Tunisie Sailing Week 2024, arrivata alla 26ma Edizione, è una delle più importanti Regate d'altura del Mediterraneo sia dal punto di vista velico sportivo che da quello mediatico

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci