martedí, 20 febbraio 2024

ROMA X DUE

La "Roma per 2" compie trent'anni

la quot roma per quot compie trent anni
redazione

Sono passati trent’anni da quando Giovanni Soldini e Pietro Quintavalle tagliarono da vincitori il traguardo della prima, storica edizione della Roma per 2. La faccia di un ragazzetto con poca barba e un cappello troppo grande è quello che le foto dell’epoca ci restituiscono.
Che la regata sarebbe diventata “storica” non lo immaginava nessuno, così come nessuno immaginava che Soldini sarebbe diventato…Soldini. Poi fu la volta di Vittorio Malingri e poi ancora di Giovanni Soldini insieme ad una Isabelle Autissier che nemmeno nelle sue fantasie più estreme avrebbe immaginato di poter essere salvata in pieno Oceano Pacifico dal suo giovane co-skipper.
I due hanno poi fatto la storia della vela, come molti di coloro che hanno scritto pagine indimenticabili di questa regata, come Andrea Mura, Pietro D’alì, Stefano Pelizza, Stefano Raspadori, Guido Maisto, Mauro Pelaschier, Giancarlo Pedote, Matteo Miceli, Ambrogio Beccaria, Alberto Bona, Kito de Pavant.  Ma che storia sarebbe se a scriverla fossero solo i vincitori?
“Una storia a metà – commenta il presidente del CNRT Alessandro Farassino – perché questa regata, che siamo riusciti a portare senza alcuna interruzione alla sua trentesima edizione, è patrimonio di tutti coloro che l’hanno navigata, sognata e vissuta anche nella cattiva sorte. Abbiamo vissuto tantissimi momenti da incorniciare, edizioni bellissime e pazzesche, vittorie al fotofinish o cavalcate in solitario; ma anche momenti che mai avremmo voluto vivere e che, pur nella gioia di questo trentennale, non possiamo dimenticare”.
Anche Giovanni Soldini, fresco vincitore della RORC Transatlantic Race, non è voluto mancare, portando, da remoto, la propria testimonianza e ricordando la bellezza di questa regata. "Sono passati tanti anni - ha commentato Soldini - ma ricordo sempre la Prima edizione con Stupefacente, prima Kodak e poi Telecom. E' un bene che in Mediterraneo ci sia una regata come la Roma per 2, perché stimola i velisti a regatare nella grande altura. Quest'anno non potrò esserci, perché siamo impegnati ai Caraibi con Maserati nella RORC Caribbean 600 insieme alla flotta dei Mod 70. Spero nel prossimo anno, ma sarebbe bello che i Mod 70 partecipassero a questa regata. Sarebbe una prova fantasfica per la nostra classe. Certo è difficile...ma mai dire mai!"

Al tavolo il presidente Alessandro Farassino, e il direttore del Comitato di Regata Fabio Barrasso hanno infine presentato la regata, la Garmin Marine Roma per 2, con le sue 535 miglia da percorrere tutte di un fiato in solitario, doppio o equipaggio, per far battere forte il proprio cuore e quello dei tifosi.  
  
La Tecnologia 
Title sponsor della regata sarò, come accade oramai da qualche anno, la Garmin Marine, un’azienda che rappresenta il top quando si parla di elettronica a ordo, e non solo. “Il 2022 di Garmin Marine si è concluso con l’ambito titolo di produttore dell’anno, riconosciuto dalla National Marine Electronics Association. Un premio che abbiamo l’orgoglio di sistemare in bacheca da otto anni e che ci pone sul gradino più alto nel mercato dell’elettronica di bordo non solo per la qualità dei nostri prodotti, ma anche per l’eccellenza nel servizio al cliente e l’assistenza sul campo. Un premio che non è solo un riconoscimento contingente ma che piuttosto racconta una straordinaria storia trentennale, tra le cui pagine spiccano spesso parole come integrazione, sicurezza e affidabilità in mare, pilastri su cui poggia la continua ricerca e innovazione di Garmin, che sono poi i valori fondanti della nostra strategia di lungo periodo - commenta Carlo Brevini, Sales Manager Marine di Garmin Italia. La vision che ci contraddistingue da anni trova concreta espressione nei nostri prodotti più iconici. Da un lato quatix® 7, wearable dedicato a chi ha fatto del mare il proprio stile di vita, dotato, tra le altre, di funzioni progettate per rendere ogni regata o ogni uscita in barca sicura, straordinaria e vincente. Dall’altro, i portatili della serie GPSMAP®86 che, in meno di 20 centimetri, si presentano come una vera e propria estensione virtuale dei sistemi di navigazione Garmin compatibili installati a bordo. E non è un’esagerazione: tramite un solo device è semplicissimo controllare tutto della vita in barca: dal pilota automatico, al sistema audio di intrattenimento FUSION®, fino alla possibilità di tenere sotto controllo una miriade di dati indispensabili per la navigazione. Lo dicevamo all’inizio: la sicurezza è per Garmin un valore imprescindibile, trasversale a tutte le nostre soluzioni. Ecco perché la gamma vanta anche una versione GPSMAP® 86i che, ulteriormente arricchita dalla tecnologia inReach®, alza l’asticella sul tema garantendo la condivisione della propria posizione, una messaggistica bidirezionale verso qualsiasi dispositivo mobile e un servizio di emergenza attivo 24 ore su 24 per richiedere soccorso professionale anche laddove la copertura cellulare viene meno, poiché basata sulla rete satellitare globale Iridium.
Questi sono solo alcuni dei virtuosi tasselli di un mosaico di più ampio respiro. A ben vedere, non è difficile intuire il nostro obiettivo ultimo: rappresentare una presenza imprescindibile a bordo di ogni tipo di imbarcazione, grazie all’impareggiabile sinergia tra passione e know-how tecnologico che ci contraddistingue”.

LA CLASS 40 – La Class 40 conferma la propria partecipazione anche per l’edizione 2023 della Roma per due, valida come prima dalla della seconda stagione del Mediterranean Trophy. L’oceanico Kito de Pavant, reduce da una splendida Route du Rhum, ci sarà e con lui anche altri protagonisti della classe, come conferma Pietro Luciani, vicepresidente Class40 International: ”Saremo di nuovo presenti alla partenza della Roma per la seconda volta consecutiva optando anche quest’anno per la formula “per 2”. Presente anche Andrea Fornaro, che ha annunciato la sua partecipazione con il suo Class 40  Influence 171.
 
LE ROTTE - La Roma per 1/2/Tutti parte da Riva di Traiano ed affronta, dopo 110 miglia, un cancello posto a Ventotene, per poi doppiare Lipari lasciandola sulla sinistra. Nessun cancello previsto nella risalita. Miglia totali 535.  
La Riva per 1/2/tutti parte da Riva di Traiano e compie il periplo dell’isola di Ventotene che viene lasciata a dritta per rientrare verso Riva di Traiano. Le rilevazioni dei passaggi saranno effettuate a cura del Circolo Velico Ventotene, da anni impegnato anch’esso nella grande altura con la splendida regata Carthago Dilecta Est, che unisce da venticinque anni le due sponde del Mediterraneo. Miglia totali 218. 
 
TRACKING - Il Tracking verrà certificato dalla YBTracking con la garanzia, da parte della società inglese, di uno scostamento massimo certificato dei dati di circa 11 metri. Ogni barca potrà verificare la propria traccia e, se necessario, correggere un eventuale errore, dato che saranno anche evidenziate le zone interdette, così come potrà verificare la posizione di tutti i competitors. Uno strumento di grande trasparenza, ma anche un supporto alla navigazione oltre che come accertamento dei fatti in caso di necessità. Le zone di interdizione alla navigazione davanti a Ladispoli e Nettuno/Torre Astura da sempre sono difficili da gestire ed anche pericolose, perché  utilizzate come poligono di tiro dal Ministero della Difesa, ed il tracking sarà un valido supporto. 
 
PIOMBATURE - La piombatura dei motori delle barche avverrà con un sistema basato su una concatenazione di due cavetti piombati e codificati che attraversano “un anello cedevole intermedio”, ovvero un sigillo di ceralacca resistente sino a circa tre kg. di trazione destinato poi a cedere e permettere così un rapido inserimento della marcia avanti. Sarà possibile sia restare in folle, sia inserire la retromarcia, ma non inserire la marcia avanti senza lasciare traccia. In caso di necessità la rottura sarà immediata al superamento della trazione massima tollerata e questo garantirà una notevole sicurezza in caso di pericolo improvviso grazie alla velocità d’azione. 
 
FORMAZIONE PRE-REGATA - I corsi di Safety and Survival Training verranno effettuati nei giorni 18/19 febbraio, 11/12 marzo 3 25/26 marzo 2023 presso il Centro Addestramento Soccorso e Sopravvivenza di Anzio della TECNO ITALIA SAFETY AND SURVIVAL TRAINING. Per chi dovesse solo rinnovare il certificato, sarà necessaria la frequenza alla prima delle due giornate. 
  
METEO- Affidato ad un nome che è una vera garanzia nel mondo della weather strategy,  Andrea Boscolo, il meteo della "Roma", con un briefing meteo prima della partenza ed aggiornamenti giornalieri tramite file grib per i regatanti. 
 
Le iscrizioni sono già aperte ed è possibile scaricare on line il modulo, così come il bando di regata, sul sito della regata 
www.romaper.com  

 


27/01/2023 20:07:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Sospetto di frode per un routing nell'ultimo Vendée Globe

Secondo la stampa francese, dopo aver ricevuto degli screenshot anonimi, la Federazione Francese ha aperto un'indagine per sospetto di routing vietato e ha dato mandato ad una giuria di analizzare la veridicità dei fatti

Arkea Ultim Challenge: Banque Populaire arrivata a Rio con due timoni rotti

Armel Le Cléach ha raccontato dell'impatto con un tronco per il timone di destra del suo Ultim, e poi di un cedimento del timone centrale, cosa che ha reso impossibile continuare a navigare

Invernale Bari: un vento variabile complica la giornata

Dopo tre prove in due giornate “Morgana” guida la classifica altura overall. “Folle Volo Racing” primo tra i minialtura dopo quattro prove in due giornate

Arkea Ultim Challenge: danni al timone di Banque Populaire

Secondo il team "sono in corso diverse opzioni per diagnosticare i danni e valutare come affrontare il resto della gara". Le Cléac'h sta dirigendosi verso un porto brasiliano

Cambusa: l’hamburger gourmet ha un nuovo Re, Daniele Barra del pub Excalibur di Revello

È giunta alla 6a edizione la sfida di Burger Battle Italia, un contest che da mesi vedeva coinvolti i migliori chef specializzati in hamburger gourmet per contendersi un posto alla finalissima, svoltasi ieri 19 Febbraio al Beer&Food Attraction di Rimini

The Ocean Race Europe 2025 partirà da Kiel, in Germania

Gli organizzatori di The Ocean Race hanno confermato che Kiel.Sailing.City ospiterà la partenza di The Ocean Race Europe durante una conferenza stampa tenutasi a Kiel mercoledì mattina. La partenza dell'evento è in programma per il 10 agosto 2025

Francesca Clapcich sarà la skipper di UpWind by MerConcept

L’UpWind by MerConcept, un team tutto al femminile parteciperà al circuito di multiscafi Ocean Fifty 2024, offrendo a un gruppo internazionale di atlete l'opportunità di competere ai più alti livelli della vela oceanica

Arkea Ultim Challenge: Armel Le Cléac'h recupera più di 1100 miglia

Charles Caudrelier, ancora in testa con un sostanzioso margine, è penalizzato dalla bonaccia al largo del Brasile, ma da questa sera dovrebbe ritrovare un po' di vento

Ocean Globe Race: Line Honours a Punta del Este per Pen Duick VI

Marie Tabarly: "E sì, ci sono momenti in cui ti senti piuttosto piccolo, specialmente sulla cima di un'onda alta da 7 a 10 metri, guardando l'immensità dell'oceano". Un pensiero anche per Translated9 costretto al ritiro

Arkea Ultim Challenge: Armel Le Cléac'h riparte da Rio

Dopo poco più di 48 ore di sosta Armel Le Cléac'h e Banque Populaire XI sono tornati in pista. Hanno lasciato Rio poco dopo le 16:30 UTC e ha ripreso la gara in 3a posizione. Gli skipper parlano del grande rumore a bordo (come in una discoteca)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci