mercoledí, 24 aprile 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

nacra 15    regate    mini 6.50    ran 630    ufo22    swan    class 40    niji 40    melges 24    america's cup    interviste    guardia costiera    turismo    trofeo princesa sofia    cnsm    la duecento    foiling   

AMERICA'S CUP

A Barcellona regateranno anche i 12 metri, storici protagonisti dell'America's Cup

barcellona regateranno anche 12 metri storici protagonisti dell america cup
Roberto Imbastaro

Una notizia veramente stupenda è che nel 2024 la flotta dei 12 Metri si riunirà nuovamente a Barcellona per partecipare alla "17ª Regata Puig Vela Clàssica", gestita dal Real Club Nàutic de Barcelona, per dieci giorni tra il 1° e il 10 settembre 2024, durante l'America's Cup Challenger Selection Series. Le imbarcazioni ormeggeranno nel porto turistico del RCNB, nel cuore dell'America's Cup Village. Ci saranno quattro giornate di regate, tra il 4 e il 7 settembre 2024 compresi, e saranno presenti tutte le divisioni di 12 Metri, con un massimo di venticinque yacht che potranno essere a Barcellona per questa magnifica festa della vela.

L'imminente arrivo di questi yacht classici creerà molto interesse e Jordi Puig, Presidente del Real Club Nàutic de Barcelona, ha espresso perfettamente questo pensiero le sue parole: "È estremamente emozionante per la città e per la comunità velica avere l'America's Cup a Barcellona, e per il Real Club Nàutic de Barcelona organizzare eventi paralleli in questo contesto, che contribuiranno a mostrare un'epoca favolosa nella lunga storia dell'evento". È un onore per il Puig Vela Clàssica avere di nuovo i 12 metri a Barcellona, con una flotta proveniente da tutto il mondo. Ci siamo divertiti a ospitare la flotta nel 2014, in occasione della settima edizione della regata, e non vediamo l'ora di accogliere nuovamente la famiglia dei 12 Metri nel 2024, dove il contrasto tra l'era del dislocamento e la nuova era delle imbarcazioni foiling sarà uno scenario straordinario per la 37a America's Cup".

La classe dei 12 Metri può far risalire la sua storia ai primi anni del 1900, quando furono utilizzati nei Giochi Olimpici del 1908, 1912 e 1920. La classe fu introdotta nell'America's Cup nel 1958 dall'allora detentore, il New York Yacht Club, dopo la cessazione della competizione durante il periodo della Seconda Guerra Mondiale.

L'epoca d'oro degli enormi yacht della Classe J, che avevano gareggiato per l'ultima volta per la Coppa nel 1937 con la "superbarca" Ranger che aveva sconfitto l'Endeavour II di Sir TOM Sopwith, era finita, poiché i tempi duri dell'economia del dopoguerra avevano precluso la costruzione e la campagna di regate di queste imbarcazioni. Il New York Yacht Club riconobbe il desiderio di regatare con una classe più piccola e più economica per rilanciare la competizione e il Royal Yacht Squadron di Cowes accettò, inviando lo Sceptre, progettato da David Boyd, ad affrontare il Columbia progettato da Olin Stephens nel 1958.

Gli americani si difesero con successo per otto volte contro sfidanti britannici e australiani fino al 1983, quando la più lunga striscia di vittorie nella storia dello sport fu interrotta dal radicale yacht a chiglia alata Australia II, timonato da John Bertrand e progettato dal genio di Ben Lexcen. La Coppa fu portata a Fremantle, nell'Australia Occidentale, per quella che sarebbe stata l'ultima volta che un 12 Metri si contendeva il trofeo, in una memorabile regata nel mare grosso e nei venti di Gage Roads, con l'australiano Kookaburra III di Task Force Syndicate che perse contro Stars 'n' Stripes '87 di Dennis Conner, dopo un'emozionante serie che catapultò l'America's Cup nella storia dello sport.

La flotta dei 12 metri è stata sostituita dalla classe IACC dopo il Deed of Gift Match del 1988, ma non è stata dimenticata e da allora sono nate flotte soprattutto in Nord America e in Europa settentrionale e meridionale, con armatori che restaurano e aggiornano queste bellissime barche con la tecnologia moderna.

Per gli spettatori, vedere queste imbarcazioni straordinarie nel porto e navigare appena oltre l'area del campo di regata dell'America's Cup, al largo della spiaggia di Barceloneta, sarà una perfetta giustapposizione tra lo storico e il nuovo e fornirà un incredibile punto di riferimento per l'evento dell'America's Cup. I partecipanti alla regata potranno guadagnare punti per la serie della Coupe de France, organizzata dallo Yacht Club de France, e le iscrizioni sono aperte attraverso il sito web dell'International Twelve Metre Association (ITMA) che sarà aggiornato a tempo debito: https://12mrclass.com/.

Chris Winter, Presidente di ITMA, è stato lieto di annunciare l'evento e ha dichiarato: "Si tratta di un evento davvero storico che interesserà molti armatori di yacht di 12 metri in tutto il mondo e non vediamo l'ora di essere nel cuore dell'azione della 37a America's Cup a Barcellona. Il Real Club Nàutic de Barcelona è il padrone di casa perfetto, con strutture favolose per ospitare la flotta nel suo porto turistico e la 17ª Regata Puig Vela Clàssica è un evento così prestigioso nel circuito internazionale che è un appuntamento imperdibile per gli armatori e i velisti di 12 Metri. Annunceremo i dettagli dell'iscrizione subito dopo il Campionato del Mondo e speriamo di accogliere 12 Metri di tutte le classi all'evento."

Grant Dalton, CEO di America's Cup Events, ha accolto con favore l'iniziativa affermando che: "Nella mente di molti, l'era della Classe 12 Metri nell'America's Cup è stata quella che ha ispirato il loro interesse per l'evento, e siamo lieti che Chris e l'ITMA si uniranno a noi a Barcellona quando prenderà il via la Challenger Selection Series per la 37a America's Cup. I 12 Metri saranno molto interessanti e, come sempre, le regate saranno incredibilmente combattute. Non vediamo l'ora di vedere le barche, e che i velisti si godano l'atmosfera unica che si sta creando a Barcellona". Photo: SALLYANNE SANTOS

 


08/08/2023 12:23:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Caorle, La Duecento: già 90 barche a 15 giorni dalla partenza

A due settimane dal via de La Duecento, gli iscritti raggiungono quota 90 imbarcazioni, un record assoluto per la regata del Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle che festeggia quest’anno la 30°edizione

America's Cup: anche Ineos Britannia è bellissima!!!

Rivelata la barca che tutti i fan britannici sperano abbia la migliore possibilità di vincere la 37ª America's Cup di Louis Vuitton in 173 anni di vani tentativi

Ufo 22: partita la Turbocup 2024

Imprevedibile Sebino, Pura Vida al comando prima tappa Turbocup '24.

Medaglia d’Oro al Valore Atletico per gli uomini del Moro di Venezia

Mercoledì 17 aprile alle ore 12.00, presso il Centro di Preparazione Olimpica Acquacetosa a Roma l’equipaggio de Il Moro di Venezia è stato insignito della Medaglia d’Oro al Valore Atletico alla presenza del Ministro dello Sport e i giovani Andrea Abodi

Gli Swan ripartono da Scarlino

ClubSwan Racing conferma le eccezionali sedi del 2024 per Swan One Design in giro per il Mediterraneo. La Rolex Swan Cup a Porto Cervo a settembre rappresenta il clou della stagione con l'atteso Swan One Design Worlds di ottobre

Marina Genova, dal 17 al 19 maggio 2024 il 2° Classic Boat Show

Dal 17 al 19 maggio il porto turistico internazionale Marina Genova ospiterà la seconda edizione del Classic Boat Show, il Salone dedicato alla marineria tradizionale che si svolgerà in contemporanea a Yacht & Garden

2.4mR, Jesolo: con fatica ma la spunta Antonio Squizzato

Il campione italiano in carica Antonio Squizzato non ha avuto vita facile in acqua, incalzato dall’atleta svizzero Urs Infanger, conquistando alla fine la vittoria con quattro primi e due secondi posti

Intervista al comandante di Nave Vespucci C.V. Giuseppe Lai

L’intervista “live” di Gianni Loperfido dal Circolo ufficiali della M.M.I. a Roma, al comandante di Nave Vespucci C.V. Giuseppe Lai durante il premio "Carlo Marincovich"

Viareggio: Bonanno e Serravalle vincono il Campionato di Flotte Star 2024

A Viareggio si è concluso dopo quattro tappe la manifestazione proposta dalla Società Velica Viareggina. Le prime due prove del Campionato di Primavera Finn sono invece state vinte da Stefano Giaconi e da Italo Bertacca

Mini 6.50, l'altura sono loro!

Parte la Roma-Barcellona ed è la Classe Mini a tenter alto il vessillo della vela "dura". Pochi i partecipante nelle regate lunghe come la RAN 630 e la Roma; boom di presenze alla 151 Miglia

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci