lunedí, 23 settembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

rs:x    circoli velici    dolphin    melges 24    regate    salone nautico di genova    optimist    yacht club costa smeralda    millevele    imoca 60    windsurf    salone di genova   

TROFEO JULES VERNE

Trofeo Jules Verne: Spindrift 2 è a Freemantle

trofeo jules verne spindrift 232 freemantle
Roberto Imbastaro

Dopo aver passato cinque giorni ad accudire la barca come fosse un bambino per arrivare a terra senza danni con la costante preoccupazione per la resistenza del timone danneggiato, il trimarano nero e oro è ora ancorato in sicurezza a Fremantle (vicino a Perth, nell'Australia occidentale) e, dopo molte considerazioni, la squadra ha deciso che la soluzione più rapida e migliore per rimpatriare Spindrift 2 nel suo porto di origine in Bretagna, sarà quella di caricarla su un cargo.

 

"Togliamo il timone e organizziamo la barca pronta per essere consegnata per il trasporto - ha commentato Yann Guichard poche ore dopo il suo arrivo nel porto australiano - perché abbiamo una seria preoccupazione per il timone di dritta e potrebbe essere molto complicato tornare alla nostra base [in Bretagna, Francia] via mare, specialmente ora che siamo dall'altra parte del mondo. L'intero equipaggio e altri cinque dal nostro team tecnico concentreranno l'attenzione sulla preparazione della barca per il viaggio di ritorno. Dovremo rimuovere l'albero e assicurarci che sia completamente pronta per il viaggio".

 

"Il timone di dritta si è rotto poco dopo le isole Kerguelen -  ha proseguito Guichard - e non sappiamo esattamente quando, ma Thierry Chabagny che stava timonando, ha detto che all'improvviso lo sentiva molto pesante. Sono sicuro che non abbiamo colpito nulla. Eravamo in direzione est-nord-est con il gennaker sottovento. E' successo durante la notte, abbiamo cercato di stabilire quale fosse il problema: se i timoni fossero paralleli, la tensione dei cavi o solo qualcosa bloccato sui timoni. Ma niente. Quando abbiamo cambiato timoniere, era esattamente lo stesso: difficile da regolare. Stava diventando ancora più difficile governare mentre la barca stava facendo ciò che voleva. Alla prima luce siamo stati in grado di vedere che lo stock del timone di tribordo si era rotto tra i due cuscinetti. Il timone era inutile e continuava a muoversi lateralmente, faceva solo quello che voleva."

 

C'è un'enorme sensazione di disappunto dato che il trimarano nero e oro si è approcciato bene al record del Trofeo Jules Verne, e avevava previsioni meteo favorevoli per il Pacifico e Capo Horn, quindi Yann Guichard e il suo undici membri dell'equipaggio ora vogliono capire esattamente perché è successo.

 

"Analizzeremo tutto, ma non posso fingere che sia io che l'equipaggio siamo estremamente delusi: siamo stati ben posizionati entro il tempo record e con condizioni molto favorevoli a venire. Dopo i guai di un anno fa, questa è la seconda volta che l'attrezzatura ci ha deluso Ma siamo stati fortunati a non aver perso il timone, perché avrebbe potuto strappare il fondo dello scafo. Così saremo in grado di stabilire se si tratta di un difetto di fabbricazione o di un errore nel calcolo strutturale. Abbiamo fatto il viaggio verso le Kerguelen principalmente su mure a sinistra, ma non abbiamo mai spinto la barca più del necessario nei venti molto forti. Spindrift 2 va molto più veloce ora di quanto non avesse fatto tre anni fa al nostro primo tentativo,  anche se le condizioni meteorologiche nell'Oceano Indiano non erano così favorevoli come lo erano per IDEC Sport. È davvero frustrante sapere che non abbiamo colpito nulla, né abbiamo fatto qualcosa di sbagliato ".


07/02/2019 22:15:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Campionato Italiano Este24: vince Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi

Con grande consistenza tattica, Ricca d’Este 27 di Federica archibugi si laurea Campione Italiano della Classe Este24, davanti a Ricca D’Este 37 di Marco Flemma, medaglia d’argento e a La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, medaglia di bronzo.

Offshore: finisce in tragedia il record sulla Montecarlo/Venezia

L'imbarcazione si è schiantata su una diga prima dell'arrivo ed era condotta dal pluricampione Fabio Buzzi, deceduto insieme a due piloti inglesi che lo accompagnavano nel tentativo di record

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Il Cantiere Postiglione riporta in mare lo storico yacht in legno “Grazia II”

È stato varato venerdì scorso, 6 settembre 2019, Grazia II, yacht a motore interamente in legno costruito nello storico cantiere Chris Craft negli anni Sessanta

CAMBUSA - BIWA: Sassicaia Tenuta San Guido miglior vino italiano 2019

Al secondo posto il Barolo Monvigliero DOCG di Burlotto seguito da Terminum Gewurztraminen vendemmia tardva. L’ELENCO DEI MIGLIORI 50 VINI ITALIANI SELEZIONATI DA UNA GIURIA INTERNAZIONALE (by First&Food)

Pedote e Marchand verso la Transat Jacques Vabre

I due sembrano essere una coppia che non scoppia e si sono concentrati soprattutto ad affinare la fiducia reciproca e la visione comune in regata

Parte il Dèfi Azimut, con in acqua Prysmian di Pedote

Giancarlo Pedote ritorno sul suo imoca con ANtony MArchand dopo l'esperienza sui Figaro 3

Salone Genova: visite a bordo della fregata "Alpino"

In occasione della cerimonia inaugurale e per tutta la durata del Salone, la fregata "Alpino" della Marina militare, sarà ormeggiata nel porto di Genova presso il Molo Doria di Levante

CNRT: 10 giorni alla Roma Giraglia

Parte da Civitavecchia una delle regate più belle del Mediterraneo, con 255 miglia da percorrere tra il fascino discreto delle isole toscane

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci