domenica, 23 febbraio 2020

MAXI YACHT ROLEX CUP

Porto Cervo: per i Maxi gioie e dolori del Maestrale

porto cervo per maxi gioie dolori del maestrale
Roberto Imbastaro

Il Maestrale a oltre 20 nodi spinge al massimo le prestazioni dei maxi che offrono uno spettacolo unico navigando nello splendido scenario naturale della Costa Smeralda. Domani si conclude la 30^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell'International Maxi Association.

Il protagonista assoluto di oggi è stato il Maestrale, che ha soffiato con raffiche oltre i 25 nodi spingendo i maxi al massimo delle loro prestazioni, uno spettacolo eccezionale da vedere e tanta adrenalina per gli equipaggi. 

La categoria dei Maxi Racer 1 ha regatato su un percorso a bastone mentre per tutte le altre classi il Comitato di Regata ha predisposto un percorso costiero che ha portato la flotta di bolina attraverso il passo delle Bisce fino alla secca di Tre Monti da lasciare a dritta. Da qui al lasco fino all'isolotto dei Monaci da lasciare a dritta, poi di bolina larga a una boa davanti a Porto Cervo per scendere infine a circumnavigare le isole di Mortorio e Soffi e fare ritorno a Porto Cervo. Le miglia totali sono state 32 per le classi Wally, Maxi Racer - Mini Maxi Racer/Cruiser e Super Maxi, per le altre il percorso era leggermente accorciato sul ritorno verso l'arrivo, per un totale di 28 miglia. 

I vincitori di giornata sono stati: Jethou di Peter Odgen (Mini Maxi R1), SuperNikka di Roberto Lacorte (Mini Maxi R2), Flow di Stephen Cucchiaro (Mini Maxi RC), H20 del socio YCCS Riccardo De Michele (Mini Maxi CR), Rambler 88 di George David (Maxi Racing), Gibian del socio YCCS Armando Grandi (Maxi RC), il J Class Velsheda (Super Maxi) e il WallyCento Galateia di David M. Leuschen (Wally Class).

La classe Mini Maxi R1 vede sempre al comando Cannonball, oggi terzo, ma in controllo su Vesper, oggi quarto e distanziato di tre punti in classifica provvisoria. Questa classe non ha svolto la seconda prova perché il vento è salito fino ad arrivare a 30 nodi sotto raffica.

In classe Mini Maxi R2 nuova vittoria di giornata per SuperNikka su Spectre e Wild Joe, nel medesimo ordine anche in classifica generale. Con la vittoria di giornata nei Maxi Racer, Rambler 88 si riporta al comando per due soli punti davanti ad Highland Fling XI, oggi quarto. 

Lo Swan 601 Flow vincendo oggi consolida la sua posizione al comando dei Mini Maxi Racer/Cruiser, seguito da Fra Diavolo di Vincenzo Addessi e Lorina 1895. I Mini Maxi Cruiser/Racer vedono Lunz Am Meer mantenere la testa della classifica provvisoria seguita da H2O e Six Jaguar. Saluta anticipatamente la flotta Essentia, forzata al ritiro a causa di un disalberamento.

Un altro ritiro è da segnalare in classe Maxi Racer/Cruiser, dove il leader provvisorio Vera ha rotto l'asse del timone. Resta al comando il SW-RP 90 All Smoke, oggi secondo dietro un sorprendente Gibian, Wally 94.2 di Armando Grandi.

Tra i Super Maxi nuova leadership, con il J Class Velsheda vincitore di giornata sul Maxi Dolphin 118 Viriella del socio YCCS Vittorio Moretti. Il J Class Topaz non è partito, avendo annunciato già ieri il suo ritiro dalla Maxi Yacht Rolex Cup a causa di un problema tecnico.

In Wally Class, il 77.4 Lyra di Terry Hui mantiene la leadership provvisoria per un solo punto davanti al WallyCento Galateia, oggi vincitore.

Così hanno commentato la giornata alcuni tra i protagonisti. 

 

Lorenzo Bodini, tattico su H2O: "È stata una giornata impegnativa, con vento sostenuto e raffiche fino a 28/30 nodi, che ha messo a dura prova sia la barca che l'equipaggio. Siamo partiti a sinistra, perché il maestrale favorisce quel lato, poi abbiamo gestito la regata in modo lineare senza prenderci rischi e stressare l'attrezzatura, sfruttando la lunghezza della barca".


Anthony Kotoun, stratega sul WallyCento Galateia: "Magic Carpet ci ha battuti in partenza, ma noi siamo riusciti a passarli nel lasco stretto verso i Monaci, un lato bellissimo con il Code Zero, toccando 20 nodi di velocità. Era decisamente rafficato e siamo riusciti a superarli lì, poi abbiamo allungato".

Dopo il quarto giorno di regata, la classifica generale provvisoria vede al comando nelle rispettive classi: Cannonball (Mini Maxi R1), SuperNikka (Mini Maxi R2), Flow (Mini Maxi RC), Lunz am Meer (Mini Maxi CR), Rambler 88 (Maxi Racer), All Smoke (Maxi RC), Velsheda (Super Maxi), Lyra (Wally Class).

Per le classi che domani regateranno la sesta prova, entrerà in conteggio lo scarto del peggior risultato. La previsione è di Maestrale in calo a 12 nodi con raffiche a 15. Segnale di avviso come di consueto alle ore 12 locali e il quotidiano Weather Briefing a cura di Quantum Sails alle 9.30. Ph. Max Ranchi 

 


06/09/2019 20:48:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La Carnival Race torna allo Yacht Club Sanremo

Dopo un anno, a Marina degli Aregai, torna la Carnival Race per le classi 420 e 470. Diventato ormai un appuntamento tradizionale, ha quest’anno raggiunto un numero di iscritti record, più di 170 equipaggi da 9 Nazioni

Caorle: aperte le iscrizioni alle regate offshore del CNSM

Sono aperte le iscrizioni alle regate offshore del CNSM che compongono il Trofeo Caorle X2 XTutti: La Ottanta (4-5 aprile), La Duecento (1-3 maggio), La Cinquecento Trofeo Pellegrini (31 maggio-6 giugno) e La Cinquanta (24-25 ottobre)

Riva di Traiano: un anticipo d'estate ferma l'Invernale

Giornata estiva perfetta per prendere il sole ma non per regatare. Il 1° marzo si ritorna in acqua

Il Velista dell’Anno FIV in programma il 24 marzo a Villa Miani - Roma

Il 24 marzo a Villa Miani – Roma, 5 finalisti d’eccezione si contenderanno il titolo di Velista dell’Anno FIV 2019. Saranno assegnati anche il premio per il miglior Timoniere - Armatore dell’anno e quello di Barca dell’Anno

Route du The: Joyon sta per battere il record di Soldini

Dopo 32 giorni di navigazione e dopo aver navigato per 16.000 miglia in acqua con una media di quasi 21 nodi, Joyon e il suo equipaggio sono pronti a battere di circa 4 giorni il record

Garda: Autunno-Inverno in rosa grazie a Lorenza Mariani

Un golfo salodiano in versione quasi primaverile, vento costante attorno ai 6-7 nodi, e la Autunno-Inverno della Canottieri Garda del presidente Marco Maroni, manda in scena tre belle regate

Rotta del The, Francis Joyon fa il record

IDEC ha battuto il record precedentemente detenuto da Giovanni Soldini (Maserati) di 4 giorni, 3 ore, 0 minuti e 26 secondi

Caribbean Multihull Challenge: un 2° posto finale per Soldini e Maserati

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70 secondi nella classifica finale della Caribbean Multihull Challenge. Il Team italiano si prepara per la RORC Caribbean 600, con partenza il 24 febbraio

Caribbean Multihull Challenge: per Soldini buona la terza

Maserati vince la terza prova della Caribbean Multihull Challenge con soli 26" di vantaggio su Argo

Garmin al Pescare Show di Vicenza

Garmin Italia presenta il format 4 chiacchiere con Garmin durante il Pescare Show 2020, il Salone internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci