mercoledí, 25 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cambusa    fincantieri    windsurf    vendee globe    press    aziende    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

O'PEN SKIFF

O'Pen Skiff, oltre 100 equipaggi al Campionato Italiano giovanile e Coppa del Presidente FIV

La Federazione Italiana Vela ha assegnato al Tognazzi Marine Village l’organizzazione del Campionato Italiano Giovanile Under 17 e Coppa del Presidente FIV Under 13 della classe velica O’Pen Skiff in programma dal 1 al 3 settembre sul litorale romano.

Sono ben 105 gli atleti iscritti all’evento sportivo giovanile con atleti provenienti dalla Campania, Sardegna, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Sicilia, Puglia, Trentino Alto Adige, Lombardia e Piemonte che si contenderanno il titolo nazionale nelle acque a ridosso del Villaggio Tognazzi. Alessia Tiano del Circolo Nautico Monte di Procida punta alla conferma del titolo femminile, ma troverà sul campo di regata la campionessa europea Sara Murru che cercherà di strappargli il l’oro conquistato nel 2019 a Reggio Calabria. In campo maschile fra i favoriti troviamo Matteo Lubrano Lavadera della LNI di Procida che lo scorso anno ha sfiorato il gradino più alto del podio. Non sarà facile per lui arrivare sul podio sul quale punterà a salire anche Federico Quaranta, vincitore della Coppa dei Campioni 2019, e i fratelli sardi Elias e Leonardo Nonnis, rispettivamente vincitore della Coppa del Presidente Under 13 lo scorso anno e campione europeo in carica.

Sarà agguerrita e impegnativa anche la sfida per la conquista della Coppa del Presidente FIV riservata agli atleti Under 13: in questa categoria sono 52 gli atleti al via, fra cui il partenopeo Domenico Pio Schiano di Scioarro che nel 2019 ha portato a termine una stagione sempre nei primi posti. L'atleta della LNI di Procida potrebbe trovare in Giorgio Salvemini del C.V. Ondabuena un valido avversario. In campo femminile occhi puntati su Alice Caronna del C.V. Sicilia, che lo scorso anno a Reggio Calabria ha chiuso in seconda posizione, e su Benedetta Cruciani della LNI di Ancona che nel 2019 ha partecipato alla Coppa dei Campioni distinguendosi fra i dieci concorrenti in acqua.

Soddisfatta del numero dei partecipanti in gara è la segretaria nazionale della classe, Laura Pennati: “In un anno difficile e incerto siamo riusciti a raggiungere i 200 iscritti alla classe O’Pen Skiff e, di questi, oltre la metà saranno presenti al Tognazzi Marine Village per l’evento clou dell’anno. Questi numeri stanno ad indicare che comunque la nostra è una classe velica solida e i ragazzi, nonostante i tre mesi di lockdown non si sono persi d'animo e vogliono tornare a riprendere a fare sport in sicurezza”.

E' proprio su questo fronte che il club organizzatore, affiancato dal Circolo Velico Villaggio Tognazzi, ha messo in piedi una imponente macchina organizzativa per garantire il regolare svolgimento dell’evento nel pieno rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del COVID-19 previste dal CONI e dalla Federazione Italiana Vela: “Abbiamo attivato tutte le precauzioni previste – ha detto il presidente del club, Guido Sirolli – per poter svolgere l’evento in totale sicurezza, eliminando tutte le situazioni che avrebbero potuto dare luogo ad assembramenti, privilegiando le comunicazioni online e controllando l'accesso agli spazi a terra riservati agli atleti. La fortuna di svolgere la nostra attività sportiva in acqua ci permette di effettuare un campionato che mantiene alto il suo valore sportivo”.
Le regate potranno essere seguite sul sito della Federazione Italiana Vela - www.federvela.it - e su quello del club organizzatore www.tognazzimv.it


24/08/2020 21:33:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Europeo Windsurf RS:X a Vilamoura (POR)

Cinque azzurri presenti, tre uomini e due donne. Mattia Camboni, Daniele Benedetti e Carlo Ciabatti nella flotta maschile.Marta Maggetti e Giorgia Speciale in quella femminile

Yahia, il ragazzo che non sapeva nuotare: fuggito su un barcone ora è uno skipper

Yahia è nato in Niger, paese desertico senza sbocchi sul mare e tra i più poveri del pianeta, dove ha perso tutti i familiari e da dove è scappato imbarcandosi in Libia su un mezzo di fortuna

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci