mercoledí, 15 luglio 2020

RS:X

Mondiale RSX: Marta Maggetti in Medal Race

mondiale rsx marta maggetti in medal race
redazione

Quarto e penultimo giorno del Mondiale windsurf olimpico classe RSX maschile e femminile a Sorrento (Victoria, Australia). Una lunga giornata in mare con tre prove per tutte le flotte con vento variabile sia in intensità che in direzione, intorno a Sud sui 10 nodi. Con 12 prove all'attivo terminano le Finali e la classifica indica i primi 10 maschili e femminili che disputeranno le Medal Race a punteggio doppio nella giornata di sabato 29.

RSX FEMMINILE
Le buone notizie per la vela azzurra vengono dalle ragazze del RSX Femminile: Marta Maggetti (Fiamme Gialle), chiude le Finali al 6° posto (5-11-26 di giornata), a 15 punti dal bronzo, e con un vantaggio che la rende inattaccabile. Dopo il 5° posto al Mondiale 2019 l'atleta cagliaritana si conferma ad altissimi livelli.
Buona giornata anche per la giovane Giorgia Speciale (6-9-18), che termina le Finali al 13° posto, non lontana dalla Medal Race e vincendo in anticipo il Trofeo Under 21 come migliore atleta di categoria. Risale qualche posizione anche Veronica Fanciulli (GS Aeronautica Militare) che è al 25° (10-21-21).
Olanda in testa anche alla classifica femminile con Lilian De Geus (7-6-1 di giornata), si annuncia una Medal di volata con l'israeliana Noy Drihan (24-2-9) a pari punti, mentre si è rivista con un gran finale la fuoriclasse francese Charline Picon (oro di Rio 2016), terza con buon margine sulla britannica Emma Wilson, l'altra israeliana Katy Spichakov e l'azzurra Marta Maggetti.
Le Medal Race tra i primi 10 a punteggio doppio partiranno da programma alle ore 11:00 locali (le 01:00 di notte in Italia, con Marta Maggetti che ha il 6° posto assicurato e puo' tentare il tutto per tutto per il bronzo. Il programma del giorno conclusivo sabato 29 prevede anche una prova singola di Finale per i concorrenti maschili e femminili dall'11° posto in giù, che si tradurrà nella classifica definitiva del Mondiale. 
 
WINDSURF RSX MASCHILE
Finale amara per i windsurf maschili azzurri: dopo l'ottimo avvio di Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) e un grande campionato di Daniele Benedetti (Fiamme Gialle), purtroppo entrambi perdono il treno della Medal Race. Mattia nonostante un bel finale (1-5-21) chiude al 13° posto, a soli 7 punti dal decimo. Daniele invece vanifica tutto con una giornata da dimenticare (22-34-35). Resta la prova d'appello per le posizioni definitive da mandare in archivio.
In testa alla classifica maschile una incredibile doppietta olandese: Kiran Badloe primo e Dorian Van Rijsselberghe secondo. Tra loro 10 punti di distacco. Il giovane rivale del doppio oro olimpico 2012 e 2016 ha il vantaggio di avere la certezza dell'argento, quindi la sua tattica nella Medal potrà essere il semplice marcamento dell'avversario connazionale. Un duello che puo' valere anche la selezione per Tokyo 2020. In corsa per il podio anche l'israeliano Shahar Zubari, i francesi Goyard e Le Coq, e il polacco Tarnowski. E' una Medal con appena 5 nazioni: tre atleti sono francesi, due olandesi, israeliani, polacchi e uno inglese. Il 13° posto in generale di Mattia Camboni, per questo motivo, vale il 7° per nazione, lo stesso dicasi per il 16° di Daniele Benedetti.
Nella flotta Silver fanno bella figura i due giovani della nostra squadra: Carlo Ciabatti (WC Cagliari) sale al 2° di flotta (14-10-3), Nicolò Renna (CS Torbole) scende al 10° (21-18-25). 

 

Marta Maggetti (RSX Femminile): 
"Oggi è stato un giorno con tre gare difficili, siamo stati tanto tempo in acqua tra regate e attese. Soddisfatta delle prime due regate, dove me la sono cavata bene. Poi nella terza sono partita male, il vento è diventato ancora più oscillante con tanta corrente, non ho trovato modo di recuperare e ho finito con un risultato che rientra tra i due scarti. La Medal Race di domani la considero ancora aperta fino alla quarta posizione, poi chissà... Il mio obiettivo? Una partenza come si deve, e tanta determinazione: mi basta questo, per adesso."
 
Riccardo Belli Dell'Isca (Tecnico RSX Maschile): 
"Vento più leggero, sui 10 nodi, condizioni che chiamiamo marginal planing, in cui la tavola a tratti plana di bolina, e a tratti invece richiede la deriva in assetto dislocante. Purtroppo nessuno dei due atleti che avevamo in Gold è riuscito a cogliere l'obiettivo minimo che ci eravamo posti, che era partecipare alla Medal Race.
Mattia Camboni era partito molto forte oggi, con una prova vinta e un quinto, a quel punto era vicinissimo al recupero del decimo posto, ma poi nell'ultima prova non è andato al di là del 21° posto complice una prima bolina non eccellente e una partenza che ha compromesso subito la regata. Domani con l'ultima prova puo' recuperare l'11° che è vicinissimo.
Daniele Benetetti ha avuto la peggiore giornata del campionato, non è riuscito a entrare in regata, dispiace molto perchè scendeva in acqua da decimo in classifica e invece perde anche lui la possibilità di partecipare alla Medal. Domani comunque si proverà a fare il massimo, poi faremo il bilancio finale."

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

L'estate di Lignano tra buon vino, cibo e navigazione

Navigazione verso Marano e Aquileia con degustazioni dei prodotti della Strada del Vino e dei Sapori FVG

Il Governo "affonda" i porti turistici

Assomarinas: è inaccettabile, ancora una volta nel Decreto Rilancio il Governo ignora i problemi dei porti turistici

Caorle: tutti i vincitori de "La Duecento"

Con l’arrivo di Sheherazade di Nevio Zagaria alle 21:20 di sabato 11 luglio, vincitore del Trofeo Soligo Never Give Up, si è conclusa ufficialmente la ventiseiesima edizione de La Duecento, la prima regata offshore italiana in tempi Covid

Vendée-Arctique: Giancarlo Pedote studia per il Vendée Globe

Un'intervista rilasciata questa mattina mentre si avvia verso il waypoint Gallimard guadagnando posizioni. Ora è 10°

Vendée Arctique: nella piatta lotta tra Beyou e Dalin

Qualche problema per Giancarlo Pedote che si difende e festeggio in solitario i suoi 9 anni di matrimonio con Stefania

Melges 32 World League: la prima giornata del 2020 è un gioco di equilibri

Secondo weekend italiano di regate e stavolta i protagonisti sono gli equipaggi della Classe Melges 32 che, da ieri fino a sabato, sono impegnati nella prima frazione delle Melges World League 2020 a Malcesine.

L'ottusità della burocrazia blocca la vela sul lago di Bracciano

Iniziativa della Federvela del Lazio per sbloccare la situazione delle regate a Bracciano: il presidente FIV IV Zona Giuseppe D'Amico scrive a Zingaretti. Il caso di una norma del 2014 interpretata male che blocca le regate

Scuole Vela FIV 2020: i primi numeri sono positivi

Le Scuole Vela FIV hanno iniziato da un paio di settimane la loro attività, e nonostante il periodo particolare e una stagione annunciata come difficile, i primi numeri che arrivano dai Circoli Velici in tutta Italia sono positivi

Caorle, La Duecento: Line Honours per Hagar V

La prima imbarcazione assoluta e della categoria XTutti al traguardo è stata Hagar V, Scuderia 65 nuovissimo, dell’armatore alto-atesino Gregor Stimpfl con Sergio Blosi, Lorenzo Tonini, Silvio Santoni, Samuele Nicolettis e Nevio Sabadin

Tre Ultim alla Drheam Cup

A prendere il via saranno in tre, il Team Actual Leader, Maxi Edmond de Rothschild e Sodebo Ultim 3. Giovanissimi a bordo con Yves Le Blevec

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci