giovedí, 13 agosto 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

persico 69f    circoli velici    mini 6.50    optimist    trasporto marittimo    fiv    porti    benetti    press    salone nautico di genova    altura   

VELA OLIMPICA

Marsiglia: con il vento forte volano Vittorio Bissaro e Maelle Frascari

marsiglia con il vento forte volano vittorio bissaro maelle frascari
redazione

Vento forte a Marsiglia, con raffiche fino a 33 nodi, nella seconda giornata della Finale di World Cup Series, dove gli oltre 300 atleti provenienti da 40 nazioni, sono stati fatti rientrare prima del previsto con 11 prove chiuse in totale dalle 10 classi olimpiche e dall’Open Kiteboard. Non hanno disputato alcuna prova le flotte degli RS:X maschili e femminili, dei Finn e dei 49erFX.
 
Una sola prova per i Laser, in cui Giovanni Coccoluto (SV Guardia di Finanza) ha chiuso in quarta posizione che lo conferma terzo in classifica generale, dietro a Ryan Lo (SGP), primo e allo sloveno Zan Luka Zelko.
 
Nei Laser Radial l’azzurra Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) finisce seconda una prova dura con vento e onda, sale così in quarta posizione, con l’italiana Carolina Albano (RYCC Savoia) seconda in generale con un sesto nella regata di oggi, che diventa il suo scarto. Francesca Frazza (FV Peschiera) invece si ritira dalla prova e resta ottava.
 
Nei 470 maschili la fanno da padroni gli australiani Mat Belcher e Wil Ryan, conosciuti per apprezzare il vento forte, vincono la prova e si confermano secondi overall. Davanti a loro restano gli spagnoli Jordi Xammar e Nicolás Rodriguez che scartano il terzo posto odierno e poco dietro, in terza posizione, gli azzurri Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) che scartano il 13esimo posto di oggi. Anche Matteo Capurro e Matteo Puppo (YC Italiano) scartano dal tabellone la prestazione odierna (20) e sono 17esimi nella classifica provvisoria.
 
Una prova anche per le ragazze del 470 vinta dalle olandesi Afrodite Zegers e Lobke Berkhout, che scartando il dodicesimo di ieri conquistano temporaneamente la testa della classifica. In seconda posizione ci sono le giapponesi Ai Kondo Yoshida e Miho Yoshioka ed in terza le britanniche Hanna Mills e Eilidh McIntyre. Gli equipaggi italiani Elena Berta e Bianca Caruso (CS Aeronautica Militare/Marina Militare) e Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza) registrano rispettivamente un 11esimo ed un nono posto e sono le une dietro le altre in 14esima e 15esima posizione.
 
Nell’unica prova dei 49er, Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (Marina Militare) chiudono in quarta posizione e conquistano il terzo posto in classifica generale, i francesi Kevin Fisher e Yann Jauvin restano primi, così come gli spagnoli Federico e Arturo Alonso Tellechea si confermano secondi. Simone Ferrarese e Valerio Galati (CV Bari/LNI Trani) sono uno dei tanti skiff a non terminare la prova di oggi e sono 12esimi.
 
Nei Nacra 17 entrambe le prove disputate sono state vinte da Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene) che dimostrano di amare anche le condizioni di vento forte e mare formato, salgono così in testa alla classifica davanti ai francesi Billy Besson e Marie Riou e ai britannici John Gimson e Anna Burnet. Un terzo ed un decimo posto per Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) che restano quarti in classifica generale, con Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi (CC Aniene/Marina Militare), 8 e 13 i parziali odierni, e Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela Roma), che non riescono a partire nella seconda prova e registrano un 13esimo nella prima, rispettivamente in 12esima e 13esima posizione.
 
Oltre alla vela disputata in acqua, oggi a seguito della presentazione di una nuova evidenza video da parte di Ruggeto Tita e Caterina Banti ITA26, la Giuria ha concesso la riapertura dei casi 6 e 7 che ieri si erano conclusi con la squalifica dell’equipaggio in questione. Al termine dell’udienza odierna, la Giuria ha confermato la propria decisione, e ITA26 resta squalificato nella prima prova della serie Nacra 17.
 
Gli Open Kiteboard sono gli unici che hanno completato il programma e disputato quattro prove. Confermati i primi tre atleti di ieri, i francesi Nicola Parlier, primo, Theo de Ramencourt, secondo, e Axel Mazella, in terza posizione. Alessio Brasili (CV Fiumicino) scivola dal settimo al decimo posto (10, 9, 7, 7).
 
Domani le previsioni sembrano più favorevoli e la partenza è stata confermata alle 11 per tutti. In programma una prova in più del previsto per tutte le classi che devono recuperare quelle perse oggi, tranne che gli RS:X.  sono stati fatti rientrare prima del previsto con 11 prove chiuse in totale dalle 10 classi olimpiche e dall’Open Kiteboard. Non hanno disputato alcuna prova le flotte degli RS:X maschili e femminili, dei Finn e dei 49erFX.

 
Una sola prova per i Laser, in cui Giovanni Coccoluto (SV Guardia di Finanza) ha chiuso in quarta posizione che lo conferma terzo in classifica generale, dietro a Ryan Lo (SGP), primo e allo sloveno Zan Luka Zelko.
 
Nei Laser Radial l’azzurra Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) finisce seconda una prova dura con vento e onda, sale così in quarta posizione, con l’italiana Carolina Albano (RYCC Savoia) seconda in generale con un sesto nella regata di oggi, che diventa il suo scarto. Francesca Frazza (FV Peschiera) invece si ritira dalla prova e resta ottava.
 
Nei 470 maschili la fanno da padroni gli australiani Mat Belcher e Wil Ryan, conosciuti per apprezzare il vento forte, vincono la prova e si confermano secondi overall. Davanti a loro restano gli spagnoli Jordi Xammar e Nicolás Rodriguez che scartano il terzo posto odierno e poco dietro, in terza posizione, gli azzurri Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) che scartano il 13esimo posto di oggi. Anche Matteo Capurro e Matteo Puppo (YC Italiano) scartano dal tabellone la prestazione odierna (20) e sono 17esimi nella classifica provvisoria.
 
Una prova anche per le ragazze del 470 vinta dalle olandesi Afrodite Zegers e Lobke Berkhout, che scartando il dodicesimo di ieri conquistano temporaneamente la testa della classifica. In seconda posizione ci sono le giapponesi Ai Kondo Yoshida e Miho Yoshioka ed in terza le britanniche Hanna Mills e Eilidh McIntyre. Gli equipaggi italiani Elena Berta e Bianca Caruso (CS Aeronautica Militare/Marina Militare) e Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza) registrano rispettivamente un 11esimo ed un nono posto e sono le une dietro le altre in 14esima e 15esima posizione.
 
Nell’unica prova dei 49er, Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (Marina Militare) chiudono in quarta posizione e conquistano il terzo posto in classifica generale, i francesi Kevin Fisher e Yann Jauvin restano primi, così come gli spagnoli Federico e Arturo Alonso Tellechea si confermano secondi. Simone Ferrarese e Valerio Galati (CV Bari/LNI Trani) sono uno dei tanti skiff a non terminare la prova di oggi e sono 12esimi.
 
Nei Nacra 17 entrambe le prove disputate sono state vinte da Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene) che dimostrano di amare anche le condizioni di vento forte e mare formato, salgono così in testa alla classifica davanti ai francesi Billy Besson e Marie Riou e ai britannici John Gimson e Anna Burnet. Un terzo ed un decimo posto per Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) che restano quarti in classifica generale, con Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi (CC Aniene/Marina Militare), 8 e 13 i parziali odierni, e Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela Roma), che non riescono a partire nella seconda prova e registrano un 13esimo nella prima, rispettivamente in 12esima e 13esima posizione.
 
Oltre alla vela disputata in acqua, oggi a seguito della presentazione di una nuova evidenza video da parte di Ruggeto Tita e Caterina Banti ITA26, la Giuria ha concesso la riapertura dei casi 6 e 7 che ieri si erano conclusi con la squalifica dell’equipaggio in questione. Al termine dell’udienza odierna, la Giuria ha confermato la propria decisione, e ITA26 resta squalificato nella prima prova della serie Nacra 17.
 
Gli Open Kiteboard sono gli unici che hanno completato il programma e disputato quattro prove. Confermati i primi tre atleti di ieri, i francesi Nicola Parlier, primo, Theo de Ramencourt, secondo, e Axel Mazella, in terza posizione. Alessio Brasili (CV Fiumicino) scivola dal settimo al decimo posto (10, 9, 7, 7).
 
Domani le previsioni sembrano più favorevoli e la partenza è stata confermata alle 11 per tutti. In programma una prova in più del previsto per tutte le classi che devono recuperare quelle perse oggi, tranne che gli RS:X.

 


05/06/2019 22:32:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Mini 6.50: Tanguy Bouroullec vince la prima tappa a Les Sables d'Olonne

Il migliore degli italiani è stato Federico Cuciuc, che solo in un finale al rallentatore ha perso posizioni finendo 7° tra i Proto e 15°assoluto. Giovanni Mengucci ha tagliato il traguardo al 25° posto (18° tra i Serie)

Persico 69F: a Gargnano primo giorno di "Revolution"

In evidenza alla fine della prima giornata gli equipaggi di Botticini, Gallinaro, e Caldari oltre ai fuoriclasse da Hong Kong

Caos istituzionale e il porto di Venezia soffre

La Venezia Port community chiede di quali poteri possa disporre il neonominato Commissario all'Autorità di Sistema Portuale e quali confini circoscrivano la cosiddetta ordinaria gestione

Optimist, "Ora Cup Ora": conclusione con un bel vento teso da nord

Nella categoria juniores la spunta il campione britannico Santiago Sesto Cosby; la napoletana Caracciolo vince tra le femmine Tra i più piccoli netta vittoria di Mattia Benamati; rimonta della rivana Berteotti, che supera la tedesca Brinkmann

Benetti: ecco il Giga Yacht “Luminosity”, un ibrido di 107 metri

Ma questo Giga yacht non è solo eleganza e design: a bordo si ritrova tutta l’esperienza e il know-how costruttivo di Benetti. “Luminosity”, il più grande ibrido mai costruito ad oggi

YC Italiano e e SV Barcola e Grignano insieme sul Persico 69F

Yacht Club Italiano e Società Velica di Barcola e Grignano armano insieme un equipaggio alla Persico 69F Revolution Cup, la sfida di nuova generazione su Foil. 20 gli equipaggi al via a Gargnano dal 14 al 19 agosto

Salone Nautico di Genova: appuntamento al 1° ottobre 2020

Il ticketing online, a partire da giovedì 6 agosto attraverso il sito www.salonenautico.com, è lo strumento unico per l’acquisto dei biglietti del Salone Nautico

ASSARMATORI: vinta la prima battaglia per rilanciare l’economia del mare

“L’emergenza Covid, nella sua drammaticità, ha in queste ore provocato quella che va considerata una reazione positiva insperata: far comprenderealle Istituzioni nazionali l’importanza dell’economia e dell’industria del mare”

Optimist: prime prove per la "Ora Cup Ora"

Iniziata al Circolo Vela Arco la 25^ Ora Cup Ora, classe Optimist.Tra gli juniores in testa l’azzurra Ginevra Caracciolo, tra i più piccoli parità di punteggio nei primi tre

Ferretti: il mercato premia la qualità

Custom Line raggiunge un altro obiettivo: 4 nuovi yacht venduti in un mese. Oltre la meta, oltre l’orizzonte: sono 150 i metri totali di design e tecnologia dedicati ai quattro armatori Custom Line.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci