domenica, 24 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

laser    cambusa    america's cup    press    vendée globe    trofeo jules verne    porti    trasporto marittimo    fiv    guardia costiera    ambiente    yacht club costa smeralda    nomine    young azzurra   

CAMPIONATI INVERNALI

Invernale Fiumicino: il poco vento "stravolge" la classifica provvisoria

invernale fiumicino il poco vento quot stravolge quot la classifica provvisoria
redazione

Il XXXIX Campionato Invernale d’altura di Roma volge ormai al termine. Dopo le regate del fine settimana, l’evento organizzato dal Circolo Velico Fiumicino sotto l’egida della Federazione Italiana Vela e con il patrocinio del Comune di Fiumicino si appresta ad affrontare l’ultima e decisiva giornata il prossimo 8 marzo.
Nel fine settimana sono state disputate due prove, dopo una lunga attesa in acqua dovuta ad un vento debole; il Comitato di regata è riuscito comunque a far disputare una prova al giorno che hanno, in qualche situazione, modificato ogni previsione sulla classifica.
E’ il caso della classe Regata dove, nella graduatoria con rating ORC, il favorito Vroljk 37 Geex di Angelo Lobinu ha lasciato il traguardo della prova di sabato all’X 332 Sport “No Fix” di Carlo Colabucci che, grazie ad un altro bel risultato nella prova di domenica e ad una regata sfortunata per l’equipaggio di Angelo Lobinu, ha conquistato la vetta della classifica provvisoria, lasciando a Geex la seconda posizione. L’Este 31 Mart d’Este di Edoardo Lepre segue a pochi punti in terza posizione: si preannuncia quindi una bella sfida per la conquista del primo posto di categoria per il prossimo 8 marzo ai fini della classifica ORC. Non dovrebbero esserci invece stravolgimenti nella graduatoria con rating IRC dove Carlo Colabucci è saldamente al comando con dieci punti di distacco dall’imbarcazione di Edoardo Lepre che deve guardarsi dal First 35 Jolie Brise  di Federico Ceccacci che dalla attuale terza posizione punterà a salire ancora di un gradino sul podio finale.
Sia nella classifica Crociera, con due belle prove portate a termine nel fine settimana, Domenico Rega e il suo equipaggio di Purchipetola restano al comando fra le imbarcazioni sia in compensi IRC che ORC, con il Sun Fast 32 Panta Rei di Giovanni Carusio che mantiene la distanza posizionandosi sul secondo gradino del podio davanti al Grand Soleil 37 “Ummagumma” di Antonio Stellato. Da segnalare la prestazione del Comet 910 Cicci7 di Paolo Mirabile, che sabato è scesa in acqua in quarta posizione in IRC e ha portato a casa uno splendido secondo posto, risultato che non l’aiuta a salire in classifica a causa di una squalifica nella giornata di domenica.
Nella classifica Vele Bianche è ancora l’imbarcazione di Pino Stillitano Take Five” a guidare la classifica provvisoria con un secondo e un terzo posto realizzati nel fine settimana che ha lasciato tagliare per primo il traguardo in entrambe le prove a IstericaSissi di Giorgio Stelluti Cesi, al momento in quinta posizione. Mauro Tripiciano con il suo Sun Odyssey 45 “Trip” si mantiene in seconda posizione davanti al Sun Fast 32 “Speedy” di Guido Pagani che con i risultati del fine settimana ha recuperato qualche punto nella classifica generale.  
Abbiamo concluso altre due prove – ha detto il direttore sportivo del circolo organizzatore, Massimo Pettirossi – un po’ sofferte per il poco vento, ma sicuramente importanti ai fini della definizione della classifica. Per alcune categoria sarà decisiva la giornata conclusiva”. E proprio al termine delle prove dell’8 marzo si svolgerà anche la premiazione del Campionato per poi dare l’arrivederci alla regata “Trofeo Porti Imperiali” in programma dal 27 al 29 marzo, valida come qualificazione del Campionato Italiano Assoluto d’altura per le barche che regatano con certificato ORC , e con il Trofeo Città di Fiumicino per chi regata con rating IRC.

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Luna Rossa: salvi per il rotto della ...scuffia

Ma nonostante le apparenze la barca si è comportata bene. Contro Ineos annullata una prima regata che Luna Rossa stava conducendo e contro American Magic è stata una regata al buio per il mancato funzionamento del Racing Software

America's Cup: Patriot rientrerà solo per le semifinali

Le riparazioni del carbonio saranno effettuare in parte utilizzando boat builders locali per ricostruire i pannelli rovinati, in parte con lo shore team che si occuperà delle finiture

Vendée Globe: la roulette russa dell'Aliseo

Con l'evoluzione dell'anticiclone, sembra sempre più evidente che non sarà così facile e veloce per i leader collegarsi al treno a bassa pressione proveniente da ovest, con l'obiettivo di raggiungere alle Azzorre il SW favorevole

America's Cup: nuovo programma per le eliminatorie della Prada Cup

Qualora INEOS TEAM UK dovesse vincere la regata di sabato, la prova di domenica sarà ridondante in quanto sarà già il primo classificato dei gironi eliminatori e accederà direttamente alla finale della PRADA Cup

America's Cup: in acqua con il terrore di una nuova scuffia

Nel caso una barca si ribalti durante una regata gli Umpires potranno fermare la prova subito dopo e il punto verrà assegnato all’avversario, senza aspettare che la barca riceva aiuti esterni

America's Cup: Ineos vince ma Luna Rossa ci ha provato

E’ stata una regata davvero spettacolare: la leadership è cambiata ben nove volte: un match race a 40 nodi con incroci ravvicinati, ingaggi, proteste. Tutto quello che si chiede a barche ed equipaggi dell’America’s Cup

Young Azzurra si prepara per gli impegni sportivi del 2021

Il team sarà impegnato nella Youth Foiling World Cup e nel circuito di regate della Persico 69F Cup

Trofeo Jules Verne: timone rotto per Gitana 17 che fa rotta verso Cape Town

Non possiamo riparare un danno del genere in mare e non possiamo più usare il nostro timone. Lo abbiamo sollevato e ora stiamo navigando a babordo senza timone. Siamo al sicuro, ma non siamo in grado di andare veloce

Itama, grandi emozioni

Contatto diretto con il mare, look mediterraneo e nuove motorizzazioni rafforzano il rinnovamento della gamma Itama

Antonini Navi: UP40 Crossover prende forma!

Procede spedita la costruzione della prima unità UP40 di Antonini Navi, i cui lavori sono iniziati on spec i primi di dicembre scorso. La sua versione Crossover si migliora con una soluzione open dell’area poppiera, assecondando le richieste del mercato.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci