mercoledí, 1 febbraio 2023

VELA OLIMPICA

Hempel World Cup: per l'Italia niente medaglie ma un'ottima prova complessiva

hempel world cup per italia niente medaglie ma un ottima prova complessiva
redazione

Giornata conclusiva per tante classi in gara: 470, 49er, 49erFX, ILCA 6. L’Italia non coglie medaglie ma riesce a piazzare nelle Medal Race tanti equipaggi che sfruttano la tappa di Coppa del Mondo per fare esperienza e testare la loro condizione in rapporto agli altri equipaggi in gara. Domani i kite piazzano tutti gli azzurri nelle Final Series: ben messi gli uomini, situazione difficile per le donne, ma con la nuova formula tuttoipossono ambire a una medaglia.

 

470 Mix

Classifica finale:

1° Mermod – Siegenthaler (SUI)

2° Charlwood – Catt (AUS)

3° Okada – Yoshioka (JPN)

 

Gli italiani in gara:

6° Di Salle – Festo (ITA)

7° Berta – Izzo (ITA)

9° Totis – Linussi (ITA)

 

Le dichiarazioni dei protagonisti:

 

Elena Berta: “Oggi abbiamo concluso una discreta Medal Race. Il nostro equipaggio è ancora in via di rodaggio, sappiamo dove lavorare ma ovviamente il tempo a disposizione per adesso è stato poco. Queste uscite ci danno la misura dei progressi che stiamo facendo e di questi siamo soddisfatti. Abbiamo una buona velocità in bolina, dobbiamo assolutamente lavorare, invece, su quella di poppa. Facciamo tesoro di quanto fatto in questa prova di Coppa del Mondo e siamo pronti per nuove sfide.”

 

Benedetta Di Salle: “Per noi è stata una regata sperimentale nella quale mettersi alla prova con gli altri equipaggi mix – cosa che non avevo ancora fatto – e capire come sono cambiate le condizioni. Devo dire che mi sono divertita molto, abbiamo avuto buoni spunti e con il prodiere diverso da quello di Palma abbiamo dovuto prendere un po’ le misure. L’importante era provare a regatare puliti, facendo cose facili con precisione e provare a divertirci senza obiettivi specifici al momento. Il tutto ha funzionato abbastanza bene,”

 

Il tecnico FIV Gabrio Zandonà“Giornata partita in salita perché i nostri tre equipaggi alla prima bolina erano attardati, ma sono stati bravi a recuperare e a dare continuità alle prestazioni settimanali. La squadra ha lavorato bene, ci sono margini di miglioramento e credo che questa regata abbia aiutato a capire certe peculiarità che abbiamo e certi limiti su cui dovremo lavorare.”

 

 

49er

Classifica finale:

1° Lambriex – Van De Werken (NED)

2° Dickson – Waddilove (IRL)

3° Bildstein – Hussl (AUT)

 

Gli italiani  in gara:

9° Ferrarese – Chistè (ITA)

15° Anessi – Gamba (ITA)

21° Crivelli Visconti – Calabrò (ITA)

 

Le dichiarazioni dei protagonisti:

 

Simone Ferrarese: “Oggi abbiamo disputato un Medal Race all’attacco, non avevamo nulla da perdere e volevamo metterci alla prova. L’abbiamo conclusa al sesto posto rimanendo un po’ risucchiati dal gruppo dopo la prima bolina che avevamo girato secondi. Questa regata ci ha permesso di fare un punto sulla nostra preparazione e capire ancor di più su cosa lavorare per migliorarci. Siamo soddisfatti e non vediamo l’ora di ritornare in acqua.”

 

Il tecnico FIV Gianmarco Togni: “Oggi Medal Race abbastanza difficile perché il vento era sui 16 nodi e c’era una bella onda. Ferrarese – Chistè si sono giocati fino alla fine le loro possibilità dimostrandosi comunque molto bravi anche in questa circostanza. Alla fine hanno perso qualche posizione ma devo dire che hanno fatto un bel percorso. Per quanto riguarda Anessi – Gamba – hanno concluso le regate in quindicesima posizione quindi in crescita. Secondo me hanno le potenzialità per crescere più velocemente, devono prenderne coscienza e riuscire a limare dei peccati di gioventù che spesso li frenano. Discorso già affrontato ieri per Crivelli Visconti – Calabrò: hanno avuto un problema che li ha fermati e costretti a una Silver Fleet che hanno dominato in tutte le prove disputate. Le sfortune è meglio che arrivino prima degli appuntamenti importanti. Sono soddisfatto della squadra che mi trovo ad allenare, sono ragazzi seri e con grande voglia di mettersi in gioco e migliorare. Stiamo facendo progressi che possono portarci lontano.”

 

 

 

49erFX

Classifica finale:

1° Van Aanholt – Duetz (NED)

2° Maenhaut – Geurts (BEL)

3° Price – Haseldine (AUS)

 

Le italiane in gara:

5° Germani – Bertuzzi (ITA)

6° Stalder - Speri (ITA)

7° Omari – Carraro (ITA)

11° Giunchiglia - Schio (ITA)

12° Passamonti – Fava (ITA)

 

Le dichiarazioni dei protagonisti:

 

Giorgia Bertuzzi: “Ultimo giorno di Medal Race: iI risultati sono rimasti invariati, anche se avremmo voluto ottenere un risultato migliore. Abbiamo ancora tutta la stagione davanti per migliorare i nostri punti deboli che sono venuti fuori durante questa regata.”

 

Il tecnico FIV Gianfranco Sibello“Medal Race impegnativa per il vento sui 16 nodi e onda corta e ripida. I risultati di oggi hanno consolidato la classifica del terzetto italiano che si è collocato tra il quinto e il settimo posto. Abbiamo avuto modo di lavorare su aspetti specifici che sono venuti fuori durante la regata e mi reputo soddisfatto per il cammino che hanno fatto le ragazze. Il bersaglio grosso è il Campionato Europeo di inizio luglio che spero possa trovarci pronti e concreti.”

 

FORMULA KITE MASCHILE

Sedici prove che producono la seguente classifica:

1° Benoit (FRA)

2° Boschetti (ITA)

3° Pianosi (ITA)

 

Gli altri italiani in gara:

8° Brasili (ITA)

 

Le dichiarazioni dei protagonisti:

 

Lorenzo Boschetti: “Questa è una tappa di Coppa del Mondo che non mi vede in perfette condizioni fisiche. Ho un problemino alla gamba che non mi ha permesso di dare il massimo: incidenti di percorso che capitano e che sto già monitorando per tornare presto al massimo della condizione. Per questo motivo non mi sono sentito di tirare fino alla fine l’ultima prova e ho preferito abbandonare in modo da essere più rilassato per domani visto che la classifica non mi avrebbe penalizzato. Spero donami di poter provare ad attaccare e migliorare il secondo posto, sarà dura ma bisogna provarci.”

 

FORMULA KITE FEMMINILE

Quattordici prove che producono la seguente classifica:

1° Lammerts (NED)

2° Pulido Borrell (ESP)

3° Zukerman (ISR)

 

Le italiane in gara:

9° Tomasoni (ITA)

11° Pescetto (ITA)

12° Laporte (ITA)

 

Le dichiarazioni dei protagonisti:

 

Sofia Tomasoni: “Giornata abbastanza tranquilla che mi ha permesso di controllare e di non essere costretta a strafare. Purtroppo dopo aver esaurito le possibilità di scarti era fondamentale mantenere una costanza di risultati che mi facesse andare avanti neella competizione. Domani sarò in semifinale a giocarmi la possibilità di meedaglia, sarà molto difficile ma darò il massimo.”

 

Il Tecnico FIV Simone Vannucci (maschile e femminile): “Giornata positiva sia per gli uomini che per le donne. Viste le situazioni di classifica abbiamo deciso di non forzare con Boschetti che non è al meglio della condizione. Entriamo nella Final Series con tutti e tre i ragazzi che potranno provare ad arrivare a medaglia Anche le ragazze hanno fatto una buona giornata riuscendo a raggiungere le fasi finali. Per loro la situazione è un po’ più difficile ma mi auguro che possano trovare il giusto ritmo.”

 

 

ILCA 6

Classifica finale:

1° Karachaliou (GRE)

2° Plasschaert (BEL)

3° Munch (DEN)

 

Le italiane in gara:

14° Zennaro (ITA)

15° Benini Floriani (ITA)

24° Albano (ITA)

25° Della Valle (ITA)

26° Cattarozzi (ITA)

34° Savelli (ITA)

52° Santorum (ITA)

 

Le dichiarazioni dei protagonisti:

 

Il tecnico FIV Egon Vigna: “Giornata conclusiva che registra buone prove da parte delle italiane impegnate nell’ultima regata. Questa tappa della Coppa del Mondo si conclude in crescendo anche se sarà importante trovare solidità di risultati per poter ambire a posizioni di vertice. È necessario lavorare con la squadra per limare tanti difetti che al momento sono ancora presenti. Ci sono cose positive a cui dobbiamo dare continuità in modo da acquisire quell’esperienza che ci consenta di alzare l’asticella. La nuova location della Coppa del Mondo dovrebbe essere qui per i prossimi anni quindi sarà necessario prendere confidenza con. Queste condizioni in modo da essere maggiormente competitivi.”

 


05/06/2022 09:26:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

LNI Palermo, Our Dream: nell'aria un profumo di mare e di legalità

Il Jeanneau, un Sun Odissey 53 che diventa l’ammiraglia della flotta palermitana, è una barca che viene restituita alla collettività grazie all’affidamento alla LNI dopo la confisca alla criminalità organizzata operata dalla Guardia di Finanza di Palermo

Presentato il XXIII Campionato Invernale Vela d'Altura "Città di Bari"

Sono 20 le imbarcazioni iscritte alla XXIII edizione del Campionato Invernale Vela d'Altura "Città di Bari" organizzata con la collaborazione di tutti e sei i circoli nautici del capoluogo

C'è Wanax EXP Team in testa all'Invernale di Anzio/Nettuno

Ancora un bel fine settimana per Altura, J24 e Platu 25 al Campionato invernale di Anzio e Nettuno

Genova, Porto Antico: apre domani Antiqua2023

35 antiquari e 3 mostre collaterali dedicate al mare in onore di The Ocean Race - The Grand Finale

America's Cup: caschi bergamaschi per il Team Ineos

KASK, l’azienda bergamasca produttrice di caschi di alta qualità, ha firmato una partnership a lungo termine per la fornitura di caschi al challenger di America’s Cup INEOS Britannia

Concessioni demaniali: incontro Confindustria Nautica con Ministro Fitto

Confindustria Nautica ha incontrato il Ministro per gli Affari europei Raffaele Fitto nell’ambito delle consultazioni volute dal Premier Giorgia Meloni con le rappresentanze delle imprese che lavorano sul demanio

The Ocean Race: tutti insieme appassionatamente

Tutti gli IMOCA stanno cercando il varco migliore per passare i doldrum

Invernale Traiano: Tevere Remo (IRC) e Guardamago (ORC) si dividono la posta

In Regata la classifica generale sta prendendo forme diverse, con Tevere Remo Mon Ile che governa in IRC e Guardamago II leader in ORC

Taglio del nastro per Our Dream, un sogno che diventa realtà

Si è tenuta oggi a Palermo presso la Lega Navale Palermo, la presentazione di Our Dream, il Jeanneau Sun Odissey 53 piedi a vela confiscata alla criminalità organizzata che la utilizzava per traffici di stupefacenti e affidata alla LN Italiana

La "Roma per 2" compie trent'anni

La classica transtirrenica con le sue 535 miglia fino a Lipari è da sempre una prova impegnativa che mette a dura prova anche i velisti più esperti. Soldini in collegamento video:"Regata bellissima. Sarebbe bello partecipare con la flotta dei Mod 70

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci